LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2007-08-19 - Albania
Ricerche archeologiche subacquee in Albania

Si svolgerà tra il 19 agosto e il 2 settembre la prima campagna di ricerche archeologiche organizzata dal Dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Foggia e dal settore di archeologia subacquea dell’Istituto Nazionale Archeologico dell’Accademia delle Scienze di Albania, con il supporto dell’Ambasciata Italiana in Albania. La direzione delle ricerche è del prof. Giuliano Volpe, con la collaborazione del dott. Adrian Anastasi (INA, Durazzo) e i dott.ri Danilo Leone e Maria Turchiano (Università di Foggia). Le ricerche si avvalgono del supporto tecnico-scientifico dell’Associazione ASSO di Roma, specializzata in attività subacquee, con la responsabilità del dott. Mario Mazzoli.
La prima campagna di ricerche, resa possibile grazie al sostegno finanziario dell’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia e dell’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo, è parte integrante di un progetto più ampio denominato (con un richiamo alla tipica imbarcazione antica degli Illiri) ‘Liburna. Archeologia subacquea in Albania’ che prevede non solo la realizzazione della carta archeologica del litorale albanese e la conduzione di scavi, ma anche attività finalizzate alla formazione di giovani archeologi subacquei e alla valorizzazione del patrimonio archeologico sommerso. In particolare si punta alla costituzione di una Scuola italo-albanese di archeologia subacquea (sotto forma di Master internazionale), promossa dalle Università di Foggia, di Tirana e di Durazzo. Una tale struttura didattica di alta formazione potrebbe anche rivolgersi a studenti dell’intera area balcanica, contribuendo alla diffusione di una cultura dell’archeologia subacquea e alla definizione di standard condivisi sotto il profilo tecnico-metodologico.
Inoltre si prevede di poter garantire un supporto italiano per la creazione di una legge albanese sull’archeologia subacquea e per la costituzione in Albania di strutture di ricerca e tutela del patrimonio archeologico subacqueo.
Tra i vari paesi del Mediterraneo occidentale l’Albania è, infatti, quello nel quale la ricerca archeologica subacquea risulta al momento ancora meno sviluppata, nonostante la straordinaria importanza delle sue coste, costellate da importanti porti antichi, medievali e moderni. Soprattutto a partire dalla caduta del regime comunista, soprattutto nella fase di grandi sconvolgimenti che ha conosciuto il paese negli anni Novanta, si è avviata una drammatica e preoccupante attività di depredamento del ricco e, fino ad allora, intatto, patrimonio archeologico sommerso. Particolarmente grave è il problema, centrale in Albania come in tutti i paesi del Mediterraneo, di più efficaci misure di tutela e di vigilanza delle coste e dei porti. Al momento non si dispone di alcuna indicazione precisa sui siti sommersi e sui relitti antichi e mancano attività di indagine e di tutela di questo importante patrimonio archeologico ancora del tutto inesplorato.
Nel corso di un Convegno, organizzato dall’Ambasciata Italiana di Tirana nel luglio 2006 a Durazzo, dal titolo “La tecnologia ed il know–how italiano per la valorizzazione del Patrimonio Subacqueo in Albania”, si è effettuato il punto della situazione e si è tracciato un progetto, approvando anche un Documento che ha affidato in particolare alle Università di Foggia e di Tirana il compito di avviare attività di ricerca archeologica subacquea in Albania ed anche di costituire una Scuola italo-albanese di archeologia subacquea.
Le prime ricerche riguarderanno una delle zone più interessanti dal punto di vista paesaggistico e culturale, la baia di Porto Palermo. La baia presenta per più versi caratteri ideali per la ricerca sia perché si tratta di un naturale punto di sosta e di rifugio per le navi che praticavano il cabotaggio lungo la costa albanese, sia per la presenza del Castello di Ali Pasha, che si spera di poter trasformare in futuro in un ‘Museo del Mare’
La campagna di ricerche vedrà impegnata una équipe di circa 20 archeologi e tecnici italiani e albanesi, tra cui anche alcuni studenti dell’Università di Foggia e di Tirana.







news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news