LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2010-05-24 - Sant’Ambrogio, Cefalù (Pa) – Parco delle Madonie
Il turismo responsabile nel Sud Europa: Assemblea Nazionale A.I.T.R.
Mail alla Redazione del 10-5-2010

La Sicilia, secondo una suggestiva definizione di un grande scrittore siciliano, può dirsi “meno di una nazione, ma più di una regione”.
Forse anche per questo è stata vista come quel “laboratorio privilegiato” per formule politiche, anticipatrice di scenari nazionali, o come luogo particolare per analisi sociologiche ed antropologiche. Un microcosmo in cui si mescolano vizi e virtù, bene e male, in un manicheismo di giudizi che porta critici e difensori ad una valutazione parziale della realtà, spesso deformata da ipocrisie, pregiudizi e luoghi comuni. E così sul visitatore occasionale, sul viaggiatore impegnato, sul turista superficiale pesano queste impostazioni: dal pessimismo di Sciascia che la riteneva una terra irrimedibile tanto da
avere sicilianizzato l'Italia, all'entusiasmo di Goethe che in questa terra riteneva ci fosse la chiave di tutto, al turista superficiale che vede insieme al mare le storture, l'arretratezza
civile e materiale, in cui perfino un fenomeno complesso e drammatico come la Mafia è considerato un elemento di folklore legato alla sicilianità.
Alla luce di queste considerazioni alcune realtà siciliane che si occupano in modo diretto o indiretto di turismo, agenzie di viaggio che promuovono il turismo responsabile, Organizzazioni Non Governative, cooperative che gestiscono beni confiscati a Cosa Nostra e che aderiscono ad A.I.T.R. (Associazione Italiana Turismo Responsabile) si sono proposte per organizzare per la prima volta in Sicilia l’assemblea nazionale della stessa
associazione e quella europea di E.A.R.T.H. (European Alliance for Responsible Tourism and Hospitality, il primo network europeo del turismo responsabile tra Italia, Francia, Belgio, Spagna, Regno Unito, Irlanda e Germania) per affrontare le tematiche relative alla sostenibilità nel comparto turistico nel Sud Europa.
A.I.T.R. - Associazione Italiana Turismo Responsabile
A.I.T.R. è un'associazione che promuove la cultura e la pratica di viaggi di turismo responsabile e favorisce la conoscenza, il coordinamento e le sinergie tra i soci.
L’associazione promuove iniziative di solidarietà e di sostegno al turismo responsabile, sostenibile ed etico al fine di elevare la coscienza e la crescita personale dei cittadini, per
la promozione di stili di vita e comportamenti di consumo e vita solidale. I soci, tra Organizzazione Non Governative, Associazioni, Tour Operator e Agenzie di Viaggio, sono
circa 100 distribuiti in tutto il territorio nazionale e si occupano stabilmente di progetti di turismo nell’ambito della cooperazione allo sviluppo.
E.A.R.T.H - European Alliance for Responsible Tourism and Hospitality
EARTH è la prima rete europea del turismo responsabile, con sede a Bruxelles. Tra i paesi partecipanti vi sono Italia, Francia, Belgio, Spagna, Regno Unito, Irlanda e Germania.
EARTH promuove l’idea del turismo responsabile in tutti i paesi europei e rappresenta gli organizzatori di viaggi di turismo responsabile e le ONG impegnate in progetti di
cooperazione allo sviluppo.
EARTH collabora con amministrazioni pubbliche e istituzioni comunitarie con un deciso orientamento verso lo sviluppo sostenibile e nel riconoscimento del ruolo e degli interessi
delle comunità locali, dell’equità, della solidarietà e della lotta alla povertà.
