LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2007-02-22 - Roma
Archeologia e identità nazionale in Italia e Europa 1800 - 1950
Reale Istituto Neerlandese
http://www.knir.it/index.pl/info-studenti

Tavola Rotonda


Round Table Archaeology and National Identity in Italy and Europe 1800 - 1950




Reale Istituto Neerlandese a Roma / Royal Dutch Institute at Rome

21 e 22 febbraio 2007 / February 21 and 22, 2007





Comitato organizzativo / Organizing committee



Prof. Dr. Marjan Schwegman (Reale Istituto Neerlandese a Roma)

Dr. Martijn Eickhoff (Radboud Universiteit Nijmegen)

Dr. Nathalie de Haan (Radboud Universiteit Nijmegen)



Segretaria / secretary: dott.ssa Eelkje Meindertsma (academic.secretary@knir.it)



Introduction / Introduzione



Academia has no fatherland, the humanistic ideal says. Between 1800 and 1950, many archaeologists regarded the city of Rome with its omnipresent classical antiquities to be the place par excellence to put this concept into practice. Paradoxically, this academic archaeological internationalism often merged perfectly with the Italian nationalistic or imperialistic ideals. At the same time, it was often due to nationalistic considerations that foreign archaeologists were able to carry out research in Rome.

During the KNIR-roundtable sessions of February 21 and 22 2007, we will discuss how Italian and international research in Rome developed and interacted between 1800 and 1950. How did the French occupation of Rome, the German and Italian unification, the First and Second World War, and the rise and fall of the dictatorships effect archaeological practice in Rome and elsewhere in Italy? Within these historical, social and political contexts, we aim to analyze how archaeology time and again became part of politics of identity.

Was Rome indeed the centre of an ‘archaeological’ clash between imperialism, nationalism, regionalism, and the universalistic notion that antiquity represented the origin of human civilization? Or would peaceful coexistence be a more fitting qualification? In order to formulate an answer to such questions, we will analyse the role of academic paradigms, and discuss the position of institutions such as foreign schools, the Papal collections and the Italian archaeological museums and organizations. Apart from that, we will focus on the role of archaeologists, their views on the early past, and the different audiences they addressed.


Programma preliminare / Preliminary Programme



Mercoledi 21 febbraio Archaeology and Identity



14.30 Benvenuto

15.00 Salvatore Settis (Pisa) - (‘keynote lecture’ su

Archeologia e Identità)

16.00 Christian Jansen (Bochum) - Das Deutsche Archäologische Institut zwischen Transnationalität und deutscher auswärtiger Kulturpolitik



16.45 Pausa



17.15 Philippe Foro / Sarah Rey (Toulouse) - La politica archeologica della Francia dall'inizio del Novecento alla Seconda Guerra mondiale : tra ricerche e prestigio

18.00 Stephen Dyson (Buffalo) - Where Caesar Never Trod: exiles, ideology, and tradition in American Classical Archaeology



18.45 Discussion



19.15 Rinfresco



Giovedi 22 febbraio



Mattina / Morning: Visioni e paradigmata



09.00 Mirjam Hoijtink (Amsterdam) - The urge to EXHIBIT. Egypt and Etruria in the Vatican Museums, comparing contemporary developments in early 19th century European museums

09.45 Alessandro Guidi (Verona) - Prehistoria e identità nazionale in Italia: Storia di un rapporto difficile



10.30 Pausa caffè



10.45 Horst Blanck (Roma) - Das Istituto di

Corrispondenza Archeologica

11.30 Martijn Eickhoff (Nijmegen / Amsterdam): With heart and soul: Byvanck and the archaeology of fascist Rome

12.15 Thomas Fröhlich (Roma) - Ricerche sui Longobardi ed Ostrogoti in Italia promosse dal DAI Rom 1937 – 1943.



13.00 Discussion



13.30 -14.30 Pausa pranzo



Pomeriggio / afternoon: Biografie



14.30 Jürgen Krüger (Karlsruhe) – Der Kronprinz und sein Gesandter – zwei Biographien im Dienst der römischen Archäologie

15.15 (Evt. Domenico Palombi – Rodolfo Lanciani)

16.00 Rachele Dubbini (Roma/Heidelberg) – G.E. Rizzo e

il Fascismo

17.00 Nathalie de Haan (Nijmegen) – Umberto Zanotti Bianco – Paola Zancani Montuoro



17.45 Pausa



18.00 Conferenza Marjan Schwegman (Roma): Garibaldi, Pompei e l’identità nazionale italiana





STUDENTI E RICERCATORI
Borse di studio del Reale Istituto Neerlandese a Roma
Il Reale Istituto Neerlandese a Roma mette a disposizione di studenti e studiosi olandesi un certo numero di borse di studio per fare delle ricerche a Roma nel campo dell'archeologia, storia, storia dell'arte e discipline correlate.


Corsi per studenti e laureati olandesi
Ogni anno il Reale Istituto Olandese a Roma organizza corsi di archeologia, storia e storia dell'arte per studenti e laureati delle università olandesi.

Dr. Ted Meijer-Stipendium
Nel 1998 il Consiglio Direttivo dell'Istituto ha istituito il Dr. Ted Meijer Stipendium in ricordo del direttore Ted Meijer prematuramente scomparso nel 1997. Lo Stipendium è destinato a un neolaureato o neodottorato delle università olandesi.


Hugenholtz-Stipendium
Nel 2006 la Fondazione degli amici dell'Istituto ha istituito il Hugenholtz-Stipendium. Lo Stipendium è destinato a un neolaureato delle università olandesi.

Per informazioni dettagliate si prega di consultare la versione olandese di questo sito.



Masterclass
8-12 maggio 2006



Città, stati regionale e formazione dello stato, XIVe-XVIe secoli





Da lunedì 8 fino a venerdì 12 maggio 2006 il Reale Istituto Neerlandese a Roma organizza una masterclass per dottorandi in storia. Il titolo della settimana di studio sarà: 'Città, stati regionali e formazione dello stato. XIV-XVI secoli'. L'idea è che ogni participante presenterà durante questi giorni un aspetto della sua ricerca in un intervento di circa 30 minuti. Questa presentazione sarà seguita da un breve commento preparato da uno degli altri partecipanti (ca. 10 minuti) e da una riflessione di un esperto (il cosidetto master). Inoltre prevediamo una lezione inaugurale dal prof. W. Blockmans dell'Università di Leiden ed una escursione ad Anagni ed Orvieto.

Offriamo 10 borse di studio per i partecipanti che copriranno le loro spese di viaggio e di soggiorno per la durata della masterclass all'Istituto Neerlandese. Inoltre, una cena comune e le spese per l'escursione saranno a carico nostro.

Vorremo che questa iniziativa internazionale dia ai giovani ricercatori neerlandesi l'opportunita di confontrarsi e scambiare delle idee con dottorandi che provengono da altre culture storiografiche. Per questa ragione metteremo la metà delle dieci borse a disposizione di studiosi neerlandesi e l'altra metà di ricercatori che preparano i loro dottorati di ricerca altrove. Per facilitare la comunicazione utilizzeremo il più possibile l'inglese come lingua di lavoro. In caso di bisogno faremo ricorso al francese, l'italiano o il tedesco.

L'inscrizione per questa masterclass e chiusa le 15 marzo 2006. I canditati accettati hanno ricevuti una conferma.




Per informazioni:



dr. Hans Cools

Reale Istituto Neerlandese Roma

via Omero 10-12

I-00197 Roma

tel: 06 32 69 62 31

history@nir-roma.it



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news