LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VII Commissione Senato - seduta del 6 luglio 2004 (Interventi in materia di beni e attivita' culturali e di sport)
2004-07-06

ISTRUZIONE PUBBLICA, BENI CULTURALI (7a)

MARTED 6 LUGLIO 2004
311a Seduta

Presidenza del Presidente
ASCIUTTI


La seduta inizia alle ore 15,20.

IN SEDE REFERENTE

(2980) ASCIUTTI ed altri. - Interventi in materia di beni e attivit culturali e di sport
(Seguito dell'esame e rinvio)

Riprende l'esame, sospeso nella seduta del 1 luglio scorso.

Il PRESIDENTE comunica che non sono ancora giunti i pareri delle Commissioni 1a e 5a sugli emendamenti presentati al disegno di legge (allegati al presente resoconto); propone comunque di procedere alla loro illustrazione.

Conviene la Commissione.

Il presidente ASCIUTTI (FI) illustra quindi l'ordine del giorno n. 1 (nuovo testo), volto a corrispondere alle esigenze di diffusione del cinema durante il periodo estivo.

In sede di articolo 1, il senatore BRIGNONE (LP) d per illustrato l'emendamento 1.1.

La senatrice SOLIANI (Mar-DL-U) illustra gli emendamenti 1.2 e 1.3, volti a trasformare rispettivamente la "Fondazione Arturo Toscanini" e la "Fondazione Teatro Regio di Parma" in enti lirico-sinfonici di prioritario interesse nazionale.
In considerazione delle peculiarit e dell'attivit svolta dalle due Fondazioni, ella ritiene che esse posseggano senz'altro i titoli richiesti per tale riconoscimento.
Con particolare riferimento alla trasformazione in ente lirico della "Fondazione Arturo Toscanini", ella ricorda altres che il Governo, accogliendo l'ordine del giorno n. 1, a sua firma, presentato al disegno di legge n. 2020, aveva assunto un chiaro impegno in tal senso. Tale trasformazione si inserirebbe del resto - ella prosegue - nel quadro della politica nazionale perseguita dal Governo legata alla costituzione dell'Agenzia europea alimentare con sede a Parma. La Fondazione si distingue inoltre per la rilevante attivit, peraltro assai diversificata, apprezzata anche sul piano internazionale, per l'impegno a valorizzare le giovani energie e infine per la presenza - oltre alla sede di Parma - di sedi produttive in molte altre citt.
Anche la "Fondazione Teatro Regio di Parma", sulla base dell'importante tradizione lirico-sinfonica della citt e dell'attuale attivit nel campo musicale, nonostante la sua recente costituzione in Fondazione, merita di essere riconosciuta quale ente lirico-sinfonico di prioritario interesse nazionale.
In considerazione dell'importante apporto delle Fondazioni al mondo della cultura, che giustifica - ella prosegue - la scelta di presentare tali proposte emendative proprio in questa sede, ella ne sollecita indi l'approvazione.
Quanto all'emendamento 1.4, la senatrice dichiara infine di darlo per illustrato.

Si passa all'illustrazione degli emendamenti riferiti all'articolo 2.

Il senatore BRIGNONE (LP) illustra il complesso degli emendamenti da lui presentati, assieme al responsabile per le attivit sportive del suo Gruppo, senatore Tirelli, sottolineando che essi sono diretti ad assicurare che anche le societ sportive non affiliate al CONI possano usufruire delle medesime possibilit concesse alle societ affiliate.

Il senatore FAVARO (FI) illustra l'emendamento 2.100, diretto a sopprimere il comma 7, sottolineando l'opportunit di non modificare l'attuale disciplina relativa alla composizione del consiglio di amministrazione de "La Biennale di Venezia", cos come modificata dal decreto legislativo n. 1 del 2004. Ritiene infatti opportuno consentire al presidente della regione Veneto, nonch al presidente della provincia di Venezia, in considerazione dei molteplici impegni istituzionali, di individuare soggetti da delegare ai fini della partecipazione al consiglio di amministrazione.

