LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

recensione a Giuseppe Chiarante, Sulla Patrimonio S.P.A. e altri scritti sulle politiche culturali, Roma, 2003
19-05-2003
Umberto D'Angelo

Giuseppe Chiarante, Sulla Patrimonio S.P.A. e altri scritti sulle politiche culturali, Graffiti Editore, Roma 2003, p. 109, euro 8,00.



Nel 1902 lo Stato italiano acquist la Galleria Borghese, per poi cedere lanno successivo tutta la villa circostante al Comune di Roma; allora lItalia era giovane e poverissima, ma il governo non esit a compiere una delle operazioni finanziarie e culturali pi meritevoli di cui possiamo ancora godere i frutti. La differenza tra il nostro Paese di inizio Novecento e quello di oggi, Stato consolidato e potenza economica mondiale, rende ancora pi grave e ingiustificabile lintenzione di vendere il patrimonio pubblico, o comunque utilizzarlo come garanzia, per esigenze di bilancio. Eppure, anche quel governo di cento anni fa era liberista e di destra, quindi non si tratta di ideologia politica, bens di mancanza di lungimiranza e sensibilit culturale. Giuseppe Chiarante ripercorre quella vicenda e la mette a confronto con la recente costituzione della Patrimonio S.p.A. da parte del governo Berlusconi, nellarticolo intitolato Ma lItalia oggi pi povera che a fine Ottocento?, primo tra i testi raccolti nel volume Sulla Patrimonio S.P.A. e altri scritti sulle politiche culturali, pubblicato negli Annali dellAssociazione Ranuccio Bianchi Bandinelli*.

Come dichiara lautore nellintroduzione, i testi - articoli, recensioni, note introduttive e relazioni di conferenze - sono uniti da un filo conduttore: la preoccupazione per il diffondersi di una visione che tende a subordinare la cultura, e la politica che la riguarda, a unimpostazione di tipo economicistico e alla pervasiva ideologia liberista. Le conseguenze sono devastanti, perch si smarrisce il senso profondo del valore della cultura e del patrimonio culturale : quel senso profondo che sta nellessere un elemento essenziale dellidentit di un popolo LItalia lunico paese al mondo caratterizzato proprio dalla diffusione e stratificazione del patrimonio culturale sul territorio, per cui le concezioni mercantilistiche rischiano oltretutto di annullare il legame tra il bene culturale e il contesto in cui inserito; e purtroppo non si tratta di responsabilit totali della destra di governo, in quanto anche la sinistra ha opposto una debole resistenza, se non ha acquisito in parte gli orientamenti di quelle concezioni.

Le due opposte visioni della gestione del patrimonio culturale sono rappresentate dai due libri Italia S.p.A. di Salvatore Settis e Il tesoro degli italiani di Giuliano Urbani: del primo, Chiarante rileva le serie preoccupazioni nonch le critiche, specialmente verso la separazione tra tutela e gestione, rivolte anche alla sinistra; del Ministro sottolinea i soliti facili e scontati concetti, che peraltro non trovano conferma in alcuna parte del mondo, sul rendimento economico e sullefficienza del privato rispetto al pubblico, le affermazioni contraddittorie e quelle che lasciano quanto meno perplessi.

Parlando di Musei e Soprintendenze, le condizioni per un buon governo, Chiarante esprime il concetto di rendimento complessivo del sistema dei beni culturali, proprio per la stretta connessione del museo con il territorio, di contro alla tendenza a separare la gestione dei musei dalla gestione del tessuto circostante. Seguono tre articoli, gi pubblicati sul quotidiano lUnit, in cui lautore chiede che venga riaffermato con forza larticolo 9 della Costituzione, stigmatizza le dichiarazioni del ministro Urbani sul fatto che la tutela non corre pericoli perch resta affidata ai soprintendenti, ricostruisce le operazioni effettuate dalla Patrimonio S.p.A..

La seconda parte del libro raccoglie altri scritti pi generali strettamente connessi con largomento. Nel primo ripercorre il progetto culturale di Giulio Carlo Argan, imperniato sulla valorizzazione del principio di autonomia in stretta collaborazione con il mondo scientifico; seguono lintroduzione al volume Testo Unico, norme non abrogate e altre leggi sui beni culturali e quella a Il nuovo sistema giuridico dei beni culturali - dedicato allorganizzazione del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali -, entrambi a cura di Wanda Vaccaro Giancotti e editi negli Annali dellAssociazione Bianchi Bandinelli; poi una nota sul sistema scolastico, investito anchesso da interventi che ne hanno aggravato la crisi; conclude un breve saggio su cultura, economia e politica nel Novecento, inserito per ricordare che il limite economicistico ha attraversato, durante il secolo che si appena concluso, tutta la storia della sinistra anche nelle esperienze storiche pi rilevanti e ha inciso in particolare sul rapporto fra politica e cultura.

Il volume chiuso da tre documenti: lOrdine del giorno approvato dal Consiglio Nazionale per i Beni culturali e ambientali contestualmente alla formulazione del parere conclusivo sul Regolamento di organizzazione del Ministero; i documenti Poli museali e Soprintendenze territoriali e I fini della tutela: cultura, non economia, approvati dallAssemblea generale dei soci dellAssociazione Bianchi Bandinelli.



*Questo libro sar presentato a Roma il giorno 23 maggio alle ore 17.15, presso la Casa delle Culture - via San Crisogomo 45.
Le pubblicazioni dellAssociazione Ranuccio Bianchi Bandinelli, possono essere richieste direttamente alleditore Graffiti, via del Ges 62, 00186 Roma, tel. 06.9342201 - 06.9340143, fax 06.9342168, oppure sono disponibili presso la Libreria Feltrinelli di Roma, via Vittorio Emanuele Orlando, oppure
presso la Libreria Rinascita, via delle Botteghe Oscure, Roma.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news