LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IX Commissione - Governo del territorio. Testo unificato C. 153 e abbinati.
2005-02-02

ALLEGATO 1

Governo del territorio (Testo unificato C. 153 e abbinati).


PROPOSTA DI PARERE DEL RELATORE

La IX Commissione Trasporti, poste e telecomunicazioni,
esaminato il testo unificato risultante dagli emendamenti approvati: Governo del territorio (C. 153 ed abbinate),
delibera di esprimere:


PARERE FAVOREVOLE

con la seguente osservazione:
si segnala l'opportunit di fare espressamente salvo quanto previsto dalla legge n. 84 del 1994, con riferimento alla disciplina relativa alla pianificazione portuale, con particolare riguardo alle procedure per la definizione dei Piani regolatori portuali, in ordine alla quale vi la necessit - cos come per la questione dei dragaggi - di introdurre tempi certi, maggiori elementi di semplificazione nelle procedure e forme pi marcate di integrazione e di sinergia con gli enti locali nell'interesse del porto e dello sviluppo del territorio.




--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 121

--------------------------------------------------------------------------------


ALLEGATO 2

Governo del territorio (Testo unificato C. 153 e abbinati).


PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La IX Commissione Trasporti, poste e telecomunicazioni,
esaminato il testo unificato risultante dagli emendamenti approvati: Governo del territorio (C. 153 ed abbinate),
delibera di esprimere:


PARERE FAVOREVOLE

con la seguente condizione:
si segnala la necessit di fare espressamente salvo quanto previsto dalla legge n. 84 del 1994, con riferimento alla disciplina relativa alla pianificazione portuale, con particolare riguardo alle procedure per la definizione dei Piani regolatori portuali, in ordine alla quale vi la necessit - cos come per la questione dei dragaggi - di introdurre tempi certi, maggiori elementi di semplificazione nelle procedure e forme pi marcate di integrazione e di sinergia con gli enti locali nell'interesse del porto e dello sviluppo del territorio.




--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 122

--------------------------------------------------------------------------------


ALLEGATO 3

Disposizioni in materia di trasporto pubblico locale (Nuovo testo unificato C. 3053 Ferro, C. 4358 De Laurentiis, C. 4815 Rosato, C. 4928 Sanza, C. 4957 Raffaldini e C. 5057 Pasetto).


EMENDAMENTO DEL RELATORE


ART. 2.

Al comma 1, sostituire l'alinea ed i capoversi 3-bis, 3-ter e 3-quater con i seguenti:
1. Dopo il comma 3-bis dell'articolo 18 del decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 422, e successive modificazioni, sono inseriti i seguenti:
3-ter. Ferme restando le procedure di gara ad evidenza pubblica gi avviate o concluse, le regioni possono disporre una eventuale proroga dell'affidamento, per un massimo di ulteriori quattro anni, a condizione che si siano verificati, oltre ai requisiti di cui al comma 3-quater, una delle seguenti condizioni: a) sia avvenuta la cessione, mediante procedure ad evidenza pubblica, di una quota di almeno il 20 per cento del capitale sociale ovvero di una quota di almeno il 20 per cento dei servizi eserciti a societ di capitali, anche consortili, nonch a cooperative e consorzi, purch non partecipate dalle medesime regioni o dagli stessi enti locali affidanti i servizi; b) si sia dato luogo ad un nuovo soggetto societario mediante fusione di almeno due societ affidatarie di servizio di trasporto pubblico locale nel territorio nazionale ovvero alla costituzione di una societ consortile, con predisposizione di un piano industriale unitario, di cui siano soci almeno due societ affidatarie di servizio di trasporto pubblico locale nel territorio nazionale.
3-quater. Durante i periodi di cui ai commi 3-bis e 3-ter, i servizi di trasporto pubblico regionale e locale possono continuare ad essere prestati dagli attuali esercenti, comunque denominati, che possono integrare il contratto di servizio pubblico gi in essere ai sensi dell'articolo 19 in modo da assicurare l'equilibrio economico e finanziario attraverso il sistema delle compensazioni economiche di cui al regolamento (CEE) n. 1191/69 del Consiglio, del 26 giugno 1969, e successive modificazioni, ai sensi e per gli effetti di quanto stabilito all'articolo 17. Nei medesimi periodi, gli affidatari dei servizi, sulla base degli indirizzi degli enti affidanti, provvedono, in particolare: a) al miglioramento delle condizioni di sicurezza, economicit ed efficacia dei servizi offerti nonch della qualit dell'informazione resa all'utenza e dell'accessibilit ai servizi in termini di frequenza, velocit commerciale, puntualit ed affidabilit; b) al miglioramento del servizio sul piano della sostenibilit ambientale; c) alla razionalizzazione dell'offerta dei servizi di trasporto, attraverso l'integrazione modale in ottemperanza a quanto previsto al comma 3-quinquies.
2.222.Il Relatore.
----------
ALLEGATO 2

Governo del territorio (Testo unificato C. 153 e abbinati).


PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La IX Commissione Trasporti, poste e telecomunicazioni,
esaminato il testo unificato risultante dagli emendamenti approvati: Governo del territorio (C. 153 ed abbinate),
delibera di esprimere:


PARERE FAVOREVOLE

con la seguente condizione:
si segnala la necessit di fare espressamente salvo quanto previsto dalla legge n. 84 del 1994, con riferimento alla disciplina relativa alla pianificazione portuale, con particolare riguardo alle procedure per la definizione dei Piani regolatori portuali, in ordine alla quale vi la necessit - cos come per la questione dei dragaggi - di introdurre tempi certi, maggiori elementi di semplificazione nelle procedure e forme pi marcate di integrazione e di sinergia con gli enti locali nell'interesse del porto e dello sviluppo del territorio.




--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 122

--------------------------------------------------------------------------------


ALLEGATO 3

Disposizioni in materia di trasporto pubblico locale (Nuovo testo unificato C. 3053 Ferro, C. 4358 De Laurentiis, C. 4815 Rosato, C. 4928 Sanza, C. 4957 Raffaldini e C. 5057 Pasetto).


EMENDAMENTO DEL RELATORE


ART. 2.

Al comma 1, sostituire l'alinea ed i capoversi 3-bis, 3-ter e 3-quater con i seguenti:
1. Dopo il comma 3-bis dell'articolo 18 del decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 422, e successive modificazioni, sono inseriti i seguenti:
3-ter. Ferme restando le procedure di gara ad evidenza pubblica gi avviate o concluse, le regioni possono disporre una eventuale proroga dell'affidamento, per un massimo di ulteriori quattro anni, a condizione che si siano verificati, oltre ai requisiti di cui al comma 3-quater, una delle seguenti condizioni: a) sia avvenuta la cessione, mediante procedure ad evidenza pubblica, di una quota di almeno il 20 per cento del capitale sociale ovvero di una quota di almeno il 20 per cento dei servizi eserciti a societ di capitali, anche consortili, nonch a cooperative e consorzi, purch non partecipate dalle medesime regioni o dagli stessi enti locali affidanti i servizi; b) si sia dato luogo ad un nuovo soggetto societario mediante fusione di almeno due societ affidatarie di servizio di trasporto pubblico locale nel territorio nazionale ovvero alla costituzione di una societ consortile, con predisposizione di un piano industriale unitario, di cui siano soci almeno due societ affidatarie di servizio di trasporto pubblico locale nel territorio nazionale.
3-quater. Durante i periodi di cui ai commi 3-bis e 3-ter, i servizi di trasporto pubblico regionale e locale possono continuare ad essere prestati dagli attuali esercenti, comunque denominati, che possono integrare il contratto di servizio pubblico gi in essere ai sensi dell'articolo 19 in modo da assicurare l'equilibrio economico e finanziario attraverso il sistema delle compensazioni economiche di cui al regolamento (CEE) n. 1191/69 del Consiglio, del 26 giugno 1969, e successive modificazioni, ai sensi e per gli effetti di quanto stabilito all'articolo 17. Nei medesimi periodi, gli affidatari dei servizi, sulla base degli indirizzi degli enti affidanti, provvedono, in particolare: a) al miglioramento delle condizioni di sicurezza, economicit ed efficacia dei servizi offerti nonch della qualit dell'informazione resa all'utenza e dell'accessibilit ai servizi in termini di frequenza, velocit commerciale, puntualit ed affidabilit; b) al miglioramento del servizio sul piano della sostenibilit ambientale; c) alla razionalizzazione dell'offerta dei servizi di trasporto, attraverso l'integrazione modale in ottemperanza a quanto previsto al comma 3-quinquies.
2.222.Il Relatore.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news