La senatrice ACCIARINI (DS-U) interviene per illustrare gli emendamenti 2.12, 2.13 e 2.14, sottolineando che essi recepiscono i rilievi critici svolti nel corso della discussione generale. Quanto all'emendamento 2.12, diretto a dettare talune disposizioni di principio in merito alla composizione dell'istituenda commissione interministeriale con il compito di elaborare una proposta di riassetto della disciplina della tutela del diritto d'autore, ribadisce che l'attuale formulazione recata al comma 3 lascia eccessiva discrezionalit di scelta al Ministero.
Relativamente all'emendamento 2.13, diretto a sopprimere il comma 6, esso motivato dalla contrariet della senatrice nei confronti dell'abrogazione dei regolamenti che contemplano i criteri di erogazione dei contributi in favore delle attivit musicali e di danza posti a carico del Fondo unico per lo spettacolo e quindi della deregolamentazione del settore.
Passando ad illustrare infine l'emendamento 2.14, finalizzato a sopprimere il comma 9, ella afferma l'inutilit di incrementare ulteriormente il numero dei consulenti del Dipartimento dello spettacolo, soprattutto in considerazione delle ben note difficolt in cui versa il bilancio pubblico. Ci, tanto pi alla luce delle rassicurazioni del Presidente in ordine all'invarianza del totale di spesa, che anzi dovrebbero indurre a prendere in considerazione l'ipotesi di ridurre gli stanziamenti da corrispondere ai consulenti.

Il presidente ASCIUTTI (FI) illustra, a sua volta, il complesso degli emendamenti da lui presentati all'articolo 2, soffermandosi anzitutto sull'emendamento 2.17, soppressivo del comma 12, e sull'emendamento 2.21, recante modifiche di natura prettamente tecnica al decreto legislativo n. 28 del 2004, sulla disciplina in materia di attivit cinematografiche. Relativamente all'emendamento 2.101, egli prosegue, esso teso ad apportare talune modifiche di coordinamento all'articolo 1, commi 61 e 68, del decreto-legge n. 545 del 1996, che si rendono necessarie in vista dell'imminente entrata in vigore del regolamento di organizzazione del Ministero per i beni e le attivit culturali.
Prendendo atto che nessun altro senatore chiede di intervenire per l'illustrazione degli emendamenti, il Presidente dichiara chiusa tale fase procedurale. Sottolinea indi l'opportunit di procedere con sollecitudine all'approvazione del provvedimento, anche al fine di evitare che le risorse per esso accantonate siano utilizzate per coprire gli oneri dell'imminente manovra finanziaria aggiuntiva. In proposito, giudicherebbe auspicabile che si raggiungesse un accordo politico in merito alla proposta di trasferimento dell'atto in titolo alla sede deliberante.

Il senatore BRIGNONE (LP), pur condividendo l'opportunit di una pronta conclusione dell'iter legislativo e dichiarando - anche a nome del senatore Tirelli - di avere un orientamento favorevole al trasferimento di sede, giudica indispensabile su tale punto attendere l'assenso del suo Gruppo politico. Si riserva pertanto di dare una risposta definitiva entro domani.

Il senatore CORTIANA (Verdi-U), pur manifestando il proprio favore al trasferimento dell'atto in titolo alla sede deliberante, dichiara di non condividere affatto il contenuto di taluni emendamenti, la cui approvazione potrebbe far venir meno l'intesa politica raggiunta.

Il seguito dell'esame quindi rinviato.



EMENDAMENTI E ORDINE DEL GIORNO AL DDL N. 2980


0/2980/7/1 (nuovo testo)
ASCIUTTI

"Il Senato,

in sede di esame del disegno di legge n. 2980, recante interventi in materia di beni e attivit culturali e di sport,

considerato che gi in sede di esame del disegno di legge n. 2912, di conversione del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante interventi per contrastare la diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo, nonch a sostegno dell'attivit cinematografiche e dello spettacolo, era stato presentato ed accolto un ordine del giorno che impegnava il Governo a destinare un congruo ammontare a valere sulle risorse di cui all'articolo 3, comma 83, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, alla realizzazione di iniziative tese alla diffusione del consumo di cinema durante il periodo estivo,

valutato positivamente che in data 3 giugno 2004, in sede di riparto delle risorse di cui all'articolo 3, comma 83, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, alle predette finalit sono stati destinati 400.000 euro per il 2004,

impegna il Governo a stabilizzare detti fondi anche per gli anni successivi e ad incrementarli."


