LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

claudio scrive:

buongiorno sono uno dei componenti del comitato per la difesa di piazza lavater, nato nel 2005, per difendere la nostra piazza da uno scellerato progetto di costruzione di un parcheggio sotteraneo.
sono residente in una via adiacente piazza lavater e svolgo la mia attivita' commerciale in un altra via adiacente la piazza .spero con tutto il cuore che leggerete e pubblicherete sul vostro sito la mia lettera .grazie


volevo segnalarvi che il travagliato,contestato e contradditorio iter di approvazione della costruzione di un parcheggio interrato nella piazza lavater a milano e' giunto al termine .
il 25 giugno 2010 ci sara' l'ultimo atto comunale con l'approvazione definitiva e l'assegnazione dell'area.
questo nonostante penda sul progetto un consistente ricorso al tar da parte dei numerosi residenti e commercianti della zona contrari(riuniti nel comitato per la difesa di piazza lavater), che si sono piu' volte autotassati per sostenere questa battaglia legale .
l'iter di approvazione di questo progetto e' incredibile :
quando l'attuale sindaco letizia moratti e' stata eletta , di fronte alle proteste dei cittadini , decise di istituire una apposita commissione che analizzasse i progetti di parcheggi ancora da approvare.
anche quello di piazza lavater , che la commissione boccio' sonoramente, stralciandolo dal piano parcheggi (pup).
ad agosto un funzionario comunale (poi trasferito) in deroga a questa decisione incredibilmente fece rientrare il progetto nel piano parcheggi.
anche la sovraintendenza belle arti , chiamata ha esprimere il suo parere che sarebbe stato vincolante,nella figura del suo direttore famiglietti boccio' sonoramente il progetto anzi critico in assoluto la scelta della piazza , visto che la piazza e' sotto vincolo storico.
dopo il trasferimento di famiglietti (di certo non in accordo con le scellerate scelte del comune di milano)il nuovo arrivato,turetta, stravolge la decisione del suo predecessore e da parere favorevole.
a novembre 2009, la commissione urbanistica da un giudizio molto negativo sul progetto evidenziando numerose criticita' .
dopo circa 15 giorni la stessa commissione,composta dalle stesse persone,di fronte a insignificanti modifiche al progetto , stravolge la sua decisione e da parere favorevole.
oltre a questo iter incredibile, ci sono altri problemi.
saranno costruiti circa 450 box, di cui circa 200 per i residenti in vendita per 99 anni.
ma terminati i lavori ,con la nuova sistemazione di superficie,verranno eliminati circa 200 posti degli attuali posti in superficie gia' destinati ai residenti con le striscie gialle ,pero' gratuiti !!
e' assurdo costruire un parcheggio sotteraneo con un impatto ambientale cosi' invasivo, per avere circa 200 posti da comprare sottoterra per i residenti , ed eliminarne altrettanti gia' esistenti in superficie in piu' gratuiti !!
ci teniamo anche a segnalare il problema degli alberi .
sulla piazza sono presenti dei bagolari molto antichi.
gli scavi saranno a 2 metri e 50 dal tronco di questi alberi.
il nostro comitato ha fatto effettuare da due professori botanici di due universita' differenti delle perizie su queste piante e questa distanza , ed entrambi ci hanno spiegato che il bagolaro e' una pianta che ha le radici che viaggiano molto in larghezza e che 2 metri e mezzo dagli scavi significherebbe non immediata , ma sicura morte e caduta degli alberi interessati dagli scavi , che non sono solo 4 , come invece e' stato scritto nella relazione presentata dalla ditta comer(ditta che costruira' il parcheggio ) al settore parchi e giardini che ha dato parere favorevole.
ma fra bagolari e altri tipi di alberi sono quasi 20 !!!
altro problema i tempi di realizzazione : 4 anni per il cantiere piu' tutto il tempo per lo spostamento dei sottoservizi (fognatura-gas-luce-telefoni).
premesso che quasi sempre i tempi in questi cantieri non sono rispettati...ma anche fossero 5 anni ,per i residenti e soprattutto per i commercianti della zona sarebbe un disastro.
altro problema : vicinissimo agli scavi del cantiere sono presenti una scuola materna e una scuola elementare (via stoppani ) e un commissariato di polizia (via cadamosto), lascio a voi immaginare i disagi .
molto preoccupati sono anche i commercianti della zona (ci sono attivita' qui che hanno aperto piu' di 50 anni fa ...il gommista frigerio,la gelateria wally,il garage silens..)che di fronte all'esperienza di altri cantieri simili aperti a milano (piazza 25 aprile-piazza novelli-via bazzini-via ampere-...) dove a causa del calo di lavoro per i cantieri hanno chiuso le attivita' e licenziato i propi dipendenti.
altro problema e' quello della viabilita' della zona , che durante i lavori sara' sicuramente un inferno, ma anche a fine lavori con la nuova disposizione della viabilita' prevista dal progetto sara' rallentata,caotica e confusionaria.
ultimo problema e' quello del criterio di vendita dei box.
premesso che questa opera e' stata considerata dal comune di pubblica utilita' (e voi ben sapete che questo appelativo spesse apre strade impossibili !!) abbiamo compreso (visti i precedenti in altri parcheggi) che non c'e' nessun diritto di prelazione che permetta a chi e' residente nella zona di essere favorito all'acquisto rispetto a chi non abita in zona.
ma compra chi arriva prima e chi ha piu' soldi indipendentemente da dove abita.
la dimostrazione e' che la ditta che deve fare il parcheggio , per supportare la necessita' del parcheggio ha presentato tempo fa una lista di persone che avevano gia' opzionato tutti i box disponibili.
fra queste persone molte non erano della zona e qualcuna anche non di milano !!
ci sarebbe tantissimi altri spunti da sottoporre alla vostra attenzione , ma questi mi sembrano piu' che sufficenti .
abbiamo intenzione nei prossimi giorni di organizzare una festa nella nostra piazza (perche' per noi residenti e' la nostra piazza !) anche solo per salutarla cosi' come e' adesso per l'ultima volta.
ma in ogni caso ...non ci arrendiamo !!
cordiali saluti
claudio cali'



Bartolomeo scrive:

"anche solo per salutarla cosi' come e' adesso per l'ultima volta."

e poi

"ma in ogni caso ...non ci arrendiamo !!"

A me pare che quella sopra sia una resa.
Non ti arrendi dopo averla salutata cosi' com'e' per l'ultima volta ?


Scrivere su dei blog e appendere striscioni non serve a nulla, e' solo rumore.

Ci vorrebbe la gente sdraiata in piazza, la polizia che arriva a rimuoverla e nuova gente che li sostituisce appena tolti i precedenti.
E via cosi', finche' qualcuno non viene arrestato, allora arriva la televisione, striscia la notizia e compagnia bella, fino a farlo diventare un caso di interesse nazionale.

Ma non si arrivera' a tanto, i lavori inizieranno, la gente mugugnera', gli striscioni spariranno.



news

21-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news