LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2008-02-01 - Pisa
Pisa. Un’altra città è possibile?

Interferenze Urbane 2.0 a Rebeldìa l’1-2 febbraio, promuovono
Progetto Rebeldìa e Legambiente - Pisa

Un’altra città è possibile? A questa domanda prova a rispondere il
secondo appuntamento di Interferenze Urbane promosso dal Progetto Rebeldìa e Legambiente Pisa che si svolgerà l’1 e 2 febbraio a Rebeldìa in via Battisti 51/633.
Interferenze Urbane vuole essere uno spazio pubblico dove pensare e lavorare insieme ad un’idea di pianificazione urbanistica differente da quella definita dall’amministrazione comunale in questi anni.
Infatti Pisa è oggetto di una radicale trasformazione che ne cambierà il volto e non in meglio. La tendenza che emerge è quella di aggiungere metri cubi a metri cubi, senza obiettivi socialmente condivisibili e senza alcun criterio di sostenibilità.
Le destinazioni d’uso della aree del S.Chiara e delle caserme, che
saranno oggetto nella giornata di sabato 2 febbraio di un seminario a cui parteciperanno Piero Pierotti e Olimpia Niglio, ci aiutano a capire l’impostazione complessiva che l’amministrazione comunale ha dato a questo processo. Nel caso delle vecchie caserme (circa 200 mila metri cubi di volume totale) i progetti prevedono: 35% residenze con finiture di
pregio, 20% uffici, 30% ricettivo (hotel a 5 stelle), 15% commerciale e parcheggi per circa 1800 nuovi posti auto. Ancora più sorprendente è quello che avverrà per il Santa Chiara: ‘su una superficie di quasi 118 mila mq: il 30% è destinato ad uso pubblico, il 10% in concessione, il 60% a uso residenziale di lusso, oltre ad un albergo nell’attuale clinica chirurgica. Lo stesso sindaco di Pisa ha riconosciuto che è "la redditività dell’intervento”, che spinge a vendere le vecchie strutture per recuperare le risorse per le nuove costruzioni. Il paradosso
è che, dai dati ad oggi disponibili, questo pareggio di bilancio è
fittizio e le nuove opere costeranno più del ricavato ottenuto dalla vendita delle strutture esistenti: ad esempio dalla vendita delle vecchie caserme si ricaveranno circa 60 milioni di euro mentre il costo della nuova sarà di circa 70 milioni.
Questi e altri temi saranno affrontati con gli urbanisti Falqui e
Scandurra e con il Presidente del X Municipio di Roma, Sandro Medici partendo da una riflessione sulla natura e sulla forma che assume la città: cosa significa per esempio essere una metropoli di seconda generazione come viene oggi definita Pisa.
Occorre una chiara inversione di tendenza rispetto all’urbanistica
contrattata con cui di fatto si stanno privatizzando le grandi aree pubbliche, disperdendone il patrimonio e la valenza sociale. La priorità e le tipologie di infrastrutture di cui la città ha bisogno non possono essere funzionali esclusivamente agli interessi privati (associazioni del commercio o aziende come la SAT), ma in primo luogo devono andare verso la sostenibilità ambientale e sociale del sistema urbano nel suo complesso.
Tramite interventi di riqualificazione urbanistica è necessario migliorare la qualità della vita, dell’ambiente, dei servizi e della convivenza nei quartieri periferici, che rischiano sempre più di trasformarsi trasformarsi in ghetti.
Interferenze Urbane è quindi un laboratorio che mira anche a pensare e rendere concrete forme di convivenza diverse e inclusive di vita nei quartieri come quello della stazione. Per questo rilanciamo la battaglia del Progetto Rebeldìa per la sua integrazione nel piano di ristrutturazione dell’area di via Battisti, tanto più in un momento in cui i progetti per la demolizione della sua sede vanno avanti, nel più assoluto silenzio delle istituzioni. Siamo convinti che la permanenza del
Progetto Rebeldìa in questa area sia nei fatti uno strumento di democrazia e partecipazione della cittadinanza alla vita della città.
Questi sono i veri temi del confronto che poniamo con forza a chi si candiderà a governare Pisa nei prossimi anni, convinti che sia necessario segnare una discontinuità chiara con quanto fatto fino ad ora.

Progetto Rebeldìa
Legambiente Pisa


PROGRAMMA DI INTERFERENZE URBANE 2.0
PISA | 1-2 FEBBRAIO 2008
@REBELDIA

INTERFERENZE URBANE 2.0
Laboratorio per nuove pratiche di città e cittadinanza


VENERDI' 1

//h.18:30/CINEMALTROVE
ALPHAVILLE, Jean-Luc Godard, 1965, Italia-Francia

//h.20:00/ APERITIVO
nella caffetteria critica Machu Picchu

// h21:00 / VIDEO
INTERFERENZE URBANE
un video realizzato da Rebeldia Media Crew

// A SEGUIRE / DIBATTITO
LA CITTA’ CHE NON C’E’: PER UNA NUOVA CULTURA URBANISTICA E DELLA
PARTECIPAZIONE
intervengono:

Enrico Falqui /docente del Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del
Territorio dell'Università di Firenze
Sandro Medici/ presidente del X municipio di Roma
Enzo Scandurra/ docente Dipartimento di Architettura e Urbanistica per
l'Ingegneria dell'Università La Sapienza di Roma

Nell’occasione verranno presentati e saranno disponibili gli atti di
Interferenze Urbane 2-3 novembre 2007

SABATO 2

// h17:00 / TAVOLO DI LAVORO
QUALI DESTINAZIONI D’USO PER LE GRANDI AREE PUBBLICHE DI PISA? I CASI DEL
SANTA CHIARA E DELLE CASERME
partecipano:

Piero Pierotti/ Università degli Studi Pisa; presidente ArtWatch Italia
Olimpia Niglio/ docente di Restauro Architettonico, Università di Pisa

//h.20:30/ CENA SOLIDALE
a cura del collettivo CiboLiberoKC con prodotti biologici, locali e
equo-solidali

//h.22:00/ PERFORMANCE
Paolo Giommarelli in “ LETTURA DI TESTI SACRI..? “

// h22:30 /REGGAE EVENT
con TRINACRIA GIO FAMILY
Durante la serata: ESTRAZIONE DELLA CICLOTTERIA:
tenta la sorte, acquista un biglietto e una bici mai vista potrebbe essere
tua

// a partire da venerdì /
Continua la campagna ‘PORTA UN LIBRO A REBELDIA’ per la biblioteca
Babilon

promuovono:

- Progetto Rebeldía: Acklab / Africa Insieme / Mezclar - Ambulatorio
migranti / Babilon-mediateca / CiboliberoKC / Chicco di senape /
Ciclofficina / Cinemaltrove / Cinematic / El Comedor Estudiantil Giordano
Liva / Emergency Pisa / Equilibri Precari / Gruppo d'Acquisto Solidale
Pisano / Ingegneria Senza Frontiere / Laboratorio delle disobbedienze
Rebeldía / ¡Mosquito! / Osservatorio Antiproibizionista / Rebeldía Media
Crew / Rebeltheater / Scacchi Insorgenti / Gruppo TNT Lavoro non lavoro /
Trinacria Gio Family / Underground Pisa / CANALE 633-street tv

- Legambiente Pisa




news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news