LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BENI CULTURALI E PROGRAMMA DELLUNIONE ALCUNE RIFLESSIONI DELLA UIL BENI E ATTIVITA CULTURALI.
2006-02-09
DICHIARAZIONE STAMPA DI GIANFRANCO CERASOLI SEGRETARIO GENERALE UIL BENI E ATTIVITA CULTURALI

SEGRETERIA NAZIONALE UIL BENI E ATTIVITA CULTURALI
Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma Tel 06/6723361 6792933 fax 6782911 - E - Mail uilbac@tiscali.it sito internet http://www.uilbac.it





La pubblicazione di stralci del programma dellunione sui Beni Culturali ma anche il dibattito che si compie giornalmente su questo settore ci spinge a fare talune considerazioni anche per contribuire ad arricchire un programma che ha taluni punti che non ci piacciono e ne chiediamo la correzione.
indubbio che la dichiarata necessit di riportare il Bilancio del Ministero ai livelli del 2001 sia da noi condivisa al pari dei fondi destinati al fus nonch la volont di portare all1% del pil le risorse desinate alla Cultura.
Questo lo si pu fare se invertiamo la considerazione che si ha del Ministero stabilendo a priori che si tratta di un Ministero dinvestimento e non di spesa.
Questo significa possibilit di sviluppo,di crescita per il sistema paese per il sistema Italia per le imprese poich gli indicatori economici ad esempio dimostrano che un bene restaurato e aperto al pubblico ha sul turismo culturale un effetto moltiplicatore del valore aggiunto pari al 2,1% a differenza di quello del turismo balneare che pari all1,5%.
Non solo , 100 posti di lavoro realizzati nel settore dei beni culturali generano altri 60 posti in altri settori.
I Governi del centrosinistra avevano iniziato questo percorso poich hanno inserito il Ministero dei Beni Culturali allinterno del CIPE.
Questo significa che il ruolo dei beni culturali fondamentale per una politica che non potr essere solo settoriale ma deve mettere insieme le competenze le risorse e le capacit di altri Ministeri in una operazione di raccordo senza per questo assemblare Ministeri a Ministeri.
Per fare tutto ci occorre un progetto complessivo che va costruito chiamando a raccolta le esperienze e le intelligenze che il nostro paese ha con un ruolo paritario ad esempio con il sistema ed il ruolo delle Universit ma anche delle stesso sistema delle imprese ed in questo senso le dichiarazioni di Montezemolo costituiscono una sponda importante da cogliere.
Tuttavia qualunque politica si andr a realizzare opportuno che essa poggi su strutture,donne ed uomini capaci di realizzare le scelte strategiche che si intenderanno realizzare.
Queste sono alcune nostre idee e proposte.

MINISTERO- La struttura del Ministero dal nostro punto di vista va radicalmente cambiata riportando ad un unico centro di responsabilit i poteri di coordinamento indirizzo e controllo abolendo gli attuali 4 dipartimenti,riducendo al minimo le attuali 10 direzioni generali,abolendo i 6 posti di dirigente di staff decentrando realmente funzioni e competenze alle Direzioni Regionali a cui vanno dati compiti di coordinamento e raccordo ma non di gestione tanto che non devono sostituirsi alle Soprintendenze di settore poich queste rappresentano la punta pi avanzata nellesercizio della Tutela e lo stesso ragionamento vale per gli archivi e le biblioteche.
Una grande riduzione dei ruoli centrali con un assoluto potenziamento delle strutture e delle risorse di chi si trova tutti i giorni in frontiera.

