LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Resoconto sommario n. 450 del 13/12/2005 , 7 Commissione permanente -
2005-12-13

Legislatura 14 -
3684. Conversione in legge del decreto-legge 5 dicembre 2005, n. 250, recante misure urgenti in materia di universit, beni culturali ed in favore di soggetti affetti da gravi patologie, nonch in tema di rinegoziazione di mutui.

--------------------------------------------------

Riferisce alla Commissione il presidente ASCIUTTI (FI), il quale sottolinea anzitutto che il decreto-legge n. 250 del 2005, oltre a disposizioni nei settori dell'universit e dei beni culturali, reca anche norme in favore di soggetti affetti da gravi patologie, nonch in tema di rinegoziazione di mutui, in ordine alle quali sar estremamente prezioso il contributo che vorranno rendere le Commissioni chiamate ad esprimersi in sede consultiva.

Entrando indi nel merito delle disposizioni di stretta pertinenza della Commissione, egli segnala larticolo 1, diretto ad accrescere gli stanziamenti destinati agli assegni di ricerca annuali che consentiranno alle universit di assumere laureati e dottori di ricerca al fine di realizzare progetti nei settori strategici del Paese.

Si tratta, egli prosegue, di un'iniziativa, del resto in linea con lo spirito della legge n. 230 del 2005 di riordino dello stato giuridico della docenza universitaria, che punta a promuovere lattivit di ricerca in settori strategici, tanto pi necessaria alla luce del ritardo rispetto agli obiettivi del Consiglio europeo di Lisbona.

Onde chiarire la portata applicativa della disposizione in esame, giudicherebbe peraltro opportuna una precisazione in ordine alle modalit di individuazione da parte del Ministero dei progetti strategici nell'ambito dei quali erogare gli assegni di ricerca.

Fra le norme che maggiormente investono la competenza della Commissione, vi altres l'articolo 5, diretto a sopprimere il riferimento alle Deputazioni e societ di storia patria recato nell'allegato A del decreto legislativo n. 419 del 1999, nonch nei successivi provvedimenti attuativi.

Al riguardo, il Presidente relatore ricorda che il citato decreto legislativo, adottato in attuazione dell'articolo 11, comma 1, lettera b), della legge n. 59 del 1997 (Bassanini 1), prevedeva che per taluni enti inseriti nell'allegato A (fra cui le Deputazioni) fosse possibile adottare misure di razionalizzazione, quali la privatizzazione, la trasformazione in strutture scientifiche universitarie ovvero la fusione di enti appartenenti allo stesso settore di attivit.

Con specifico riferimento alle Deputazioni, egli rammenta altres che, in esito al parere che la Commissione rese nella passata legislatura, peraltro proprio alla vigilia dello scioglimento, venne adottato il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 maggio 2001, il quale ne ha disposto l'unificazione assieme ad enti appartenenti allo stesso settore di attivit, fra cui la Giunta centrale per gli studi storici ed altri prestigiosi istituti storici.

In proposito, segnala che, mentre in corso di registrazione presso la Corte dei conti il regolamento recante l'unificazione della Giunta centrale e degli istituti storici, il Governo, con l'articolo in esame, ritiene che le Deputazioni, proprio in considerazione della loro natura privatistica, non debbano essere oggetto delle citate misure di razionalizzazione.

Passando brevemente ad illustrare le restanti disposizioni, il Presidente relatore d conto dell'articolo 2, che consente la rinegoziazione dei mutui della Cassa depositi e prestiti, con l'obiettivo di ridurre il valore finanziario delle esposizioni e la spesa complessiva per interessi, onde poter trarre beneficio dai tassi di mercato ancora contenuti.

Quanto all'articolo 3, esso inserisce la sindrome da talidomide (provocata dall'assunzione dell'omonimo farmaco) fra le malattie croniche e invalidanti, che attribuiscono il diritto alla completa esenzione dalla spesa per le relative prestazioni sanitarie.

Relativamente all'articolo 4, esso reca misure in favore di persone affette da emofilia, a seguito della somministrazione di emoderivati, per le quali non si sia ancora conclusa la procedura transattiva di cui al decreto-legge n. 89 del 2003, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 141 del 2003.

In particolare, viene riconosciuto loro un indennizzo aggiuntivo di importo equivalente a quello attribuito ai soggetti con i quali stata invece conclusa la procedura transattiva. Si tratta di una disposizione, egli prosegue, che lEsecutivo motiva essenzialmente con ragioni equitative, atteso che altrimenti, in virt della sentenza della Corte di cassazione dello scorso 5 maggio - con la quale la responsabilit ministeriale stata riconosciuta solo dal momento in cui le conoscenze scientifiche avrebbero consentito un'efficace attivit di vigilanza - alla maggioranza di essi non spetterebbe alcun risarcimento. Ci li priverebbe di forme di tutela invece riconosciute a tutti coloro che, pur trovandosi nella medesima situazione, hanno gi concluso la procedura transattiva.

Conclusivamente, il Presidente relatore propone di fissare ad oggi, alle ore 18, il termine per la presentazione degli emendamenti al provvedimento in titolo.

Conviene la Commissione.
Il seguito dell'esame quindi rinviato.

La seduta termina alle ore 10.

www.senato.it


news

18-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 18 febbraio 2018

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

Archivio news