LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SENATO DELLA REPUBBLICA - XIV LEGISLATURA - DISEGNO DI LEGGE N. 2040
2003-02-26

SENATO DELLA REPUBBLICA - XIV LEGISLATURA - DISEGNO DI LEGGE N. 2040

d’iniziativa del senatore CAVALLARO
COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 26 FEBBRAIO 2003


———–
Promozione dei sistemi museali diffusi


———–

Onorevoli Senatori. – L’articolo 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione assegna allo Stato la tutela dei beni culturali, mentre il terzo comma individua una competenza concorrente tra Stato e regioni in materia di valorizzazione dei suddetti beni.

Da diverso tempo, le regioni, le province ed i comuni hanno fatto della utilizzazione del proprio territorio e dei propri beni culturali uno dei punti qualificanti della loro attivit, consapevoli che una promozione della societ, non solo dal punto di vista civile e culturale, ma soprattutto sotto l’aspetto economico e commerciale, passa attraverso una forte valorizzazione dei tanti beni culturali che risiedono nei nostri territori.

Ci ha significato quasi sempre la riscoperta dei piccoli centri, delle piccole raccolte museali, del singolo bene artistico in senso generale, la cui tutela e valorizzazione comporta notevoli sforzi economici, non sempre ripagati o compresi.

Da ultimo si sta assistendo da pi parti nel nostro paese ad una messa in rete delle singole realt poich ci si accorti che solo unendo gli sforzi ed i servizi generali si pu creare un percorso culturale valido ed attraente, tale da indirizzare il flusso turistico verso tali mete o quantomeno rendere l’offerta pi significativa ed articolata e quindi meritevole di visita.

In questo scenario lo Stato deve tutelare da un lato, e promuovere dall’altro, queste forme di aggregazione, che per la loro spontaneit sono quelle che garantiscono il miglior risultato, combattendo altres il fenomeno della concentrazione dei beni culturali ed artistici, sovente fuori dell’ambito in cui essi vennero concepiti e nel quale hanno un pi profondo significato storico e culturale.

Si ritenuto dunque di incoraggiare tale linea di tendenza che va sotto la dicitura di sistema museale e che trova la sua naturale espansione nei livelli provinciali del governo del territorio, mediante l’assegnazione di un contributo triennale di 60.000.000 di euro, al fine di rendere significativi tutti gli interventi che si potranno disporre. Si tratta di un contributo che trova giustificazione nella previsione di interventi speciali di cui al quinto comma del nuovo testo dell’articolo 119 della Costituzione, al fine di avviare il processo di realizzazione di tale sistema museale diffuso.

Spetter poi alle regioni, nel rispetto del dettato costituzionale sulle loro potest in materia, assegnare tale contributo sulla base di criteri predefiniti, ma in ogni caso modificabili.



DISEGNO DI LEGGE



Art. 1.



(Oggetto)



1. La presente legge tutela e promuove lo sviluppo dei sistemi museali locali, nel rispetto della ripartizione di competenze tra Stato, regioni ed enti locali definita dagli articoli 117 e 118 della Costituzione.

2. Si considerano sistemi museali locali quelli che organizzano, in forma associativa sul territorio provinciale, la gestione di pi musei pubblici e privati mediante i servizi comuni, la consulenza tecnica e scientifica, la promozione culturale e turistica, l’adeguamento delle strutture e delle prestazioni.

3. Rientrano nell’ambito di applicazione della presente legge tutti i musei a carattere storico, artistico, archeologico, scientifico, folcloristico, naturalistico e in genere a carattere culturale, nonch tutti i beni mobili ed immobili di propriet pubblica e privata aventi identica natura che possono integrarsi funzionalmente nell’organizzazione di un sistema museale.

Art. 2.



(Contributo alle regioni)



1. Per le finalit di cui alla presente legge autorizzato il trasferimento alle regioni di un contributo annuo destinato al finanziamento degli interventi di valorizzazione e promozione dei sistemi museali locali, a valere sul fondo di cui al comma 2.

2. istituito, presso il Ministero per i beni e le attivit culturali, il fondo per la valorizzazione e la promozione dei sistemi museali locali, con una dotazione finanziaria pari a 30 milioni di euro in ragione d’anno, per gli anni 2003, 2004 e 2005.

3. Con decreto del Ministro per i beni e le attivit culturali, adottato entro il 31 marzo di ogni anno, previo parere della Conferenza unificata di cui al decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono indicati gli importi dei contributi assegnati a ciascuna regione, attraverso la ripartizione del fondo di cui al comma 2 secondo il criterio di proporzionalit rispetto al numero delle province ricomprese in ciascuna regione, nonch le modalit di erogazione dei contributi stessi.

Art. 3.



(Finalizzazione del contributo)



1. Le regioni provvedono all’assegnazione del contributo di cui all’articolo 2, sulla base dei seguenti criteri:

a) rilevanza delle quote ordinarie di entrata dei bilanci delle associazioni;

b) maggior numero di musei appartenenti a comuni o soggetti istituzionali pubblici diversi;

c) migliore utilizzazione del finanziamento rispetto agli obiettivi programmati;

d) valore e posizione del singolo sistema museale all’interno della attivit regionale di valorizzazione dei beni culturali.

2. I criteri di cui al comma 1 possono essere integrati o modificati dalle regioni d’intesa con il Ministero per i beni e le attivit culturali, ai sensi dell’articolo 118, terzo comma, della Costituzione.

Art. 4.



(Copertura finanziaria)



1. Agli oneri derivanti dall’attuazione della presente legge, valutati in 30 milioni di euro in ragione d’anno, per gli anni 2003, 2004 e 2005, si provvede mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto ai fini del bilancio triennale 2003-2005, nell’ambito dell’unit previsionale di base di parte corrente Fondo speciale, dello stato di previsione della spesa del Ministero dell’economia e delle finanze, per l’anno 2003, allo scopo parzialmente utilizzando l’accantonamento relativo al Ministero per i beni e le attivit culturali.

2. Il Ministro dell’economia e delle finanze autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.



news

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

19-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 19 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

Archivio news