Le assemblee ed il Workshop
Il turismo è un fenomeno ambivalente poiché può potenzialmente contribuire al raggiungimento di obiettivi socio - economici e culturali ma può anche, allo stesso tempo,
essere causa di degrado ambientale e perdita delle identità locali. Per cercare di frenare gli effetti negativi prodotti sul territorio debbono essere avviati interventi a promozione di
un sistema turistico locale dove il luogo di produzione e quello di consumo coincidano, l’attrattiva diventi un fattore produttivo locale e sia possibile definire precisi indicatori di
sviluppo locale proprio in una logica sistemica delle interdipendenze tra beni culturali, turismo e comunità locali.
In questa stessa ottica si pone l’idea del turismo responsabile, che nasce innanzitutto dal riconoscimento che questo settore non può essere considerato come isolato dal contesto
sociale, economico e ambientale in cui viene realizzato. L’impatto del settore turistico sul territorio risulta molto significativo, in termini diretti (pagamento di servizi da parte del turista), indiretti (acquisti da parte dei fornitori di servizi turistici) e indotti (capacità di spesa
degli addetti al settore turistico).
Risulta, dunque, fondamentale la realizzazione di politiche e azioni in grado di migliorare la qualità della vita per i residenti, di creare una corretta relazione del turista con l’ambiente e di attivare un corretto uso delle risorse produttive locali. In sostanza la strategia è quella di
ridurre al minimo i danni sull’ambiente, valorizzare lo scambio interculturale tra comunità ospitante e visitatori e ottimizzare i vantaggi per la comunità locale derivanti dai flussi
turistici. Il network europeo del turismo responsabile vuole, dunque, favorire uno sviluppo locale sostenibile attraverso un’attività turistica e sociale che promuova la valorizzazione
delle culture locali nel rispetto delle esigenze del territorio, in grado di arginare i danni prodotti da un turismo di massa invadente e distruttivo.
Alla luce di queste considerazioni le cooperative A.L.I. Ambiente Legalità Intercultura, Eco Culture e Viaggi, Palma Nana, Lavoro e Non Solo, I Locandieri, insieme alle associazioni
Libera, Arci, Plein Air BdS e Ciss, tutte quante aderenti ad AITR, organizzano in provincia di Palermo, nel periodo dal 20 al 23 maggio, l'assemblea nazionale di AITR, l'assemblea
europea di E.A.R.T.H. e, per l'occasione, un workshop internazionale sul turismo responsabile nel Sud Europa.
Ai partecipanti da tutta Europa alle iniziative (Promoter, Agenzie di Viaggio, Tour Operator, rappresentanti istituzionali e del Terzo Settore) verrà proposto un calendario (di seguito
dettagliato) di eventi collaterali per promuovere i percorsi di turismo responsabile in Sicilia, le realtà sociali dei territori, valorizzando il patrimonio naturalistico, culturale e storico e
coinvolgendo il più possibile visitatori e comunità ospitanti in uno scambio interculturale che sia in grado di arricchire reciprocamente. Da ciò la scelta di comprendere nell’offerta
per i partecipanti non soltanto momenti di approfondimento ma anche di conoscenza del territorio siciliano, aldilà degli stereotipi che troppo spesso caratterizzano la nostra terra, e
attraverso una ospitalità diffusa in alcuni luoghi della provincia di Palermo, come Sant’Ambrogio e Pollina, che pur essendo a pochi chilometri di distanza da mete turistiche
particolarmente battute, spesso vengono dimenticate anche dagli stessi siciliani.
La logistica
Sede: Sant’Ambrogio, Cefalù (Pa) – Parco delle Madonie
Sant'Ambrogio è una frazione del comune di Cefalù che d’inverno è abitato da circa 200 persone, per lo più contadini. Dista circa 6 km da Cefalù, un km dal CEA Serra Guarneri
(gestito dalla Cooperativa Palma Nana) ed è territorio del Parco delle Madonie. L'abitato è un piccolo borgo sorto a fine del 1700 caratterizzato da stradine piccole e tortuose.
Sala per l’Assemblea:
Presso i locali dell’ex Consiglio di Quartiere, un edificio sito all’interno del paese.
