LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Commissione VII Camera - seduta del 3 novembre 2004 (Disposizioni in materia di testi scolastici e norme per la conservazione dei beni culturali. Contributo al Museo della Shoah)
2004-11-03

VII Commissione - Resoconto di mercoled 3 novembre 2004

SEDE REFERENTE

Mercoled 3 novembre 2004. - Presidenza del presidente Ferdinando ADORNATO. - Intervengono il sottosegretario di Stato per i beni e le attivit culturali Nicola Bono e il sottosegretario di Stato per l'istruzione, l'universit e la ricerca Valentina Aprea.

La seduta comincia alle 14.05.

Disposizioni in materia di testi scolastici e norme per la conservazione dei beni culturali. Contributo al Museo della Shoah.
C. 5310-ter Governo.
(Esame e rinvio).

Antonio PALMIERI (FI), relatore, rileva che il testo in esame riguarda alcune disposizioni contenute nel disegno di legge finanziaria per il 2005, che sono state oggetto di stralcio, ai sensi dell'articolo 120, comma 2, del Regolamento della Camera.
Nel ritenere particolarmente significative e degne di attenzione le disposizioni recate dal disegno di legge in titolo, intende in primo luogo soffermarsi sull'articolo 16, i cui commi da 4 a 7 dettano norme finalizzate a prevedere la produzione, in via sperimentale, dei libri di testo scolastici nella doppia versione a stampa e on-line. I libri di testo sviluppano i contenuti essenziali delle indicazioni nazionali e sono inoltre composti in materiali leggeri, in modo da ridurre il peso trasportato dagli alunni. Sottolineata la valenza ecologista di tale disposizione, che, nell'incentivare la produzione dei libri di testo tramite INTERNET, appare collocarsi nella condivisibile prospettiva di tutela dell'ambiente, rimarca poi l'assenza di costi di tale sperimentazione per lo Stato, con indubbi benefici per le famiglie che potranno avvalersi di tale positiva innovazione. altres importante, a suo giudizio, che si incentivi in questo modo la diffusione delle innovazioni tecnologiche, promuovendo il loro utilizzo da parte degli studenti e del personale scolastico.
Giudica poi particolarmente condivisibile il contenuto del comma 3 dell'articolo 25, che stabilisce che la percentuale degli stanziamenti per le infrastrutture da destinare alla spesa per la tutela e gli interventi a favore dei beni e delle attivit culturali sia aumentata di un ulteriore 2 per cento, giungendo cos ad un complessivo 5 per cento, da destinare a progetti di interventi rivolti ad agevolare o promuovere la conservazione e la fruizione dei beni culturali.
Osserva altres che il comma 4 dell'articolo 30 autorizza una spesa di 15 milioni di euro per la realizzazione della sede del Museo della Shoah di Ferrara, avente la nobile finalit di custodire le memorie dell'Olocausto. Fa presente che, in sede di esame del disegno di legge finanziaria presso la Commissione bilancio, stato presentato dal relatore apposito emendamento teso a garantire la copertura di tale norma stralciata, accantonando le risorse necessarie.
Nella convinzione che le significative disposizioni oggetto del testo in esame siano largamente condivise dalla maggioranza e dall'opposizione, formula l'auspicio si addivenga alla sua tempestiva approvazione, eventualmente anche ricorrendo alla sede legislativa.
Prospetta infine l'opportunit di svolgere un breve ciclo di audizioni informali di rappresentanti dei settori interessati e dei competenti dirigenti del Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, stante la necessit di procedere ad opportuni approfondimenti e di acquisire un panorama informativo esaustivo in merito alla delicata tematica della sperimentazione della produzione dei libri scolastici nella versione on-line.

Il sottosegretario Nicola BONO fa presente che gli articoli del provvedimento che recano disposizioni in materia di beni e attivit culturali sono quelli derivanti dallo stralcio dell'articolo 25 e dell'articolo 30.
Osserva che il primo, da un lato permette per il 2005 l'applicazione della disciplina transitoria, gi stabilita dal decreto legge n. 72 del 2004, per il calcolo del 3 per cento degli stanziamenti previsti per le infrastrutture e destinati ad interventi a favore dei beni e delle attivit culturali e dall'altro eleva tale percentuale di un ulteriore 2 per cento, a decorrere dall'anno 2005.
Rileva al riguardo che le risorse finanziarie assegnate al Ministero per i beni e le attivit culturali hanno registrato, nel corso dell'ultimo triennio, un decremento costante che ha influito negativamente non solo sulle attivit istituzionali di sostegno all'arte e di tutela del patrimonio culturale, ma, a seguito soprattutto degli assestamenti di bilancio intervenuti a met esercizio finanziario, anche sulla stessa funzionalit delle strutture pubbliche in cui hanno sede alcune tra le pi importanti opere d'arte al mondo. I musei, i siti archeologici, le biblioteche e gli archivi risentono oggi di una precaria condizione economica che richiede interventi atti a garantirne per il futuro la fruizione.
Osserva che la norma in esame appunto necessaria per assicurare il reperimento di nuove disponibilit finanziarie da destinare al funzionamento dell'apparato culturale italiano.
Fa presente che, gi in precedenza, per sopperire alla grave mancanza di risorse nel settore dei beni e delle attivit culturali, era stata prevista, con il comma 4 dell'articolo 60 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, una riserva del 3 per cento degli stanziamenti per le infrastrutture da destinare alla spesa per interventi a favore dei beni e delle attivit culturali. L'attuazione di tale norma ha prodotto positivi risultati consentendo l'approvazione di una serie di importanti progetti che, altrimenti, non sarebbe stato possibile finanziare.
Sulla scorta di tale positiva esperienza, ed in considerazione delle gravissime difficolt in cui versano i musei, i siti archeologici, le biblioteche e gli archivi, rileva che la norma, senza incidere sulla spesa complessiva del bilancio statale, prevede una ulteriore riserva, pari al 2 per cento, degli stanziamenti iscritti negli stati di previsione della spesa delle amministrazioni dello Stato finalizzati alla realizzazione di infrastrutture, da destinare a progetti di intervento rivolti ad agevolare o promuovere la conservazione e la fruizione dei beni culturali.
Inoltre, al fine di rendere possibile l'immediata utilizzazione delle somme previste dal succitato comma 4 dell'articolo 60 della legge n. 289 del 2002, prevista anche per il 2005 l'applicazione della disciplina transitoria di cui ai commi ai commi 2 e 3 del decreto legge n. 72 del 2004.
L'articolo derivante dallo stralcio dell'articolo 30 reca invece l'autorizzazione di spesa per la realizzazione della sede del Museo della Shoah, di cui alla legge n. 91 del 17 aprile 2003
Tale finanziamento indispensabile per la realizzazione della sede del Museo, in quanto, a seguito dell'entrata in vigore del decreto legge n. 168 del 2004 e della conseguente riduzione dei residui di stanziamento delle varie amministrazioni, le risorse gi recate dalla legge n. 91 del 2003 ed allocate sul pertinente capitolo di bilancio del Ministero per i beni e le attivit culturali, sono state eliminate totalmente, nonostante l'avanzato stato della fase propedeutica dei rapporti con i diversi soggetti interessati per la sollecita realizzazione dell'iniziativa.
Giudicate particolarmente condivisibili ed apprezzabili le previsioni recate dal disegno di legge in esame, formula anch'egli l'auspicio che si addivenga ad una sollecita approvazione del medesimo, anche ricorrendo alla sede legislativa.

Ferdinando ADORNATO, presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.



news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news