LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2012-03-13 - Paesaggio, costituzione, cemento: Salvare Settis a L'Aquila


Paesaggio, costituzione, cemento: Salvare Settis a L'Aquila

Il tema del “paesaggio” è una delle spine nel fianco del dibattito contemporaneo. Tra i temi caldi del Paese, rappresenta una delle scommesse più importanti della società, con la quale salvare o ipotecare il nostro futuro.

Le cronache in materia con le quali l’Italia ha tristemente attraversato l’ultimo quinquennio sono la cartina di tornasole di una devastazione dell’ambiente strutturale e programmatica che colpisce tutto e tutti, persino i beni culturali. Gli scavi di Pompei, come la città de L’Aquila, sono stati il sintomo e il simbolo di questo stato di degrado, le cui immagini hanno fatto il giro del mondo, raccontando tristemente un’altra Italia.

La città de L’Aquila, nella fattispecie, dopo il grave terremoto che l’ha colpita il 6 aprile 2009, con le sue meravigliose chiese ancora chiuse al pubblico e il suo centro storico, oggi, a quasi tre anni dal sisma, in gran parte inaccessibile ai cittadini, è divenuta l’esempio di quanto ambiente, cultura e memoria siano tre parole chiave, strettamente legate.

Con queste premesse, il 13 marzo 2012 alle ore 17,00 presso l’Auditorium della Fondazione Carispaq “Elio Sericchi”, l’Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo invita Salvatore Settis, docente emerito presso la Scuola Normale Superiore di Pisa ed eminente figura del panorama culturale nazionale ed internazionale, Tommaso Montanari, docente di Storia dell’Arte all’Università degli Studi di Napoli, il giurista Gino Famiglietti, direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Molise, ad un confronto, introdotto dal saluto del Presidente della Fondazione Carispaq Roberto Marotta e moderato dal Presidente dell’Associazione Amici del Musei d’Abruzzo Walter Capezzali.

L’incontro, organizzato da Maddalena Bonicelli, Germana Galli e Santa Nastro, è realizzato grazie al sostegno della Fondazione Carispaq, nell’ambito del suo decennale impegno nei confronti del patrimonio culturale del territorio, e oggi della sua ricostruzione a seguito del sisma. Intitolato Paesaggio Costituzione Cemento.

L’Aquila, città simbolo della battaglia per l’ambiente contro il degrado civile? richiamando il testo di Salvatore Settis (Paesaggio Costituzione Cemento. La battaglia per l’ambiente contro il degrado civile) edito da Einaudi nel 2010, l’appuntamento vuole essere una riflessione aperta alla partecipazione del pubblico e alla città de L’Aquila.

Dopo i danni provocati dal sisma rimangono alcune questioni ancora aperte nel complesso passaggio dalla gestione dell’emergenza alla necessità, oggi, di compiere precise scelte per colmare il ritardo della ricostruzione: un paesaggio trasformato e spesso danneggiato dagli insediamenti provvisori, un centro storico ancora vuoto e disabitato, la lentezza dei meccanismi decisionali che bloccano ancora la quasi totalità dei restauri, il rischio sempre più forte di una definitiva perdita di identità e di memoria.

Il paesaggio, l’ambiente il patrimonio culturale – spiega Salvatore Settis in un suo articolo per il quotidiano La Repubblica – sono come il sole e le stelle: illuminano e condizionano la nostra vita, corpo e anima. Perciò hanno un ruolo così alto nella Costituzione, dove incarnano l’idea che ne è il cuore: il bene comune e l’utilità sociale sovraordinati al profitto privato. Paesaggio, ambiente e patrimonio richiedono sapienza tecnica per essere tutelati: ma richiedono anche un’idea di Italia, un’idea declinata al futuro. La relazione tra le tematiche della salvaguardia dell’ambiente e del patrimonio culturale si fa, infatti, sempre più stretta, in un paese come l’Italia che ha vissuto “smottamenti” veri e propri, ma anche sociali e culturali.

Soprattutto, nell’ultimo decennio il Paese ha abdicato alle proprie risorse naturali e culturali e alla possibilità di applicare a questi argomenti una strategia a lungo termine. Oggi che “patrimonio culturale” e “risorse naturali” sembrano essere diventate nuovamente, almeno nominalmente, le parole d’ordine del dibattito nazionale, la sfida diventa quella di proporre un discorso virtuoso che non si fossilizzi sul passato, ma che sia aperto al futuro e alla contemporaneità e che miri ad una ricostruzione, che sia non solo strutturale, ma anche identitaria, aperta ad una nuova idea, condivisa e collettiva, di Italia.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news