LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2008-03-15 - Pescara
Il prossimo 15 marzo 2008 a Pescara la manifestazione regionale per l’ambiente

Comunicato stampa del 12 marzo 2008

Associazioni e comitati presentano un dossier con 75 proposte concrete per affrontare la gravissima crisi ambientale della Regione
Per la prima volta nella storia abruzzese decine di associazioni e comitati si presentano uniti per chiedere tutela dell’ambiente e della salute e partecipazione nelle scelte che riguardano il loro territorio.

L’Abruzzo, la cosiddetta Regione dei Parchi, è alla bancarotta ambientale. Per questo decine di associazioni, comitati e movimenti hanno deciso di scendere in piazza collettivamente il prossimo 15 marzo a Pescara per chiedere una svolta radicale nelle politiche della Regione. Quella scelta è una data fortemente simbolica, ad un anno dal sequestro delle megadiscariche di Bussi.

Il dossier “EmergenzAmbiente”, presentato oggi durante una conferenza stampa a Pescara, costituisce non solo la piattaforma unitaria della manifestazione ma anche una pietra miliare nella storia dei movimenti nati per la difesa dell’ambiente e della salute nella regione. I dati ambientali riportati nel documento sono agghiaccianti: 865 siti a fortissimo rischio di inquinamento (siti industriali e discariche dismessi, discariche abusive); il 50% delle falde della Regione compromesse da nitrati e composti cancerogeni; il 35% del territorio ormai dato in concessione per la ricerca e lo sfruttamento degli idrocarburi; centinaia di cave fuori controllo molte delle quali approvate recentemente senza che da 30 anni questa regione sia dotata di un piano cave; la costa ormai cementificata per il 90%; la qualità delle acque dei fiumi in fortissimo trend negativo, il mare con qualità dell’acqua nelle classi tra “mediocre” e “fortemente contaminato”; gran parte delle discariche per i Rifiuti Solidi Urbani con gravissimi problemi ambientali; le emissioni, concesse magnanimamente, praticamente fuori controllo; la raccolta differenziata lontanissima dagli obiettivi di Legge; la Direttiva Severo Ter largamente inapplicata pur riguardando ben 23 stabilimenti a Rischio di Incidente Rilevante presenti nella Regione (come lo stabilimento Thyssenkrupp di Torino, per intenderci); le bonifiche al palo, con le discariche di Bussi neanche messe in sicurezza ad un anno di distanza dal loro sequestro; le procedure relative alla trasparenza negli atti del tutto non trasparenti.

Nonostante ciò, la classe dirigente non cerca di risolvere questi problemi ma continua a proporre interventi devastanti: strade sulla linea costiera, nuovi impianti industriali a gravissimo rischio ambientale come la Orim a Bussi e il Centro Oli ad Ortona, l’uso dei cementifici come inceneritori.

Per associazioni e comitati la nostra Regione sta vivendo un periodo buio. L’incapacità della classe politica a governare, il prevalere dei particolarismi sull’interesse generale, la mattanza che il territorio subisce quotidianamente, la violazione delle regole, la commistione tra politica e affari, la scarsa trasparenza e la moltiplicazione dei conflitti di interesse, le infiltrazioni criminali organizzate non lasciano dubbi: in Abruzzo è emergenza ambientale e democratica.

Tale è la distanza tra larga parte della classe politica e i cittadini che gli amministratori neanche si sono accorti della rilevanza dell’iniziativa di associazioni e comitati che per la prima volta nella storia della regione hanno stretto un’alleanza basata su chiari obiettivi da perseguire nei prossimi anni. La manifestazione del 15 marzo è l’inizio di un cammino comune per una riforma ecologica che richiede scelte di cambiamento radicale. L’Abruzzo ha bisogno di scelte conflittuali che penalizzino gli interessi di parte e premino gli interessi collettivi.

