LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2003-12-04 - Padova
Incontro: Patrimonio Culturale e Paesaggio in liquidazione? Vendita e condono edilizio nella Legge finanziaria

Italia Nostra
Consiglio Regionale del Veneto
Comune di Padova
Assessorato alla Cultura


Incontro
Patrimonio Culturale e Paesaggio in liquidazione?
Vendita e condono edilizio nella Legge finanziaria

Padova, Palazzo del Bo’, aula E
(sede centrale dell’Università, cortile antico, via VIII Febbraio)

Giovedi 4 dicembre 2003, h. 17.00

GIULIANO PISANI
Assessore alla cultura del Comune di Padova
GIUSEPPE GABURRO
Membro Commissione Istruzione e Beni Culturali del Senato
PAOLO GIARETTA
Membro Commissione Bilancio del Senato
GIOVANNI LO SAVIO
Presidente di Sezione della Corte di Cassazione
Consigliere di Italia Nostra
MARIA TERESA RUBIN DE CERVIN
Soprintendente Regionale per i Beni e le Attività Culturali del Veneto
GUGLIELMO MONTI
Soprintendente per i Beni Architettonici e per il Paesaggio del Veneto orientale

MODERATORE
FRANCESCO JORI
inviato speciale de “Il Gazzettino”

Il decreto legge 269/2003, convertito in legge con la fiducia posta sia al Senato che alla Camera, preoccupa moltissimo per il già compromesso patrimonio ambientale, paesaggistico e culturale nazionale. Mentre è chiaro il danno che comporterà il condono edilizio che vi è previsto, i 120 giorni dati dall’articolo 27 per il parere delle Soprintendenze sull’alienazione di beni pubblici d’interesse storico artistico (valendo altrimenti il silenzio-assenso), suonano, viste le gravi condizioni di organico e di fondi per le spese vive, come l’occasione per approfittare della debolezza di questi uffici già sovraccarichi, al fine di impedire materialmente di mantenere tutelati anche beni di rilevanza storico-artistica che potrebbero risultare appetibili ai privati, e che da questi possono venire alterati in piena legittimità.
Il carattere giuridicamente assurdo e paradossale delle norme dell’art. 27, infatti, fa sì che il mancato provvedimento, da parte della Soprintendenza, di dichiarazione dell’interesse culturale di un bene demaniale di cui è richiesta la vendita da un ente pubblico non comporta solo la sua alienabilità, ma anche il venir meno dell’interesse culturale del bene, cadendo quindi ogni possibilità di continuare a tutelarlo.
Tacendo (e solo per scarsezza di tempo e di mezzi, come i soldi per le missioni), la Soprintendenza dichiara che quel bene è privo d’interesse, anche ove la realtà lo smentisca chiaramente. In astratto, essa non potrebbe quindi nemmeno cercare un “recupero” dopo la privatizzazione del bene con un vincolo, se non agendo (oltre che troppo tardi per salvarlo) in contraddizione con se stessa (cioè col proprio silenzio).
La giurisprudenza ha da sempre riconosciuto la «intrinseca e originaria attitudine» dei beni culturali a soddisfare il pubblico interesse (culturale, per l’appunto). Per i beni del demanio di Stato, regioni, province, comuni e per quello d’ogni altro ente pubblico tale connaturata caratteristica può decadere ora non per un accertamento, ma per il solo fatto che la Soprintendenza non ha avuto né tempo né mezzi per accertare. E se quella caratteristica era, giuridicamente, «connaturata», quel bene viene ora propriamente e inesorabilmente snaturato. Quell’attitudine «originaria», nata quindi col bene, venendo ora meno (e per silentium), decade retroattivamente, fino al momento della nascita di quel bene. Scompare nel passato, oltre che nel futuro, l’intimo valore del nostro patrimonio.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news