LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

RELAZIONE ILLUSTRATIVA - DISEGNO DI LEGGE QUADRO SULLA QUALITA ARCHITETTONICA
2004-02-27


Premessa

Il presente disegno di legge, nellambito dei compiti istituzionali rimessi alla cura del Ministero per i beni e le attivit culturali, relativi alla promozione della cultura architettonica ed urbanistica, si pone lobiettivo di richiamare lattenzione dei cittadini, delle istituzioni, dei professionisti e di tutti quanti operano nel settore, sul tema della qualit dellarchitettura, dellurbanistica, degli spazi urbani e del territorio e del raggiungimento di pi elevati standard di progettazione e di realizzazione delle opere pubbliche e delle infrastrutture, in grado di contribuire alla salvaguardia del paesaggio e al miglioramento della qualit della vita della collettivit.

A fronte della compromissione del territorio e dei suoi valori paesaggistico-ambientali diffusa ormai in gran parte del paese, frutto degli interventi architettonici e urbanistici recenti, indispensabile ribadire il valore culturale dellarchitettura, riconoscendone il ruolo fondamentale nellambito della corretta gestione del territorio e nella definizione dei contesti storici, ambientali e sociali.

Il perseguimento di questi fini vede coinvolte in via primaria le Amministrazioni pubbliche statali, in specie il Ministero per i beni e le attivit culturali ed il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ed assume, nei confronti delle Regioni e degli altri enti locali, il carattere di una disciplina che valga ad individuare i principi fondamentali, nel quadro di una legislazione concorrente, in ordine alle modalit operative pi idonee a favorire la qualit architettonica del costruito ed il suo armonico inserimento nellambiente circostante.

Lo schema proposto ricalca quello approvato in prima lettura dal Consiglio dei Ministri e comprende le modificazioni concordate in Conferenza Unificata il 10 dicembre 2003, con marginali cambiamenti (allarticolo 15) concordati con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, al fine di renderlo coerente con le prospettive evolutive della legge Merloni.


Il testo parte dalla affermazione delle finalit (articolo 1).
Con riferimento allarticolo 9 della Costituzione (La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.) si richiama il concetto di qualit della ideazione e costruzione architettonica : una qualit riconosciuta come questione di pubblico interesse - perch capace di contribuire alla salvaguardia del paesaggio e al miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini e definita (articolo 2) come esito di un coerente sviluppo progettuale che recepisca le esigenze di carattere funzionale ed estetico poste a base della realizzazione dellopera, garantendo il suo armonico inserimento nellambiente circostante.

I principi fondamentali (obiettivi da perseguire) vengono individuati allarticolo 3 e consistono :
- nellincentivazione della qualit del progetto e dell'opera architettonica, anche con riferimento agli interventi di riqualificazione, anche favorendo il ricorso allaffidamento dei lavori mediante concorsi di idee o progettazione (considerati strumenti in grado di assicurare una maggior qualit), con una particolare attenzione al coinvolgimento delle giovani professionalit;
- nellideazione e la progettazione di opere architettoniche, per le quali il Ministero dei beni culturali ed il Ministero delle infrastrutture si impegnano a ricorrere direttamente al concorso di idee o progettazione, per le proprie opere e quelle di altre amministrazioni che lo richiedano;
- nella dichiarazione delle opere di architettura di importante carattere artistico, tramite la dichiarazione di cui allart. 20 delle legge n. 633/1941;
- nella promozione dellalta formazione e della ricerca in campo architettonico ed urbanistico;
- nella conservazione, gestione e valorizzazione degli archivi di architettura e di urbanistica contemporanei, soprattutto attraverso le attivit del Centro nazionale per le arti contemporanee nei settori dellarchitettura e dellurbanistica.

In particolare, larticolo 4 volto allincentivazione della qualit del progetto e dell'opera architettonica, anche con riferimento agli interventi di riqualificazione paesaggistico-ambientale e punta a favorire il ricorso allo strumento del concorso di idee o progettazione riconosciuto come importante occasione di confronto e competizione tra idee e soluzioni progettuali, e quindi come garanzia di qualit dei risultati.
A tal fine viene istituito un fondo per il finanziamento delle spese, cui possono attingere i soggetti pubblici che, pur non essendovi tenuti, ricorrono allo strumento del concorso di idee o di progettazione.
I criteri e le modalit di erogazione dei finanziamenti saranno definiti da un comitato tecnico paritetico, istituito con decreto del Ministro per i beni e le attivit culturali, dintesa con la Conferenza unificata.

Larticolo 5 prevede che i Ministeri per i beni e le attivit culturali e delle infrastrutture e dei trasporti si impegnino a ricorrere direttamente al concorso di idee o progettazione, per le opere di rilevante interesse architettonico di propria competenza e, su richiesta, per le opere di rilevante interesse architettonico delle altre amministrazioni competenti.
Le Regioni invece individueranno le opere per le quali ricorrere al concorso di idee o progettazione nellambito dei rispettivi programmi triennali delle opere pubbliche.