Art. 1


1.1
BRIGNONE

Sopprimere il comma 5.
_____________


1.2
SOLIANI, ACCIARINI, D'ANDREA, MONTICONE, MODICA

Dopo il comma 7 inserire i seguenti:
"7-bis. La 'Fondazione Arturo Toscanini', con sede in Parma e sedi produttive in Busseto, Piacenza, Modena, Ravenna, Bologna, Firenze, Roma, Catanzaro e Siracusa, riconosciuta quale ente lirico-sinfonico operante nel settore musicale, di prioritario interesse nazionale. A tal fine la 'Fondazione Arturo Toscanini' ridenominata 'Fondazione lirico-sinfonica Arturo Toscanini'. In deroga alle disposizioni dellarticolo 11 del decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, il presidente della 'Fondazione lirico-sinfonica Arturo Toscanini' il Presidente della regione Emilia-Romagna ovvero un soggetto da lui delegato.
7-ter. La 'Fondazione lirico-sinfonica Arturo Toscanini', fatto salvo quanto disposto dall'ultimo periodo del comma 7-bis, sottoposta alle disposizioni della legge 14 agosto 1967, n. 800, e successive modificazioni, del decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, e successive modificazioni, e del decreto-legge 24 novembre 2000, n. 345, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 gennaio 2001, n. 6, e successive modificazioni.

7-quater. A decorrere dallanno 2004, alla Fondazione di cui al comma 7-bis corrisposto un contributo omnicomprensivo, da determinare annualmente con decreto del Ministro per i beni e le attivit culturali, a valere sulla quota del Fondo unico per lo spettacolo destinata alle fondazioni lirico-sinfoniche.

7-quinquies. Per le finalit di cui ai commi 7-bis, 7-ter e 7-quater, il Fondo unico per lo spettacolo, di cui alla legge 30 aprile 1985, n. 163, e successive modificazioni, incrementato, a decorrere dallanno 2004, di un importo pari a 1 milione di euro in ragione danno, cui si provvede mediante corrispondente riduzione degli importi iscritti, ai fini del bilancio triennale 2004-2006, nellunit previsionale di base di parte corrente, 'Fondo speciale', dello stato di previsione del Ministero delleconomia e delle finanze per lanno 2004, allo scopo parzialmente utilizzando laccantonamento relativo al medesimo Ministero. Il Ministro delleconomia e delle finanze autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio".


_____________
1.3
SOLIANI, ACCIARINI, D'ANDREA, MONTICONE, MODICA

Dopo il comma 7 inserire i seguenti:
"7-bis. La 'Fondazione Teatro Regio di Parma' riconosciuta quale ente lirico-sinfonico operante nel settore musicale, di prioritario interesse nazionale. A tal fine la 'Fondazione Teatro Regio di Parma' ridenominata 'Fondazione lirico-sinfonica Teatro Regio di Parma'.

7-ter. La 'Fondazione lirico-sinfonica Teatro Regio di Parma' sottoposta alle disposizioni della legge 14 agosto 1967, n. 800, e successive modificazioni, del decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, e successive modificazioni, e del decreto-legge 24 novembre 2000, n. 345, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 gennaio 2001, n. 6, e successive modificazioni.

7-quater. A decorrere dallanno 2004, alla Fondazione di cui al comma 7-bis corrisposto un contributo omnicomprensivo, da determinare annualmente con decreto del Ministro per i beni e le attivit culturali, a valere sulla quota del Fondo unico per lo spettacolo destinata alle fondazioni lirico-sinfoniche.

7-quinquies. Per le finalit di cui ai commi 7-bis, 7-ter e 7-quater, il Fondo unico per lo spettacolo, di cui alla legge 30 aprile 1985, n. 163, e successive modificazioni, incrementato, a decorrere dallanno 2004, di un importo pari a 1 milione di euro in ragione danno, cui si provvede mediante corrispondente riduzione degli importi iscritti, ai fini del bilancio triennale 2004-2006, nellunit previsionale di base di parte corrente, 'Fondo speciale', dello stato di previsione del Ministero delleconomia e delle finanze per lanno 2004, allo scopo parzialmente utilizzando laccantonamento relativo al medesimo Ministero. Il Ministro delleconomia e delle finanze autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio".


