LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Iniziative per tutelare il patrimonio storico e culturale della Biblioteca del monumento nazionale dei Girolamini di Napoli. Risposta a Interpellanza Urgente n. 2-1455 On. Bossa e altri
2012-04-19

UFFICIO LEGISLATIVO
CAMERA DEI DEPUTATI


Oggetto: Biblioteca del Monumento Nazionale dei Girolamini Napoli



Con riferimento alla interpellanza presentata dallOn. Bossa e altri, con la quale gli Onorevoli interpellanti, a seguito di varie denunce di giornali e studiosi, sollecitano di conoscere come il Ministero intenda intervenire per garantire e tutelare il grande patrimonio storico e culturale della Biblioteca del Monumento nazionale dei Girolamini di Napoli, chiedendo nel contempo informazioni rispetto alla nomina dellattuale Direttore della Biblioteca, la mia risposta si articola nei seguenti punti.

1. Lo specialissimo regime che regola le Biblioteche annesse ai Monumenti Nazionali
Il patrimonio artistico, monumentale e librario degli undici monumenti nazionali presenti sul territorio nazionale, tra cui quello dei Girolamini di Napoli, fino allUnit dItalia era propriet della Curia. Dopo lunificazione dellItalia, la legge 3096 del 1866 dichiar lobbligo per lo Stato italiano appena formato di conservare, dopo la soppressione degli ordini monastici, alcuni siti monumentali ecclesiastici, che furono esclusi sia da possibili vendite, sia dalla conversione ad altri usi. Il Regio Decreto del 7 luglio 1866, n. 3036, per la soppressione delle Corporazioni religiose stabil allart. 24 che: i libri e i manoscritti, i documenti scientifici, gli archivi, i monumenti, gli oggetti darte o preziosi per antichit che si troveranno negli edifici appartenenti alle Case religiose e agli altri enti morali colpiti da questa o da precedenti leggi di soppressione, si devolveranno a pubbliche biblioteche.

Lordinario funzionamento dei monumenti nazionali fu oggetto di un compromesso tra Stato e Santa Sede. In particolare le attivit di gestione furono affidate allordine religioso che da sempre aveva gestito i monumenti. La nomina del Conservatore del Monumento Nazionale, proposto dallOrdine, doveva invece essere ratificata da parte dello Stato. Tuttora la nomina del Conservatore del Monumento Nazionale viene ratificata dalla Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, lArchitettura e lArte contemporanea del mio Ministero. Del tutto diversa, invece, la situazione per quanto attiene alla eventuale nomina del Direttore della Biblioteca. Ci vale anche per la Biblioteca del Monumento Nazionale dei Girolamini, con le specificazioni di cui in seguito dir.

2. Il rapporto tra il Ministero e la Biblioteca del Monumento Nazionale dei Girolamini
Ai sensi dellarticolo 8 della Convenzione 2011-2012 tra il Ministero per i Beni e le Attivit Culturali Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti culturali e il Diritto dautore e il Monumento Nazionale dei Girolamini per il funzionamento della Biblioteca, approntata a norma della legge 2 dicembre 1980, n. 803, il Conservatore pu nominare tra i religiosi della comunit il Direttore della Biblioteca. Larticolo 8 di tale Convenzione cos recita: Il Conservatore pu nominare, tra i religiosi della comunit, il Direttore della Biblioteca, tale funzione riveste carattere onorifico e gratuito, e per il suo svolgimento non comunque possibile corrispondere fondi erariali ad alcun titolo pervenuti alla biblioteca. Ferma restando ogni sua responsabilit relativa alla gestione amministrativa e contabile, allamministrazione del personale e alla cura e custodia dei locali della biblioteca e di quanto in essi contenuto, il Conservatore pu delegare compiti e funzioni al Direttore della Biblioteca. Il potere di firma degli atti a rilevanza esterna non delegabile, salvo autorizzazione ministeriale.
Dalla predetta convenzione si evince, dunque, lesclusiva competenza del Conservatore nella nomina del Direttore della Biblioteca, non essendo previsto, ad alcun titolo, lintervento del Ministero.

