LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Spostamento del Moai di Vitorchiano
23-08-2007
Riccardo Spinella

ALLA CORTESE ATTENZIONE DELLE AUTORITA' COMPETENTI


Segnalazioni di ipotesi di reati in piazza Umberto I di Vitorchiano VT



1) Spostamento della Scultura Monumentale MOAI

2) L'imminente spostamento della fontana del XVII Sec.

3) Taglio di un abete di 40 anni circa



Sono Riccardo Spinella nato a Vitorchiano il 03-02-1962 ed ivi residente in piazza S.Agnese, 3.

Riguardo al MOAI rinnovo la mia segnalazione di reato gi presentata il 15 febbraio scorso presso il Comando dei Carabinieri di Vitorchiano, sia per lo spostamento a cui stato sottoposto sia alla nuova collocazione a cui lo vorrebbe destinare il sindaco di Vitorchiano. Grande la sua importanza storica, culturale e folcloristica nell' ambito del nostro Patrimonio Artistico Nazionale. Originale ed unico al Mondo fuori dall' isola di Pasqua.



Il Moai una "scultura monumentale": (.opera di scultura e architettura eretta per celebrare un avvenimento storico, ecc.). Ricordo che il Moai stato eretto in piazza Umberto I per sigillare il gemellaggio tra Vitorchiano e l'Isola di Pasqua, tra i vitorchianesi e i maori della famiglia Atan. Evento storico celebrato e trasmesso in diretta su rete Nazionale nella famosa trasmissione alla ricerca dell'Arca di Mino D'Amato. Ed per questo che giusto che l ritorni, nella sua sede originale.



Secondo gli articoli della Carta Italiana del Restauro* (art. 6 parag.3 della C. I del Restauro) rimuovere il Moai reato cos come lo ogni altra opera artistica monumentale scultorea figurativa di una cultura popolare quale appunto questo MOAI (vedi art.1 della C. I del Restauro).



L'unica rimozione autorizzata per il Moai sarebbe dovuta essere determinata solo da superiori ragioni di conservazione, invece non sono state affatto le ragioni per cui il Sindaco di Vitorchiano lo ha fatto rimuovere. Infatti Il Sindaco afferma che l'ha fatto per promuovere Vitorchiano. Eppure se non avessi insistito io a far correggere il sito dello stesso Consorzio che ha organizzato la mostra d'Arte Precolombiana forse ancora si troverebbe scritto che il Moai della mostra era giunto l in Sardegna direttamente dall'isola di Pasqua e di Vitorchiano non avremmo trovato nemmeno una riga.

Infatti questo quanto era riportato in tutti gli articoli per il successivo mese dal giorno dell'inaugurazione e su molti articoli lo ancora oggi. Anche nel comunicato stampa dell'inaugurazione della mostra su Vitorchiano non troviamo nulla.



Alcuni link dove verificare:

http://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op=getarticle&id=27766



http://www.sardegnaoggi.it/notizie.php?notizia=8384



http://www.marenostrum.it/evento.php?evento=2127&t=il+Moai+tra+i+pezzi++del+museo+naturalistico+di+Collinas&chiave=moai



La mattina del 15/02/2007 dopo che ho chiamato il 112 per cercare di fermare la rimozione del Moai, il Maresciallo dei Carabinieri di Vitorchiano, giunto sul posto, dichiara che possono portarlo in Sardegna in una mostra d'arte poich non schedato dalle Belle Arti e quindi non si tratta di un'opera d'arte e quindi non vincolato dagli articoli della Carta del Restauro. Ho fatto presente al Maresciallo che se anche non avevo l'autorit per dichiararla ufficialmente un'opera d'arte avevo comunque la competenza di segnalarla un'opera d'arte, in quanto sono anche diplomato all'accademia di Belle Arti. E che comunque prima di procedere alla rimozione sarebbe stato opportuno interpellare prima la soprintendenza, e che la dichiarazione del Sig. Fatica non certificava che il Moai non fosse un' opera d'arte, ma solo che per la soprintendenza il Moai non esisteva poich non era mai stato segnalato e che quello che stavo cercando di fare io lo avrebbe dovuto fare appunto chi rappresenta l'autorit competente di zona invece di rilasciare dichiarazioni che ne hanno legittimato, secondo il Sindaco e il Maresciallo, la rimozione.

