Appello del 2002 al Presidente della Repubblica
LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sestu e Serdiana forse non saranno pi una periferia di Pianura
2008-06-23
Gruppo d'Intervento Giuridico e Amici della Terra Stefano Deliperi

Mentre scorrono incessantemente le immagini della drammatica situazione di emergenza permanente della gestione dei rifiuti in Campania, che tanti danni ambientali e sanitari e tante polemiche e violenze sta causando in mezza Italia, molte periferie e campagne della Sardegna non sono certo in condizioni migliori. E' il caso dell'agro fra Sestu e Serdiana (CA). Campi, strade comunali e vicinali, ponti, piccole aziende sono letteralmente disseminati di cumuli di rifiuti di ogni genere (plastica, rottami, elettrodomestici, scatolame, detriti da demolizione, pneumatici, vernici, imballaggi, ecc.), spesso anche bruciati per diminuirne il volume o chiss per quale altro motivo. Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d'Intervento Giuridico, dopo aver ricevuto varie segnalazioni da parte di cittadini, avevano inoltrato un esposto (23 gennaio 2008) alle amministrazioni pubbliche (Azienda USL n. 8, Assessorato provinciale alla tutela dell'ambiente, Comuni di Sestu e di Serdiana), ai Carabinieri del N.O.E., al Corpo forestale e di vigilanza ambientale ed alla Magistratura competenti in relazione all'avvenuta realizzazione di vere e proprie discariche abusive nelle seguenti localit in Comune di Sestu (CA): Corte Baccas, San Gemiliano, Is Ceas de Garau, Pallione, Stagnu Saliu, Sa Zicchiria, S'Ollastu mannu - Rio Sassu, Rio Sa Canna - Rio Durci, lungo la strada comunale Is Crus e nella localit di Corte Baccas in Comune di Serdiana (CA). In numerosi casi tali cumuli di rifiuti erano divenuti vere e proprie discariche abusive, con pericoli di natura ambientale e igienico-sanitaria. Analogo esposto era stato inoltrato nel novembre 2006 riguardo scarichi incontrollati di rifiuti in altra localit del territorio comunale di Sestu.
Il Corpo forestale e di vigilanza ambientale ha recentemente (nota S.I.R. Cagliari n. 44776 del 3 giugno 2008) fatto conoscere il risultato dell'operazione condotta dalla propria Stazione di Dolianova: "segnalazione ai Sindaci dei Comuni di Sestu e Serdiana ex art. 250 D. lgs. 152/06 per gli adempimenti di competenza (bonifica ambientale dei siti deturpati, n.d.r.), contestazione della violazione ex art. 192 D. lgs. 152/06 a n 4 utenti (scarico abusivo di rifiuti, n.d.r.), redazione di una C.N.R. a carico di ignoti (comunicazione notizia di reato alla competente Procura della Repubblica, n.d.r.). Si segnala inoltre che a seguito delle Vs. segnalazioni il Comune di Serdiana ha avviato una serie di interventi di bonifica del territorio comunale nell'ambito del progetto Sardegna fatti bella". Il medesimo Comune di Serdiana l'aveva direttamente comunicato nelle scorse settimane. Due discariche sono state poi poste sotto sequestro preventivo nel territorio comunale di Sestu.

Si ricorda che in ogni caso l'abbandono ed il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo, nel suolo, nelle acque superficiali e sotterranee sono vietati dall'art. 192 del decreto legislativo n. 152/2006 e successive modifiche ed integrazioni (gi art. 14 del decreto legislativo n. 22/1997): il sindaco competente dispone con ordinanza a carico del trasgressore in solido con il proprietario e con il titolare di diritti reali o personali sull'area la rimozione dei rifiuti ed il ripristino ambientale. Trascorso infruttuosamente il termine assegnato, provvede d'ufficio l'amministrazione comunale in danno degli obbligati. Le amministrazioni comunali possono richiedere i fondi per le bonifiche ambientali delle discariche abusive anche alla Regione autonoma della Sardegna, nell'ambito del programma "Sardegna fatti bella": mai come ora sarebbe necessario, visto che l'aliga sembra ormai di casa in citt, piccoli centri e campagne. E in notevoli proporzioni.

p. Gruppo d'Intervento Giuridico e Amici della Terra Stefano Deliperi

ulteriori informazioni su http://gruppodinterventogiuridico.blog.tiscali.it/



news

09-02-2016
Giuliano Volpe: Ancora sulla seconda fase della riforma Franceschini

08-02-2016
GR3. Intervista radiofonica a Settis su soprintendenze, riforma Franceschini e silenzio-assenso

08-02-2016
RASSEGNA STAMPA: aggiornata al giorno 08/02/2016

05-02-2016
Sessioni annuali degli esami finali abilitanti per il Restauro dei beni culturali.

04-02-2016
Comunicato CUNSTA sulla cosiddetta "riforma" ministeriale

03-02-2016
'Deforma' Franceschini: il bavaglio al dissenso, di Tomaso Montanari

03-02-2016
Presentazioni del libro Patrimonio al futuro di Giuliano Volpe

02-02-2016
Associazione Bianchi Bandinelli: Una riforma tira laltra e si smantella la tutela

01-02-2016
Documento delle Consulte di Preistoria e Protostoria, Archeologie Postclassiche ,Topografia antica e Archeologia del mondo classico sulla riforma Mibact

29-01-2016
Studiosi di tutto il mondo allarmati per la tutela archeologica a Roma

27-01-2016
Piano nazionale dell' educazione al patrimonio culturale 2015-2016

27-01-2016
2016-2018: PIANO PER L'ARTE CONTEMPORANEA

27-01-2016
Question Time. Necessaria un'adeguata vigilanza nei musei italiani, risponde Franceschini

26-01-2016
Comunicato da Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e larea archeologica di Roma

26-01-2016
Riforma Mibact. Lettera a Franceschini del Comitato Tecnico Scientifico per l'Archeologia

25-01-2016
Lettera dei Dirigenti Archeologi al Ministro Franceschini sulla riforma Mibact

25-01-2016
Sulle dimissioni di Montanari dal CN di Italia Nostra

24-01-2016
Comunicato e petizione dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego) sulla decima riforma

24-01-2016
SCHEMA di decreto ministeriale di riorganizzazione del MIBACT

24-01-2016
Si avvicina la fine dell'archeologia preventiva? Allarme di Pier Giovanni Guzzo

24-01-2016
Vi segnaliamo: Archeologia e territorio: l'ultima spallata, di Maria Pia Guermandi

24-01-2016
Domani assemblea pubblica a Roma: Una nuova riorganizzazione del MIBACT: A chi serve

23-01-2016
VIDEO - Audizione del Ministro Dario Franceschini

22-01-2016
Intervento di Vittorio Emiliani sulla decima riforma del Mibact

22-01-2016
Comunicato Stampa di Assotecnici sulla riforma del MIBACT

21-01-2016
Giuliano Volpe: Riflessioni sulla riforma Mibact

13-01-2016
I parchi italiani assediati dal cemento

05-01-2016
Pier Giovanni Guzzo: Perch sono stati tagliati i contributi ministeriali ai Fasti online?

28-12-2015
Circo Massimo ed Olimpiadi? Intervento di Pier Giovanni Guzzo

23-12-2015
Bando del Mibact per contratti t.d. per esperti per il Giubileo

Archivio news