_____________
1.5
GUASTI

Dopo il comma 7 inserire i seguenti:
"7-bis. costituita, con sede in Parma, la 'Fondazione lirico-sinfonica Teatro Regio e Auditorium Niccol Paganini di Parma', ente di diritto privato, operante nel settore musicale, di prioritario interesse nazionale ed internazionale, nel nome del compositore Giuseppe Verdi, sottoposto alle disposizioni della legge 14 agosto 1967, n. 800, e successive modificazioni, del decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, e successive modificazioni, e del decreto-legge 24 novembre 2000, n. 345, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 gennaio 2001, n. 6, e successive modificazioni.
7-ter. Il consiglio di amministrazione della Fondazione lirico-sinfonica di cui al comma 7-bis, essendo nelle condizioni previste dal decreto legislativo 23 aprile 1998, n. 134, e successive modificazioni, composto dal sindaco di Parma, che lo presiede, e da quattro membri cos individuati:
a) un componente designato dal Ministro per i beni e le attivit culturali;

b) un componente designato dalla regione Emilia-Romagna;

c) un componente designato dal sindaco di Parma;

d) un componente designato dai privati partecipanti alla Fondazione.

7-quater. In ottemperanza a quanto previsto dallarticolo 2, comma 4, del decreto-legge 24 novembre 2000, n. 345, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 gennaio 2001, n. 6, e successive modificazioni, la partecipazione dei soggetti privati alla Fondazione lirico-sinfonica di cui al comma 7-bis avverr contestualmente allentrata in vigore della presente legge.

7-quinquies. Per lanno 2005, alla Fondazione lirico-sinfonica di cui al comma 7-bis, corrisposto un contributo onnicomprensivo, da determinare con decreto del Ministro per i beni e le attivit culturali, a valere sulla quota del Fondo unico per lo spettacolo destinata alle Fondazioni lirico-sinfoniche. A partire dal 2006 la Fondazione lirico-sinfonica di cui al comma 7-bis assoggettata automaticamente alle norme di riparto del Fondo unico dello spettacolo previste dallarticolo 24 del decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, e successive modificazioni.

7-sexies. La Fondazione lirico-sinfonica di cui al comma 7-bis subentra nei diritti, negli obblighi e nei rapporti attivi e passivi della Fondazione Teatro Regio di Parma ed anche nella convenzione pluriennale con il comune di Parma, nei diritti duso esclusivo sul Teatro Regio e sullAuditorium Niccol Paganini di Parma.

7-septies. La Fondazione lirico-sinfonica di cui al comma 7-bis, in sintonia con quanto espresso dal decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, e dal decreto legislativo 23 aprile 1998, n. 134, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, adotta, a maggioranza assoluta dei componenti del consiglio damministrazione, lo statuto, che ne specifica le finalit".


_____________


1.4
D'ANDREA, COVIELLO, SOLIANI

Dopo il comma 7 inserire il seguente:
"7-bis. Per lo svolgimento delle sue attivit istituzionali, alla Fondazione Orchestra lucana, promossa dalle province di Matera e di Potenza, assegnato un contributo annuo di 500.000 euro per gli anni 2004, 2005 e 2006. All'onere derivante dall'attuazione del presente comma, si provvede mediante corrispondente riduzione degli importi iscritti, ai fini del bilancio triennale 2004-2006, nellambito dell'unit previsionale di base di parte corrente, 'Fondo speciale', dello stato di previsione del Ministero delleconomia e delle finanze per lanno 2004, allo scopo parzialmente utilizzando laccantonamento relativo al Ministero per i beni e le attivit culturali".



_____________


Art. 2
2.1
TIRELLI, BRIGNONE

Al comma 1, lettera a), capoverso 17-bis, alinea, sopprimere le parole: "mediante sportivi non professionisti".
_____________

2.2
TIRELLI, BRIGNONE

Al comma 1, lettera a), capoverso 17-bis, lettera b), sopprimere le parole: "o discipline sportive associate".
_____________

2.5
TIRELLI, BRIGNONE

Al comma 1, lettera a), capoverso 17-bis, lettera b), dopo le parole: "ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI", aggiungere le seguenti: "anche a carattere regionale".
_____________

