LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2010-01-27 - Fondazione Basso
Giornate di lavoro su “Rischio, antropologia e patrimonio”
Mail alla Redazione del 14-1-2010

Seminario di studi e di formazione sul “Patrimonio Culturale”
Anno Accademico 2009-2010.


In collaborazione con la Scuola di specializzazione in Beni
demoetnoantropologici di Perugia, Siena, Firenze
Seminario di studi e di formazione sul “Patrimonio Culturale”
Anno Accademico 2009-2010.
Giornate di lavoro su “Rischio, antropologia e patrimonio”.
Il seminario Patrimonio culturale, giunto al suo quarto anno, continua ad affrontare, in maniera interdisciplinare, il problema della identificazione, valorizzazione e
fruizione dei beni culturali materiali e immateriali, a partire da attuali pesanti emergenze.
Si tratta infatti, prima di tutto, di comprendere, classificare e “interpretare” nel loro plurimo significato gli “eventi drammatici” e le “avversità”. E tali evenienze possono
essere tanto le classiche manifestazioni dei “disastri naturali” quanto le “catastrofi tecnologiche”.
Le prime - come i terremoti o le inondazioni - bene conosciamo perché sono storicamente “di casa”, anche se una inveterata abitudine ad esse offusca spesso la necessità di una più saggia previsione. Le seconde - sciagure aree, crolli di
strutture, inquinamento - colpiscono in altra maniera, perché evocano l’inquietante figura umana dell’ “apprendista stregone”. Di conseguenza, la natura e la tecnologia non appaiono più come mondi ordinari e prevedibili, anzi la forza degli eventi
drammatici ne mostra l’intima “fragilità”, e rimanda alla necessità di ridiscutere il rapporto fra “senso comune” ed “eccezione”.
Il seminario parte dall’assunto che la dicotomia natura-cultura o natura-tecnologia sia incapace di cogliere la profondità del rapporto che lega l’operato umano alle nervature e ai processi della “natura”. Le categorie di “disastro”o di “catastrofe”
sono costrutti mentali (teorici e di senso comune) su cui interrogarsi, e si riferiscono ad eventi che non solo frantumano uno stato anteriore della realtà, ma, con il loro dispiegarsi, aprono il campo al senso del convivere attuale e al modo in
cui i soggetti che condividono una cultura comune pensano, sentono agiscono nel proprio mondo. E come tali, antropologicamente, vanno interpretati.

I recenti disastri “naturali” italiani ci rendono sempre più consapevoli della complessità di tali eventi e della necessità di affrontarli da molteplici prospettive. Gli
eventi drammatici (che Ernesto De Martino denominava “apocalissi culturali”) impongono l’attenzione sui temi centrali dell’ “abitare” e della “percezione culturale” del rischio e dell’ambiente; e, pertanto, richiedono di essere affrontati anche dal punto di vista architettonico/urbanistico, storico, economico-sociale, giuridico, psicologico, letterario.
Dopo un evento traumatico, il patrimonio intero di una popolazione e del suo territorio (della vita comune, della storia artistica e monumentale, della natura, delle rappresentazioni di umanità) è rimesso in discussione, accanto alla necessità
dell’intervento neoabitativo o restaurativo. Ciò significa che è compito di una adeguata riflessione critica entrare nelle modalità con cui l’evento disastroso colpisce un assetto storico-culturale dato, lo trasformi e, con ciò, trasformi anche
l’immagine soggettiva che gli abitanti e i residenti hanno del loro mondo.
Il seminario tratterà argomenti di largo respiro teorico, quali le categorie di “rischio”, “pericolo”, “catastrofe” e “resilienza” nelle teorie attuali della cultura come
organizzazione; ma anche casi, recenti come l’Abruzzo del 6 aprile 2009, o anteriori come l’Umbra, la Valtellina, il Friuli, facendo parlare specialisti di varie discipline.
Il seminario si svolgerà per sette/otto incontri, presso la Fondazione Basso, il mercoledì dalle ore 15,30 alle 19,30, con inizio dal 27 gennaio 2010 e conclusione entro aprile 2010.

Il seminario è riconosciuto come corso di insegnamento M_DEA/01 per l’anno accademico 2009-2010 (prof. Alessandro Simonicca), dal titolo “Rischio, antropologia e patrimonio”, cfu 3, Laurea Triennale in Teoria e Pratica dell’Antropologia e Laurea Specialistica in Discipline Etnoantropologiche, della
Facoltà di Lettere e Filosofia, dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Il seminario è anche riconosciuto come attività didattica, valida 2 cfu, dalla Scuola di
Specializzazione in Beni Demoetnoantropologici di Perugia Siena Firenze, sia per il primo che per il secondo anno dei corsi.
Durante il seminario saranno fornite informazioni sulle modalità di acquisizione dei crediti didattici. La prima sessione utile di esami sarà quella del giugno 2010.

Seminari già fissati

27 gennaio 2010
Il terremoto a L’Aquila: pensare un patrimonio culturale.
Intervengono:
Antonella Nonnis, Legambiente
Tiziana Maffei, Coordinatrice Commissione Grandi rischi, ICOM-Italia
Anna Maria Reggiani, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici per l'Abruzzo
Vittorio Sconci, Dipartimento di Salute Mentale, ASL dell’Aquila
Eleonora Martini, il Manifesto

3 febbraio 2010
Rischio ambientale e intervento umano
Intervengono:
Jean-Sylvain Magagnosc, Dipartimento di Geografia, Università di Poitiers
Cristiano Pesaresi, Dipartimento di Geografia, Università di Roma “La Sapienza”
Mara Benadusi, Università di Catania

10 febbraio 2010
Esperienze friulane e sviluppo locale
Intervengono:
Alberto Gasparini, Università degli Studi di Trieste, Direttore dell’Istituto Internazionale di Gorizia (ISIG)
Everardo Minardi, Università degli Studi di Teramo

Seminari da fissare (può cambiare solo l’articolazione interna)

17 febbraio
Il terremoto a L’Aquila: percorsi di studio, ricerca e azione
3 marzo
Il terremoto a L’Aquila: lavori antropologici in corso
10 marzo
Il caso umbro
17 marzo
Percezione culturale e decisione

Seminari ultimi, da definire
7 aprile
Rischio e sostenibilità
14 aprile
Videoregistrare catastrofi
I musei delle “catastrofi”







news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news