Comitati e associazioni si presentano con una piattaforma con ben 75 proposte concrete per cambiare realmente in maniera sostenibile la gestione del territorio e i rapporti tra pubblica amministrazione e cittadini. Si va, tra le tante proposte, dalla richiesta della raccolta differenziata “porta a porta” da realizzare in tutti i comuni entro un anno alla redazione della Carta della Natura; dalla redazione del Piano di Tutela delle Acque e del Piano Cave all’immediata bonifica dei siti inquinati; dall’applicazione della Legge Severo TER alla partecipazione dei cittadini e delle associazioni nei procedimenti autorizzativi; dalla riforma del Comitato Valutazione di Impatto Ambientale e degli organismi di controllo alla realizzazione di indagini epidemiologiche nei siti a rischio; dal raddoppio dei fondi destinati alle attività di monitoraggio e prevenzione all’adozione di un nuovo Piano Paesistico che fermi il consumo del territorio; dal ribaltamento della proporzione attuale tra investimenti per le infrastrutture viarie extraurbane e per infrastrutture urbane (da 3 a 1 a 1 a 3), privilegiando interventi per la mobilità su ferro e per quella collettiva nelle aree urbane alla certificazione ambientale dello sfruttamento delle foreste entro il 2012.

I comitati, le associazioni e i movimenti lanciano un appello ai cittadini abruzzesi affinché il prossimo 15 marzo a Pescara scendano in piazza per ottenere una migliore qualità della vita e la tutela concreta dell’ambiente. L’appuntamento per tutti è alle ore 15:00 alla Madonnina presso il Porto Nord, da cui il corteo si snoderà per le vie di Pescara per concludersi a Piazza Salotto.




Aderiscono al Comitato EmergenzAmbiente Abruzzo:

Abruzzo Social Forum, WWF, Legambiente, Ass. Costambiente-Lanciano, Mare Libero, Comitato Difesa Ambiente, ARCI, comitato provinciale di Chieti e circolo territoriale di Vasto, Ass. La Ghiandaia –Manoppello, Lav Abruzzo, Abruzzo in Movimento –Ortona, Ass. Ecovie –Lanciano, Comitato Natura Verde –Ortona e Tollo, Ass. Maiora Premunt-Pescara, Meetup di Chieti, AGESCI Pescara, Comitato Abruzzese del Paesaggio, Centro Internazionale Crocevia, Circolo per la Valorizzazione delle Terre Pubbliche, Ass. Libera, Ass.Il Mandorlo Pescara, Ass. Mate Proloco Orsogna ARCI "Maurizio Padula" - Sulmona Associazione Culturale Ardinia -piana Navelli- Il Martello del Fucino Deposito dei Segni CASA PER LA PACE DI SULMONA Pro Loco di Vacri ADICONSUM Centro Nascita e Vita Naturale Associazione Sportiva e Socioculturale Il Delfino" Cittadini della Valle Futura per costruire una Valle Peligna migliore, Coop. Pacha Mama Studenti Lanciano Consulta prov. studenti Chieti Comitato Antenne S.Silvestro(PE) Ass. MAREd'aMARE - Pescara, Stazione ornitologica abruzzese, Coop.Ecotur -Pescasseroli, Ass.”Terrae” onlus, Cittadinanzattiva, Ass. “Cittadini per via Raffaello e dintorni” –Pescara, “Tutela e Salvaguardia del Creato“ Diocesi di Pescara, Cantina Coltivatori Diretti, Coop. Pralipè, Comitato per la difesa del fiume Pescara, Comitato Tutela Val Tordino –Notaresco, Comitato Anti Discarica La Torre –Teramo- Italia Nostra- Pro Natura Abruzzo- Comitato civico interregionale per il paesaggio di Castel di Sangro- Ass. Il Nibbio –Scontrone, Ass. Mountain Wilderness, Comitato Naturalistico di Rosciolo (AQ), Ass.Jonathan –Pescara, Vastesi.com, Comitato per la Rinascita di Pescomaggiore (AQ), Ass. “Medici per l'Ambiente”- Ass. Mediterracqua


INFO:
www.marelibero.org

3381195358, 3683188739, 3338391147.

Il dossier è disponibile via email: a.desanctis@wwf.it



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news