2.3
TIRELLI, BRIGNONE

Al comma 1, lettera b), n. 2), capoverso h-bis), sopprimere le parole: "o della disciplina sportiva associata".
_____________

2.4
TIRELLI, BRIGNONE

Al comma 1, lettera b), n. 2), capoverso h-bis), dopo le parole: "ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI", aggiungere le seguenti: "anche a carattere regionale".
_____________

2.6
VALDITARA

Sostituire il comma 2 con il seguente:
"2. Alla legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti ulteriori modifiche:
a) al comma 2 dell'articolo 171-ter soppressa la lettera a-bis);
b) all'articolo 171, dopo la lettera a), aggiunta la seguente:
'a-bis) diffonde o mette a disposizione del pubblico per via telematica, anche mediante programmi di condivisione di file tra utenti, un'opera dell'ingegno protetta, o parte di essa, ovvero con le medesime tecniche, fruisce di un'opera o di parte di essa';
c) all'articolo 174-ter, comma 1, dopo le parole: 'le misure tecniche di protezione, opere o materiale protetti', sono inserite le seguenti: 'fuori dall'ipotesi prevista dall'articolo 171, comma 1, lettera a-bis)' ."

_____________

2.20
COMPAGNA

Sostituire il comma 2 con il seguente:
"2. Alla legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti ulteriori modifiche:
a) al comma 2 dell'articolo 171-ter soppressa la lettera a-bis);
b) all'articolo 171, dopo la lettera a), aggiunta la seguente:
'a-bis) diffonde o mette a disposizione del pubblico per via telematica, anche mediante programmi di condivisione di file fra utenti, un'opera dell'ingegno protetta, o parte di essa, ovvero con le medesime tecniche, fruisce di un'opera o di parte di essa';
c) all'articolo 174-ter, comma 1, dopo le parole: 'le misure tecniche di protezione, opere o materiale protetti', sono inserite le seguenti: 'fuori dall'ipotesi prevista dall'articolo 171, comma 1, lettera a-bis)' ."
_____________

2.10
GABURRO

Sostituire il comma 2 con il seguente:
"2. Alla legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti ulteriori modifiche:
a) al comma 2 dell'articolo 171-ter soppressa la lettera a-bis);
b) all'articolo 171, dopo la lettera a), aggiunta la seguente:
'a-bis) diffonde o mette a disposizione del pubblico per via telematica, anche mediante programmi di condivisione di file fra utenti, un'opera dell'ingegno protetta, o parte di essa, ovvero con le medesime tecniche, fruisce di un'opera o di parte di essa';".
_____________

2.7
VALDITARA

Al comma 3, sopprimere il secondo periodo.
_____________

2.8
VALDITARA

Al comma 3, dopo le parole: "una commissione avente il compito di elaborare," aggiungere le seguenti: "sentito il parere delle associazioni delle categorie interessate".
_____________

2.9
VALDITARA

Al comma 3, aggiungere in fine il seguente periodo: "Della commissione fanno parte anche i rappresentanti delle associazioni delle categorie interessate".
_____________



2.11
GABURRO

Al comma 3, aggiungere in fine il seguente periodo: "Della commissione fanno parte anche i rappresentanti delle associazioni delle categorie interessate".
_____________

2.12
ACCIARINI, Vittoria FRANCO, PAGANO, MODICA, TESSITORE

Al comma 3, aggiungere infine il seguente periodo: "La commissione composta da almeno un rappresentante delle organizzazioni maggiormente rappresentative per ciascun settore di attivit economica e autoriale afferente al diritto dautore ed al commercio elettronico (providers, associazioni di consumatori, SIAE, associazioni di categoria di autori e editori) nonch da un rappresentante per ciascuna istituzione ed ente pubblico competente in materia di diritto dautore e commercio elettronico".
_____________


2.13
ACCIARINI, Vittoria FRANCO, PAGANO, MODICA, TESSITORE

Sopprimere il comma 6.
_____________

2.100
FAVARO

Sopprimere il comma 7.
_____________

2.14
ACCIARINI, Vittoria FRANCO, PAGANO, MODICA, TESSITORE

Sopprimere il comma 9.
_____________
2.16
ASCIUTTI

Al comma 9 sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: "e dopo le parole: 'presso il Gabinetto del Ministero per i beni e le attivit culturali' sono aggiunte le seguenti: 'e le direzioni generali competenti' ".
_____________