Allarticolo 6 prevista lattivazione delle procedure di riconoscimento delle opere di architettura contemporanea, utilizzando in modo pi esteso lo strumento della dichiarazione di importante carattere artistico gi prevista dallarticolo 20 della legge 633 del 1941 sul diritto dautore. La dichiarazione pu essere rilasciata dufficio o su proposta delle Regioni e degli Enti locali, dal Ministero per i beni e le attivit culturali per quelle opere di architettura contemporanea che vengano ritenute particolarmente significative ed eventualmente meritevoli di erogazione di contributi finalizzati alla conservazione. Per rendere omogenee le valutazioni prevista la definizione concertata di criteri e standards. Comunicata al proprietario o possessore dellopera e allautore, la dichiarazione viene altres portata a conoscenza del Comune ove limmobile ha sede. Eventuali modificazioni sulle opere che sono state oggetto della dichiarazione, dovranno essere comunicate al Ministero, che, verificata la permanenza dellimportante carattere artistico, in caso di esito negativo della verifica, revoca la dichiarazione.

Il provvedimento prevede anche il rilascio di riconoscimenti (articolo 7) e lerogazione di contributi economici (articolo 8). I riconoscimenti sono destinati a quegli enti pubblici e soggetti privati che si siano distinti nel commissionare, ideare o realizzare progetti e opere di particolare qualit architettonica e urbanistica. Le opere dichiarate di importante carattere artistico, realizzate da pi di 10 anni, potranno fruire di contributi per lavori di manutenzione, restauro e ristrutturazione o consolidamento.

Larticolo 9 disciplina la pubblicit delle opere di architettura contemporanea, prevedendo laccessibilit alle informazioni in via telematica, nellambito di un sistema a rete che collegher il Centro nazionale per le arti contemporanee nei settori dellarchitettura e dellurbanistica con le omologhe strutture esistenti o che nasceranno nelle Regioni.
Viene anche previsto che gli edifici dichiarati in base allarticolo 6 o che abbiano ricevuto i riconoscimenti di cui allarticolo 7 del disegno di legge, dovranno riportare in evidenza lindicazione del nome del progettista, del committente, dellesecutore delle opere e il riferimento al riconoscimento o alla dichiarazione.

Dispone larticolo 10 che, previe intese con il Ministero dellistruzione, delluniversit e della ricerca scientifica, i Ministeri promuovano iniziative di alta formazione e di insegnamenti scolastici volti alla conoscenza e alla diffusione della cultura architettonica ed urbanistica. Per lalta formazione previsto, altres, il coinvolgimento degli ordini professionali.

Si precisano, allarticolo 11, i compiti nel settore dellarchitettura e dellurbanistica che svolger il Centro per la documentazione e la valorizzazione delle arti contemporanee in collaborazione con le omologhe strutture regionali. In particolare, provveder a: raccogliere e conservare i materiali documentali relativi all'architettura e all'urbanistica moderna e contemporanea, nonch gli archivi degli architetti e degli urbanisti e quelli degli enti e delle imprese che hanno operato nel settore; promuovere, dintesa con le Regioni e in collaborazione con le universit, e gli enti locali, la costituzione di centri territoriali di documentazione per l'architettura e per l'urbanistica moderna e contemporanea; costituire e sviluppare la rete informativa nazionale sugli archivi dell'architettura e dell'urbanistica, in collaborazione con gli altri centri di documentazione e con gli istituti pubblici e privati che perseguono finalit analoghe; promuovere la conoscenza della cultura e del patrimonio architettonico e urbanistico mediante iniziative culturali.

Larticolo 12 prevede la redazione, nonch le modalit di aggiornamento, del Piano per la qualit delle costruzioni pubbliche, elaborato dal Ministero per i beni e le attivit culturali, di concerto con quello dei trasporti e delle infrastrutture e sentita la Conferenza unificata, per individuare, con previsione triennale, le linee prioritarie di intervento ai fini della legge. Il Piano rappresenta unimportante opportunit di affermazione e di concretizzazione dei principi fondanti della presente legge, volti a ribadire linteresse della collettivit per la qualit architettonica nelle opere pubbliche e nelle infrastrutture.

Strumento utile al perseguimento delle finalit di cui al presente schema, la Fondazione per la qualit architettonica e dellambiente costruito, prevista allarticolo 13 del presente schema. Costituita dai Ministeri delle infrastrutture e dei trasporti, per i beni e le attivit culturali e dellistruzione, delluniversit e della ricerca, e dalle Regioni, rappresenta per gli stessi e per gli altri soggetti pubblici e privati partecipanti un supporto per le attivit dettagliatamente previste nel testo di legge, fornendo altres attivit di consulenza. Le modalit di costituzione e di conferimento di beni e attivit, nonch la gestione, il controllo e i criteri di partecipazione alla Fondazione degli altri soggetti pubblici e privati, sono definiti dallo statuto della Fondazione, che approvato con decreto interministeriale.

Allarticolo 14, sono introdotte modifiche alla legge n. 633 del 1941 sul diritto dautore, in modo da assicurarne lapplicazione ai progetti di architettura, determinando la possibilit di uneffettiva tutela per i progettisti.

Sono anche introdotte, allarticolo 15, puntuali modifiche alla legge Merloni, al fine di armonizzarne alcune disposizioni con gli obiettivi che persegue la presente iniziativa legislativa.

Larticolo 16 fa salva la potest legislativa esclusiva statutariamente spettante alle Province autonome di Trento e Bolzano.




news

20-05-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 maggio 2018

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

Archivio news