Sala per il Workshop:
Presso i locali messi a disposizione dal Comune di Pollina.
Sistemazione/alloggi/pasti:
L’ospitalità sarà diffusa all’interno del paese e presso altre strutture ricettive limitrofe.
L’accoglienza sarà gestita dalle strutture siciliane di A.I.T.R. Sicilia e dalla Pro Loco locale.
Colazioni, pranzi e cene, prevalentemente con prodotti locali, saranno offerte
dall’organizzazione.
Attività/Eventi Collaterali:
- Conferenza stampa organizzata dal “Club Plein Air BdS”;
- visite guidate presso strutture confiscate a Cosa Nostra e gestite dalle cooperative
“Lavoro e non Solo” e “Placido Rizzotto - Libera terra”;
- escursione naturalistica nel Parco delle Madonie (Cea Serra Guarneri) organizzata
dalla cooperativa “Palma Nana”;
- visite guidate nei centri di Cefalù, Pollina, Castelbuono organizzate dalla
cooperativa “Eco Cultura e Viaggi”;
- visita guidata del centro storico di Palermo – Alla scoperta del Genio di Palermo –
organizzata dalla cooperativa A.L.I. Ambiente Legalità Intercultura;
- degustazioni di prodotti tipici locali organizzati dalla cooperativa “Palma Nana”,
- commedia in dialetto siciliano (Gruppo Teatrale Ambrosiano).
Calendario: giovedì 20 – domenica 23 Maggio 2010
Giovedì 20 maggio
- arrivo dei partecipanti a Palermo - tre punti di accoglienza Aeroporto Falcone
Borsellino, Piazza Politeama, Stazione di Palermo;
- in mattinata conferenza stampa presso il Circolo del Banco di Sicilia di Via
Rosolino Pilo n. 33 (sede del Club Plein Air BdS);
- trasferimento in pullman per il pranzo a San Cipirello presso l’agriturismo
Tempio del Monte Jato, bene confiscato a Cosa Nostra e gestito dalla
cooperativa sociale “Lavoro e Non Solo”;
- nel pomeriggio visita della cantina vinicola a San Giuseppe Jato gestita dalla
cooperativa “Placido Rizzotto – Libera Terra”, realizzata su di un bene
confiscato a Cosa Nostra e assegnata alla stessa cooperativa dal Consorzio dei
Comuni dell’Alto Belice “Sviluppo e Legalità”;
- in serata trasferimento in pullman a Sant’Ambrogio e registrazione dei
partecipanti alle assemblee e al workshop;
- cena presso ristoranti convenzionati del luogo e sistemazione nelle camere
assegnate.
Venerdì 21 maggio
Sant'Ambrogio:
- assemblee dei soci di A.I.T.R. e di E.A.R.T.H.;
- pausa pranzo con catering di prodotti tipici locali delle Madonie;
- escursione naturalistica nel tardo pomeriggio e arrivo presso CEA Serra
Guarneri (Palma Nana) accoglienza e degustazione prodotti tipici locali;
- cena presso la Pro Loco di S. Ambrogio e animazione serale.
Sabato 22 maggio
Pollina:
- Workshop: Il turismo responsabile nel sud Europa;
- pranzo offerto dal comune di Pollina;
- pomeriggio dedicato alla visita di Cefalù;
- cena a Castelbuono e visita del castello;
- rientro a Sant’Ambrogio per pernottamento.
Domenica 23 maggio
Palermo:
- visita del centro storico: “Alla scoperta del Genio di Palermo” organizzata dalla
cooperativa A.L.I.;
- pranzo libero;
- nel pomeriggio partecipazione alle iniziative commemorative in ricordo di
Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco
Di Cillo.
Lunedì 24 maggio
Palermo:
sala Gialla Palazzo dei Normanni
- politiche del turismo in Sicilia e lo sviluppo sostenibile e il convegno sul tema
“Legami sociali: sussidiarietà e sviluppo”.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news