ISTITUTI CENTRALI E ALTA FORMAZIONE Va potenziato il sistema degli Istituti Centrali che dovranno assurgere a rango Universitario poich il sistema qualit che assicurano tali istituti unico al mondo.
Ovviamente questo non significa sostituirsi alle Universit con le quali necessario stabilire forme di collaborazione e di consorzio.
ARCUS Leggiamo nel programma che tale societ andrebbe mantenuta,noi della Uil siamo assolutamente contrari per noi va abolita riconducendo le risorse c.d. aggiuntive allinterno del bilancio ordinario per tre motivi:
1) per incrementare le risorse delle Soprintendenze e degli Istituti
2) Poich tutti gli interventi che si potranno realizzare con il 3 o 5% rispondano a logiche tecnico scientifiche e non a scopi elettorali o di parte.
3) Perch non possibile che con al penuria di risorse esistenti il funzionamento attuale della societ sia in quota parte in carico allo stesso ministero

MODELLI GESTIONALI Il modello da seguire quello della Soprintendenza autonoma di Pompei e degli altri poli o Soprintendenze autonoma attraverso talune modifiche delle attuali strutture e gestione.
Noi siamo dellavviso che vadano rivisti i C.D.A. prevedendo lingresso di soggetti pubblici quali i rappresentanti degli Enti Locali, Regioni,Province,Comuni ed eventualmente soggetti privati .
Questo porterebbe valore aggiunto in termini di risorse ma anche la possibilit di fare programmazioni concertate con la realt delle autonomie locali che tengano conto prioritariamente delle esigenze di tutela ma anche di compatibilit e di condivisione delle scelte di sviluppo dei territori.
Pertanto le strutture del Ministero, tutte o quasi potrebbero essere dotate di autonomia tecnico scientifica amministrativa e contabile con una capacit di attrazione di risorse ma anche di realizzare progetti sganciata da logiche di tipo centralistico burocratico ministeriale dando la possibilit di verificare anche le capacit dei singoli dirigenti .

PERSONALE Va superato il blocco delle assunzioni poich il trend di questi anni dimostra che nel corso dei prossimi 5 anni il Ministero avr una riduzione del personale di quasi 5000 unit che si sommano alle 2550 che hanno gi lasciato il Ministero.
Vanno potenziati attraverso un piano di assunzioni straordinario i ruoli tecnici , nel solo biennio 2007/2008 andranno via almeno altri 40/50 dirigenti tecnici archeologici,architetti,storici ecc.
Nellarea tecnica e amministrativa nonch nellarea della Vigilanza mancano allappello solo oggi oltre 8000 persone.

FRUIZIONE se non verranno ripristinati i fondi per il funzionamento il prossimo Ministro per i Beni e Attivit Culturali sar quello a cui spetter chiudere i Musei le aree archeologiche gli archivi e le biblioteche.
La Uil vuole invece il rilancio ed il mantenimento del primato in tema di aperture mussali ,unico al mondo che dal nostro punto di vista pu essere addirittura potenziato vi sono possibilit tecniche per poterlo fare.

OCCUPAZIONE Ciascun visitatore di un Museo di un area archeologica porta in dote al territorio nel quale situato il bene ,detratto il costo del biglietto almeno 100/130 euro al giorno che determinano occupazione ricchezza allindotto.
Una politica di incremento delle aperture, nessuno si accorto che dal 1998 al 2001 i musei e le aree archeologiche erano aperte anche di notte dal 2002 a tuttoggi questo non avviene pi,pu far salire il numero di visitatori da oltre 32 milioni almeno a 35 milioni nel medio periodo e con un progetto che tenga conto di iniziative, eventi e quindi non solo museo ma anche cinema teatro,danza,musica,gastronomia ecc .. che nel lungo periodo pu arrivare ad vedere non come chimera i 40 milioni di visitatori.

FONDAZIONI noi siamo contrari e riteniamo che la formula di modelli gestionali che abbiamo proposto sia la pi rispondente alle esigenze del settore.
Lesperienza del Museo Egizio nel lungo periodo non per gli interventi ma quanto per il modello gestionale sar un fallimento

Lex Ministro della Cultura Francese Jack Lang ha dichiarato un paese senza Cultura e senza ricerca un paese in declino e lUnione deve evitare che ci avvenga rimettendo in modo un settore unico al mondo che nessuno ci pu copiare.

Roma 8 febbraio 2006
LUfficio Stampa



news

16-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news