3. I vertici della Biblioteca
Vengo ora a ricostruire i concreti avvicendamenti dei vertici della Biblioteca. Il Monumento Nazionale dei Girolamini, fino al 12 maggio 2009, stato gestito da Padre Giovanni Ferrara, venuto a mancare nellaprile del 2010, il quale dal 1971 ha svolto presso la struttura la funzione di Direttore della Biblioteca e che, alla morte (1984) del Conservatore Padre Ugo Ogg, ha assunto anche quella di Conservatore del Monumento Nazionale, carica che gi ricopriva come Conservatore facente funzioni, considerato il perdurare dello stato di malattia di Padre Ogg.

In data 20 marzo 2009, il Procuratore Generale della Confederazione Oratoriana di San Filippo Neri, Sac. Dott. Edoardo Aldo Cerrato, ha affidato lincarico di Conservatore del Monumento Nazionale dei Girolamini al R.P. Sandro Marsano che, a sua volta, ha nominato quale Direttore della Biblioteca il dott. Alberto Bianco, figura laica, ma appartenente alla Confederazione Oratoriana di San Filippo Neri.

In data 15 febbraio 2011 il Conservatore Marsano ha comunicato alla suddetta Direzione le avvenute dimissioni da Direttore della Biblioteca del Dott. Alberto Bianco.

In data 1 giugno 2011, il Conservatore della Biblioteca Oratoriana dei Girolamini ha comunicato alla Direzione Generale del Ministero che sarebbe stato nominato come Direttore della Biblioteca il Sig. Marino Massimo de Caro, il quale cito dalla lettera si mostrato ben disposto a mettere a servizio, anche solo temporaneo, la sua professionale competenza a servizio della nostra biblioteca. Il Direttore Generale, Dott. Maurizio Fallace, proprio perch il Ministero non ha alcuna competenza nella nomina del Direttore della Biblioteca, ha risposto, in data 2 giugno 2011, prendendo semplicemente atto di quanto comunicato e aggiungendo che tenuto conto della mancanza di professionalit nellOrdine monastico e che da tempo la S.V. svolge funzioni di direttore ad interim e nelle more del reperimento di un bibliotecario al quale conferire le titolarit in via definitiva, si prende atto e si resta in attesa di ricevere copia del provvedimento, a ulteriore conferma del fatto che il provvedimento di nomina a bibliotecario di esclusiva competenza del Conservatore del Monumento Nazionale.

Nel momento della nomina a Direttore della Biblioteca il Sig. Marino Massimo de Caro era consulente del Ministro pro tempore, con nomina in data 15 aprile 2011. Tale incarico stato da me riconfermato in data 15 dicembre 2011. Con riferimento alle vicende in corso, informo la Camera che il Sig. Marino Massimo de Caro, con lettera del giorno 17 aprile u.s., si autosospeso dallincarico di consulente fino al completamento di ogni tipo di indagine.

4. Gli interventi del Ministero
Prima ancora dellAppello, sottoscritto da numerosi esponenti della cultura e richiamato nellinterpellanza, il Segretario Generale del Ministero ha disposto, in data 23 febbraio 2012, una visita ispettiva.

Interventi ispettivi erano stati effettuati, per le ragioni che dir, anche in anni precedenti. Tra questi, annovero le ispezioni disposte dalla Direzione Generale e le richieste di informative ai Conservatori pro tempore, ai fini di verificare la sistemazione degli atti amministrativi, contabili e inventariali. Da tali interventi sono emersi, in sintesi, oltre alla non rendicontazione della contabilit speciale dal 1981 al 1994, la mancata compilazione e il mancato invio dei modelli 15 (prospetto riassuntivo delle variazioni intervenute nellanno del materiale considerato immobile agli effetti dellart. 7 del Regolamento di Contabilit Generale dello Stato), omissioni che costituiscono una grave inadempienza da parte dellIstituto non solo per il controllo della corretta tenuta delle scritture inventariali, ma soprattutto per la custodia dei beni dello Stato.

Da ultimo, questoggi sono stati comunicati il sequestro conservativo della Biblioteca, disposto dallautorit giudiziaria napoletana, e la contestuale nomina del Direttore della Biblioteca Nazionale di Napoli, Dott. Mauro Giancaspro, quale Custode giudiziario.

Tutto questo ci rassicura.
Attendiamo pertanto sereni lesito delle indagini penali e amministrative, di cui terr informato il Parlamento in maniera tempestiva.

http://www.camera.it/207


news

23-11-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 23 NOVEMBRE 2017

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

Archivio news