LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Interrogazione a risposta orale 3-00872
2014-04-03


Atto Senato


presentata da
ROBERTO COTTI
gioved 3 aprile 2014, seduta n.223

COTTI, BERTOROTTA, CAPPELLETTI, CASTALDI, DE PIETRO, GAETTI, GIARRUSSO, GIROTTO, MOLINARI, MONTEVECCHI, SIMEONI, VACCIANO - Al Ministro dei beni e delle attivit culturali e del turismo - Premesso che:

la citt di Cagliari interessata da una estesa porzione di mura fortificate, il cui insieme architettonico il prodotto di azioni, modificazioni, ampliamenti e sovrapposizioni succedutesi nel tempo e documentate a far tempo dalla fondazione della rocca pisana, risalente al 1217;

tali mura, pur modificate nei secoli, sono tra le pi maestose testimonianze di cinta fortificatoria del Mediterraneo e, anche in ragione della lunga condizione di Cagliari quale piazzaforte militare, sono giunte in buono stato di conservazione fino ai giorni nostri;

ogni possibile alterazione delle mura rappresenterebbe un rischio non solo per il paesaggio storico, tutelato ai sensi del "codice Urbani" di cui al decreto legislativo n. 42 del 2004 e dal vigente piano paesaggistico regionale (PPR), ma anche per il contesto geofisico del luogo che, una volta alterato, comprometterebbe la qualit della vita del luogo e delle persone;

considerato che:

l'area del centro storico di Cagliari stata dichiarata di notevole interesse pubblico con decreto ministeriale 8 giugno 1977, in base all'articolo 136 del codice Urbani e, al contempo, in quanto area caratterizzata da insediamenti storici, tutelata mediante uno specifico vincolo paesaggistico dettato dalle norme tecniche di attuazione (NTA) del PPR;

in questo stratificato e delicatissimo contesto stata a pi riprese avanzata l'ipotesi di costruire un parcheggio sotterraneo che, bench pi volte rigettato, stato di recente riproposto ed approvato dall'attuale amministrazione di Cagliari, la quale ha bandito per la sua realizzazione un appalto integrato complesso che prevede la progettazione esecutiva e l'esecuzione di lavori necessari alla realizzazione di un sistema coordinato di parcheggi di scambio nel centro storico, che prevede una spesa pari a un importo di circa 11 milioni di euro, con opere tra il fronte occidentale del castello e il quartiere di Stampace, a ridosso di una porzione della cinta fortificata delimitata dalla torre dell'Elefante, dalla cortina di Santa Chiara, dal bastione di Santa Croce e dalla depressione del fosso di San Guglielmo;

per costruire il parcheggio interrato si lavorer in un'area a rischio idrogeologico medio alto e rischio archeologico, con opere che interesseranno una superficie di circa 11.000 metri quadrati, e che prevedono la realizzazione di un parcheggio multipiano di 300 posti auto, sulla cui sommit verrebbe realizzata un'area riconvertita alla pedonalit e al verde attrezzato;

il sedime di via del Cammino nuovo, su cui insistono le mura ottocentesche di Cagliari, tutelato ai sensi dell'articolo 10 del decreto legislativo n. 42 del 2004, come riconosciuto dalla locale Soprintendenza per i beni culturali e paesaggistici, e insieme alle mura soggiace alle misure di conservazione previste dal successivo articolo 20 (rubricato "Interventi vietati"), che impediscono la distruzione, il deterioramento, il danneggiamento o gli usi non compatibili con il loro carattere storico o artistico, oppure tali da recare pregiudizio alla loro conservazione;

atteso che:

le opere da realizzare in prossimit delle mura storiche cagliaritane, fortemente invasive e in poca coerenza con la candidatura della citt di Cagliari a capitale europea della cultura 2019, dovrebbero attuarsi su un tessuto storico, monumentale e paesaggistico prezioso e fragile, in prossimit della torre dell'Elefante, con implicazioni sul profilo di uno dei luoghi pi rilevanti di Cagliari dal punto di vista della riconoscibilit, e rappresentano un rischio serio e documentabile per possibili e irreparabili crolli dovuti all'attivit di sbancamento, come pi volte denunciato pubblicamente da diverse associazioni ambientaliste, "Italia nostra" in primis , dalla stampa locale e dai comitati di cittadini costituitisi a difesa del patrimonio storico cittadino;

