LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DECRETO 29 luglio 2005 Individuazione del patrimonio dell'Agenzia del demanio
2005-07-29
Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 7 del 10-01-2006

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, di riforma
dell'organizzazione di Governo a norma dell'art. 11 della legge
15 marzo 1997, n. 59, e successive modificazioni;
Viste in particolare le modifiche al decreto legislativo 30 luglio
1999, n. 300, apportate dall'art. 1 del decreto legislativo 3 luglio
2003, n. 173;
Visto l'art. 61, comma 1 del citato decreto legislativo 30 luglio
1999, n. 300, che riconosce all'Agenzia del demanio la natura
giuridica di ente pubblico economico;
Visto l'art. 65, comma 2-bis del citato decreto legislativo
30 luglio 1999, n. 300;
Visto lo statuto dell'Agenzia del demanio deliberato dal comitato
di gestione il 19 dicembre 2003 e approvato in data 28 gennaio 2004;
Visto il regolamento di amministrazione e di contabilita'
dell'Agenzia del demanio deliberato dal comitato di gestione il
12 febbraio 2004 e approvato in data 26 marzo 2004;
Visto in particolare l'art. 3 del citato Statuto dell'Agenzia del
demanio concernente il patrimonio dell'ente;
Vista la legge 3 aprile 1997, n. 94, recante norme di contabilita'
generale dello Stato in materia di bilancio;
Visto il decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, recante il
Codice dei beni culturali e del paesaggio ai sensi dell'art. 10 della
legge 6 luglio 2002, n. 137;
Visto il decreto del Ministro dell'economia e delle finanze
5 febbraio 2002, con il quale e' stata disposta a decorrere dal
1 gennaio 2001 l'assegnazione dei beni immobili e mobili di
proprieta' dello Stato alle agenzie fiscali ai sensi e per gli
effetti dell'art. 73, comma 5 del decreto legislativo n. 300/1999;
Visto l'art. 3, comma 5 del citato decreto legislativo 3 luglio
2003, n. 173, a norma del quale Tutti gli atti connessi alle
operazioni di trasformazione dell'Agenzia del demanio in ente
pubblico economico sono esclusi da ogni tributo e diritto e vengono
pertanto effettuati in regime di neutralita' fiscale;
Decreta:
Art. 1.
1. Il patrimonio dell'Agenzia del demanio - ente pubblico economico
- e' costituito da beni mobili e immobili strumentali alla sua
attivita' e da un fondo di dotazione.

Art. 2.
1. Costituiscono patrimonio dell'Agenzia del demanio i beni
immobili strumentali all'attivita' dell'ente individuati nell'elenco
allegato sub A, che forma parte integrante del presente decreto,
nonche' quelli destinati a sede degli uffici periferici della stessa
Agenzia di cui all'allegato sub C, individuati con successivo decreto
del Ministro dell'economia e delle finanze.
2. Il valore di trasferimento e di iscrizione nel bilancio
dell'Agenzia del demanio dei beni di cui all'art. 1, e' stabilito
nell'importo corrispondente alla valutazione effettuata dall'Agenzia
del territorio entro centoventi giorni dal presente decreto. Fino
alla completa definizione di tale valore, ai beni trasferiti e'
attribuito un valore provvisorio corrispondente a quello riportato
nelle scritture inventariali in possesso dell'Agenzia del demanio. Il
trasferimento non modifica il regime giuridico previsto dall'art. 823
del codice civile relativamente ai beni demaniali trasferiti ai sensi
del presente articolo.

Art. 3.
1. Oltre agli immobili di cui all'art. 2, sono attribuiti
all'Agenzia del demanio, in concessione d'uso a titolo gratuito, ai
fini dello svolgimento delle proprie attivita' istituzionali, gli
immobili di proprieta' dello Stato individuati negli elenchi allegati
sub B1 e sub B2 che formano parte integrante del presente decreto,
rispettivamente sub B1 per la durata di anni dodici e sub B2 per la
durata di anni due.
2. Il valore di iscrizione nel bilancio dell'Agenzia delle
concessioni relative ai suddetti beni e' stabilito nell'importo
corrispondente alla valutazione effettuata dall'Agenzia del
territorio entro centoventi giorni dal presente decreto.

Art. 4.
1. In considerazione della necessita' di assicurare all'Agenzia del
demanio la disponibilita' di uffici funzionali alla propria
attivita', i seguenti immobili, gia' ricompresi nell'elenco allegato
A, sono valutati tenendo in considerazione gli interventi di
manutenzione straordinaria e/o ristrutturazione, fmanziati con fondi
stanziati sul capitolo 7754 concernente i Programmi di investimento
immobiliare:
Emilia-Romagna - Bologna - via Azzogardino, 61 - sede filiale
regionale dell'Agenzia del demanio;
Lazio - Roma - via Piacenza, 3 - sede filiale regionale
dell'Agenzia del demanio e sede Demanio Servizi SpA;
Lazio - Roma - via Barberini, 38 - ex uffici della Presidenza del
Consiglio dei Ministri;
Lombardia - Milano - Corso Monforte - sede filiale regionale
dell'Agenzia del demanio
Marche - Ancona - via Fermo, 1 - sede filiale regionale
dell'Agenzia del demanio;
Toscana - Firenze - via Laura, 64 - sede filiale regionale
dell'Agenzia del demanio.

Art. 5.
1. Costituiscono patrimonio dell'Agenzia del demanio i beni mobili
strumentali gia' conferiti dal Ministro dell'economia e delle finanze
in data 5 febbraio 2002.

Art. 6.
1. Il fondo di dotazione dell'Agenzia del Demanio e' pari a
complessivi Euro 56.449.000,00 ed e' cosi' composto:
a) Euro 22.449.000,00 quali somme gia' versate dall'Agenzia a
titolo di contributo per spese di investimento non ancora impegnate;
b) Euro 34.000.000,00 corrispondenti al valore di massima e
provvisorio degli immobili non strumentali attribuiti all'Agenzia del
demanio, individuati nell'elenco allegato sotto la lettera D. La
definitiva valutazione di detti beni ai fini del loro trasferimento
ed iscrizione nel bilancio dell'Agenzia del demanio e' effettuata
dall'Agenzia del territorio entro centoventi giorni dal presente
decreto. L'ammontare complessivo del fondo di dotazione sara'
aggiornato in funzione di detta definitiva valutazione.

Art. 7.
1. Il presente decreto costituisce titolo per la trascrizione
immobiliare e voltura catastale degli immobili in favore dell'Agenzia
del demanio.
Le suddette operazioni sono esenti da ogni tributo e diritto.
Il presente decreto e' trasmesso agli organi di controllo per la
registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.

Roma, 29 luglio 2005

Il Ministro: Siniscalco

Registrato alla Corte dei conti il 7 dicembre 2005
Ufficio di controllo atti Ministeri economico-finanziari, registro n.
6 Economia e finanze, foglio n. 71

----> Vedere Allegato A pag. 31 della G.U. <----

----> Vedere Allegato B1 a pag. 32 della G.U. <----

----> Vedere Allegato B2 a pag. 33 della G.U. <----

----> Vedere Allegato C a pag. 34 della G.U. <----

----> Vedere Allegato D a pag. 35 della G.U. <----





news

20-05-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 maggio 2018

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

Archivio news