LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Corte di Cassazione Penale - sentenza n. 23668 (Sottoposizione al regime giuridico delle cose aventi interesse storico)
2005-06-23

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. V, 23 giugno 2005 (Ud. 26 aprile 2005) Sentenza n. 23668


Sentenza per esteso

1) Beni culturali e ambientali - Sottoposizione al regime giuridico delle cose aventi interesse storico - Inserimento in elenchi o notificazione formale - Necessit - Esclusione in caso di appartenenza ad un ente pubblico o ad un istituto o ente morale legalmente riconosciuto senza fine di lucro - Condizioni e limiti - Fattispecie. Nell'ipotesi in cui i beni culturali, "appartengano ad un ente pubblico o ad un istituto o ente morale legalmente riconosciuto, vi l'automatica sottoposizione degli stessi al regime giuridico delle cose aventi interesse storico, architettonico, archeologico ed etnografico, indipendentemente dalla circostanza che siano stati inseriti in elenchi o che vi sia stata una formale notificazione del loro valore storico - artistico" Cass. III, 9 ottobre - 20 novembre 1998 n. 12003, Ferrari, RV 211977. Vi anzi da aggiungere che tale principio conserva, allo stato, la sua validit anche con riferimento alla normativa sopravvenuta, costituita dapprima dal T.U. emanato con D.L.vo n. 490/1999 e, successivamente, dal nuovo T.U. emanato con D.L.vo n. 42/2004. Il primo di questi testi unici, infatti, all'art. 5, conteneva una disciplina del tutto analoga a quella dettata dall'art. 4 della legge n. 1089 del 1939. Il secondo, dopo aver stabilito, all'art. 10, comma 1, che "sono beni culturali le cose immobili e mobili che presentano interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico" qualora appartengano, tra l'altro, a "persone giuridiche private senza fine di lucro", prevede, all'art. 12, comma 1, che dette cose, se la loro esecuzione sia dovuta ad autore non vivente o risalga ad oltre cinquanta anni, "sono sottoposte alle disposizioni del presente titolo fino a quando non sia stata effettuata la verifica di cui al comma 2". L'operativit del principio in questione postula, tuttavia - come perspicuamente fatto osservare anche dal procuratore generale nel corso della discussione - che, quando trattisi di bene immobile la cui sottoposizione a tutela, in assenza di provvedimenti vincolanti dell'autorit o dall'inserimento negli appositi elenchi, venga fatta derivare esclusivamente dall'appartenenza ad un ente pubblico (o a taluno dei soggetti ad esso, per l'effetto, equiparati), tale appartenenza si estenda all'intero complesso dotato delle oggettive caratteristiche che lo rendono degno di tutela, salvo ch queste siano riconoscibilmente presenti soltanto nella frazione di propriet esclusiva dell'ente e, pertanto, possano e debbano essere salvaguardate senza che la salvaguardia si estenda alle altre frazioni. Sarebbe infatti assurdo che, nel caso di propriet frazionata di un immobile ritenuto, nel suo complesso, degno di tutela, soltanto le parti di propriet pubblica fossero da considerare, per ci solo, vincolate, e non le altre. N, peraltro, si vede come a queste ultime, potrebbe estendersi, in assenza di provvedimenti specifici dell'autorit, un vincolo ipoteticamente operante sulle prime solo in ragione della loro appartenenza a soggetti aventi determinate connotazioni. Pres. G. Lattanzi, Rel. P. Dubolino - Imp. GIORDANO (annulla senza rinvio la sentenza Corte d'appello di Napoli 21 maggio 2002). CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. V, 23 giugno 2005 (Ud. 26 aprile 2005) Sentenza n. 23668




news

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

19-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 19 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

Archivio news