l'amministrazione comunale di Cagliari ha ritenuto di poter approvare e realizzare il progetto nelle more dell'adeguamento del piano urbanistico comunale (PUC) al PPR, ai sensi di quanto previsto dall'articolo 13, comma 1, lett. a), n. 4, e comma 2, primo capoverso, della legge regionale 23 ottobre 2009, n. 4, dichiarandolo quindi conforme e coerente con le disposizioni del PPR, in particolare con le prescrizioni dell'articolo 52 delle relative NTA;

la disposizione richiamata dall'amministrazione comunale di Cagliari viola in realt l'articolo 143 del codice Urbani inderogabile dalla legislazione regionale in quanto normativa di riforma economico-sociale, che riserva ai piani paesaggistici la disciplina dei beni protetti, nonch il principio fondamentale posto dall'articolo 145, comma 3, che prescrive l'immediata prevalenza delle norme di tutela sugli strumenti urbanistici difformi;

in ordine alle prescrizioni dettate dall'articolo 52, comma 3, delle NTA, occorre evidenziare che: gli interventi sui tessuti edilizi e urbani che conservano rilevanti tracce dell'assetto storico devono essere rivolti esclusivamente alla riqualificazione e al recupero mediante a) manutenzione ordinaria e straordinaria, b) restauro e risanamento conservativo ai sensi dell'art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica 380/01, c) ristrutturazione edilizia interna, e da ci consegue il divieto di qualunque edificazione sull'area, fino all'adeguamento del PUC allo stesso piano paesaggistico;

tenuto conto che:

all'interno della superficie di realizzazione del parcheggio si ritrovano anche numerosi immobili protetti con vincolo storico-culturale e paesaggistico in base alle disposizioni del titolo I del decreto legislativo n. 42 del 2004 e che quelli pi importanti rientrano sicuramente la torre dell'Elefante, il "Rivellino piemontese" e le mura del bastione di Santa Croce, tutelati quali architetture militari storiche fino alla II guerra mondiale dall'articolo 48, lett. a.6), delle NTA;

la stessa Soprintendenza archeologica locale, nella persona del dottor Marco Minoja, in un articolo apparso sul quotidiano "La Nuova Sardegna", ha riconosciuto la fondata probabilit di ritrovamenti archeologici rilevanti (addirittura una necropoli di epoca romana in via del Cammino nuovo e stratificazioni delle mura nelle epoche successive) per cui ha chiesto fin d'ora la previsione progettuale di considerevoli somme da destinare alle indagini archeologiche, mentre il progetto esecutivo dovr prevedere anche somme per indagini specialistiche;

le mura di Cagliari, ultimo brano di una delle pi poderose cinte fortificate del Mediterraneo, parzialmente aggredite dopo la cancellazione di Cagliari dall'elenco delle piazzeforti (1866), devono essere tanto pi conservate nel loro contesto e rese fruibili nella loro residua interezza senza metterne a rischio l'esistenza con opere inutili e invasive,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei fatti esposti;

quali iniziative intenda intraprendere per verificare la correttezza del procedimento avviato dall'amministrazione comunale di Cagliari e, in particolare, se sia in conformit con il decreto legislativo n. 42 del 2004;

quali iniziative, infine, intenda intraprendere al fine di tutelare una fra le principali testimonianze del patrimonio storico e architettonico della citt di Cagliari, assicurando la necessaria vigilanza affinch vengano scongiurati sul nascere tutti i possibili rischi connessi alla realizzazione dell'opera.

(3-00872)

http://aic.camera.it/aic/scheda.html?core=aic&numero=3/00872&ramo=S&leg=17&gruppoPartecipanti=5&grup


news

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica d\'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

17-11-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 NOVEMBRE 2017

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d\'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l\'esperto:INTERVISTA - \"Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati\"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

Archivio news