In conclusione viene smontato, senza il basamento, caricato e trasportato senza la tutela e la relativa copertura assicurativa della Soprintendenza, praticamente come un sasso. Ed ora previsto addirittura, al suo rientro, una collocazione in altro luogo, perch il Sindaco ha deciso di mettere al suo posto la fontana del XVII sec. Che si trova ora a lato di Porta Romana, sempre in piazza Umberto I di Vitorchiano.



Faccio presente che il Moai stato rimosso a forza dal basamento su cui era stato fissato e che tutt'oggi, a 7 mesi dalla sua rimozione, ancora l'Amministrazione Comunale, tanto meno la Pro Loco non si sono degnati di porre nemmeno un cartello, vicino a questo basamento, che spieghi ai numerosi visitatori per quale motivo non hanno trovato il monolite e quando potranno rivederlo.



Oggi purtroppo stato smantellato anche il basamento del Moai per far posto alla fontana del XVII sec.









*Carta Italiana del Restauro, 1972

Circolare n 117 del 6 aprile 1972 MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE



Art. 1. - Tutte le opere d'arte di ogni epoca, nella accezione pi vasta, che va dai monumenti architettonici a quelli di pittura e scultura, anche se in frammenti, e dal reperto paleolitico alle espressioni figurative delle culture popolari e dell'arte contemporanea, a qualsiasi persona o ente appartengano, ai fini della loro salvaguardia e restauro, sono oggetto delle presenti istruzioni che prendono il nome di "Carta del Restauro 1972".



Art. 4. - S'intende per salvaguardia qualsiasi provvedimento conservativo che non implichil'intervento diretto sull'opera: s'intende per restauro qualsiasi intervento volto a mantenere in efficienza, a facilitare la lettura e a trasmettere integralmente al futuro le opere e gli oggetti definiti agli articoli precedenti.



Art. 6. - In relazione ai fini ai quali per l'art. 4 devono corrispondere le operazioni di salvaguardia e restauro, sono proibiti indistintamente, per tutte le opere d'arte di cui agli artt. 1, 2 e 3:



2) rimozioni o demolizioni che cancellino il passaggio dell'opera attraverso il tempo, a meno che non si tratti di limitate alterazioni deturpanti o incongrue rispetto ai valori storici dell'opera o di completamenti in stile che falsifichino l'opera;



4) rimozione, ricostruzione o ricollocamento in luoghi diversi da quelli originari; a meno che ci non sia determinato da superiori ragioni di conservazione;





La seconda segnalazione di ipotesi di reato appunto l'imminente spostamento della fontana del XVII sec., dicono addirittura che avvenga oggi o domani.

Anche se in questo caso la fontana non fosse catalogata mi sembra di ricordare che comunque un bene tutelato dalla soprintendenza in quanto ha superato un tempo di 50 anni nella sua ultima collocazione.

E come chiaramente espresso nel comma 4 dell'art. 6 della Carta Italiana del Restauro muovere quella fontana chiaramente reato, come lo sarebbe con Fontana Grande di Viterbo, Fontana di Trevi a Roma ecc.





La terza segnalazione di ipotesi di reato il taglio, avvenuto l'altro ieri, di un abete dal tronco di circa un metro di diametro, credo abbia avuto circa 40 anni. Situato al fianco sinistro del Monumento dei Caduti sempre in piazza Umberto I di Vitorchiano. Ampia e fresca era la sua ombra dove gli anziani e non solo passavano ore serene seduti nelle panchine sottostanti.

L'altezza superava la stessa porta Romana godeva di ottima salute era perfettamente retto e rigoglioso, non provocava nessuna minaccia imminente alla adiacente cinta muraria e comunque sarebbe stato possibile in futuro monitorare la crescita al fine di non danneggiare le mura e non riesco proprio a trovare una ragione per cui abbiano deciso di reciderlo.


Vitorchiano mercoled 12 agosto 2007

Cordiali saluti

Riccardo Spinella



Altri dettagli e informazioni sono pubblicate e saranno aggiornate nel sito: www.fotovideolab.eu



http://www.fotovideolab.eu/Vitorchiano/IL_MOAI.htm



news

22-09-2017
La Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 SETTEMBRE 2017

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

04-07-2017
A proposito della differenza fra povert e scelta. Intervento di Pier Giovanni Guzzo

03-07-2017
Libert di panorama anche in Italia: un ordine del giorno della Camera dei deputati

Archivio news