2.17
ASCIUTTI

Sopprimere il comma 12.
_____________

2.15
BARATELLA, MACONI, ACCIARINI

Dopo il comma 12 aggiungere il seguente:
"12-bis. All'articolo 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 luglio 2001, n. 338, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) il comma 1 sostituito dal seguente:
'1. Il contrassegno applicato sul supporto o sulla custodia in plastica del supporto, ad esclusione dell'involucro di copertura in cellophane, deve risultare visibile e integro e recare caratteristiche tali da non poter essere rimosso senza danneggiamento o trasferito su altro supporto";
b) il comma 4 abrogato."
_____________
2.21
ASCIUTTI

Dopo il comma 12 aggiungere il seguente:
"12. Al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 28, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti ulteriori modifiche:
a) agli articoli 3, 13, 14, 15 e 16, ovunque ricorrano, le parole: 'decreto ministeriale di cui all'articolo 12, comma 5' sono sostituite dalle seguenti: 'decreto ministeriale di cui all'articolo 12, comma 5-bis';
b) all'articolo 12, dopo il comma 5 aggiunto il seguente:
'5-bis. Con uno o pi decreti ministeriali sono stabilite le modalit tecniche per la concessione delle misure di sostegno alla produzione, alla distribuzione, all'esercizio ed alle industrie tecniche, di cui agli articoli 13, 14, 15 e 16';
c) all'articolo 13, comma 2, l'ultimo periodo sostituito dal seguente: 'Con il medesimo decreto ministeriale sono stabilite, altres, le modalit tecniche di destinazione dei proventi dei diritti di utilizzazione, fatti salvi quelli oggetto di prevendita' ".
_____________


2.18
ASCIUTTI

Dopo il comma 12 aggiungere il seguente:
"12-bis. Ai destinatari di contributi in favore delle attivit musicali e di danza di cui ai decreti ministeriali 8 febbraio 2002, n. 47, e 21 maggio 2002, n. 188, nonch per la promozione delle attivit cinematografiche di cui all'articolo 19 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 28, e successive modificazioni, il Ministero per i beni e le attivit culturali pu concedere anticipazioni sui contributi da assegnare nella misura del 50 per cento del contributo percepito con riferimento all'anno precedente, qualora le relative commissioni consultive non abbiano reso il prescritto parere entro il 30 giugno dell'anno di riferimento. Le anticipazioni sono concesse solo a soggetti che abbiano presentato regolare istanza nei termini previsti, che siano stati destinatari del contributo per pi di tre anni e che abbiano regolarmente documentato l'attivit svolta nell'ultimo triennio. Il Ministero per i beni e le attivit culturali pu disporre il recupero totale o parziale delle somme anticipate".
_____________

2.19
ASCIUTTI

Dopo il comma 12 aggiungere i seguenti:
"12-bis. Le disposizioni di cui agli articoli 72 e 93 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, non si applicano alle somme iscritte nei capitoli di bilancio relativi agli interventi di sostegno al settore dello spettacolo di cui alla legge 30 aprile 1985, n. 163.
12-ter. All'articolo 2, comma 3, del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2004, n. 128, le parole da: 'sono versate' a 'riassegnate al' sono sostituite dalle seguenti: 'confluiscono nel'".
_____________

2.101
ASCIUTTI

Aggiungere in fine i seguenti commi:
"12-bis. Al comma 61 dell'articolo 1 del decreto legge 23 ottobre 1996, n. 545, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 dicembre 1996, n. 650, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) nel primo periodo, le parole: 'Capo del Dipartimento dello spettacolo' sono sostituite dalle seguenti: 'direttore generale competente';
b) l'ultimo periodo sostituito dal seguente: 'Il direttore generale competente pu delegare, di volta in volta, un dirigente della medesima Direzione generale a presiedere le singole sedute delle commissioni.'
12-ter. Al comma 68 dell'articolo 1 del decreto legge 23 ottobre 1996, n. 545, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 dicembre 1996, n. 650, l'ultimo periodo sostituito dal seguente: 'Del comitato fanno parte il Capo del dipartimento per lo spettacolo e lo sport ed i direttori generali competenti'".



news

20-04-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 aprile 2018

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

Archivio news