LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2008-11-27 - Roma
ARCUS PER L'ARCHEOLOGIA

ARCUS SPA
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA¹ CULTURALI
MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI


Presentazione e Mostra

ARCUS PER L'ARCHEOLOGIA

Giovedì 27 novembre 2008, alle ore 9.30
Roma, Ex Chiesa di Santa Marta
Piazza del Collegio Romano, 5

Interverranno

Salvatore Italia, Arcus SpA
Francesca Ghedini, Università degli Studi di Padova
Antonia Pasqua Recchia, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Stefano De Caro, Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Coordina
Ettore Pietrabissa, Arcus SpA

Alla presenza degli Onorevoli
Sandro Bondi, Ministro per i Beni e le Attività Culturali
Altero Matteoli, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti


Giovedì 27 novembre 2008 verrà illustrata nel corso della mattinata anche
con una mostra fotografica l¹attività che ARCUS SpA svolge dall¹anno 2004
nell¹ambito dei beni culturali e nel caso specifico per l¹Archeologia.

Alla presenza degli Onorevoli Sandro Bondi Ministro per i Beni e le Attività Culturali e Altero Matteoli Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, l'evento vedrà protagonisti illustri relatori quali Salvatore Italia, Francesca Ghedini, Antonia Pasqua Recchia, Stefano De Caro, Ettore
Pietrabissa (coordinatore).

Il sostegno per la realizzazione di progetti che riguardano l¹archeologia ha impegnato la Società Arcus SpA fin dalla nascita, legandosi strettamente alla sua missione e all¹idea sottesa alla sua costituzione: il collegamento
tra beni culturali e infrastrutture, due mondi talvolta contrapposti, tra i quali, per la prima volta, è stato creato un ponte. Una percentuale dei fondi destinati alle grandi opere pubbliche, che spesso penalizzano il territorio ed il paesaggio, è stata destinata al recupero ed alla valorizzazione di realtà culturali significative che le circondano e quindi,
in primo luogo, a quei siti archeologici che potevano giovarsi della sinergia con i grandi percorsi turistici e commerciali.
Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti hanno operato insieme per dotare annualmente Arcus, dopo la sua istituzione, di programmi che investono un'ampia gamma di interventi nelle diverse materie del vasto mondo dei beni culturali, e l'area degli interventi archeologici è stata uno dei settori privilegiati.
Molti e diffusi su tutto il territorio nazionale sono stati i finanziamenti e le attività di sostegno che Arcus ha condotto a favore di siti archeologici, fossero essi aree, parchi o realtà commiste alla sfera urbana.
Di questi si intende qui offrire un repertorio, certo non esaustivo, ma con l'ambizione di rappresentare le varie tipologie degli interventi svolti o in corso di attuazione. Infatti, non ci si è limitati ad incrementare nuovi scavi o il restauro di alcune emergenze archeologiche, ma si è favorito, cercando di coinvolgere enti pubblici e privati e promuovendo anche la
realizzazione di collegamenti con la rete stradale (passerelle, strade, aree di sosta), la valorizzazione e la fruibilità dei luoghi, perché divenissero confluenza e motore di interessi e di crescita non solo culturale.
Particolare attenzione è stata rivolta, inoltre, alla conoscenza attraverso la sperimentazione e l¹applicazione di metodologie e tecniche innovative. E' per questo che, anche nella rappresentazione grafica dei pannelli in mostra,
si sono voluti differenziare i progetti: quelli più strettamente correlati ad infrastrutture, quelli di prevalente interesse tecnologico e quelli che hanno mirato invece alla valorizzazione di aree o di parchi archeologici che potessero avere il carattere di veri e propri bacini culturali.


ARCUS: UNO STRUMENTO DI INTERVENTO A SOSTEGNO DEI BENI CULTURALI

Nel mese di febbraio 2004, con atto del Ministro per i Beni e le Attività Culturali, è stata costituita Arcus, Società per lo sviluppo dell¹arte, della cultura e dello spettacolo S.p.A., ai sensi della legge 16 ottobre 2003, n. 291. Il capitale sociale è interamente sottoscritto dal Ministero
dell¹Economia, mentre l¹operatività aziendale deriva dai programmi di indirizzo che sono oggetto dei decreti annuali adottati dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali ­ che esercita altresì i diritti dell¹azionista
­ di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Arcus può altresì sviluppare iniziative autonome.
Il compito dichiarato di Arcus è di sostenere in modo innovativo progetti importanti e ambiziosi concernenti il mondo dei beni e delle attività culturali, anche nelle sue possibili interrelazioni con le infrastrutture strategiche del Paese.
Per la realizzazione delle proprie attività Arcus si avvale delle risorse di cui all¹articolo 60 della legge 27 dicembre 2002, n. 289 (Legge Finanziaria 2003). La norma dispone che annualmente il 3% degli stanziamenti previsti per le infrastrutture sia destinato alla spesa per la tutela e gli interventi a favore dei beni e delle attività culturali. Arcus è individuata
come la struttura destinataria di tali fondi.
Nella missione di Arcus sostenere progetti significa individuare iniziative importanti, aiutarne il completamento progettuale, intervenire negli aspetti organizzativi e tecnici, partecipare - ove opportuno o necessario - al finanziamento del progetto, monitorarne l¹evoluzione, contribuire ad una
conclusione felice dell¹iniziativa.
Il progetto ambizioso di Arcus è così di diventare il ³collante² che consente di rendere operativa la capacità sistemica di promozione e sostegno progettuale per la realizzazione di iniziative mirate a migliorare il quadro
dei beni e delle attività culturali, in un¹ottica di sempre migliore conservazione, fruizione e valorizzazione. Arcus, muovendosi opportunamente, favorisce la necessaria convergenza di tutti i soggetti, contribuendo quindi al successo dei progetti culturali di volta in volta identificati.

NOTIZIE UTILI

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 30 novembre 2008
Orario
venerdì 28 ore 10 ­ 15
sabato 29 ore 11 ­ 13 / 14 - 17
domenica 30 ore 10 -13

Per informazioni:
ARCUS SpA
Via Barberini, 86
00187 Roma
tel. +39 06420891 fax +39 0642089227
www.arcusonline.org
info@arcusonline.org





news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news