LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FERRARA - Salvare lo storico mercato coperto.
DAVIDE DANNI
NUOVA FERRARA 8 ottobre 2012

Potrebbe diventare un parcheggio, ma piace pi come luogo di aggregazione anche a Daverio

possibile ripensare i modelli di sviluppo culturali legati ai luoghi e agli spazi della citt? Se lo sono chiesti per tutto il week-end gli animatori del festival "Citt della Cultura/ Cultura della Citt: a click forward", una tre giorni di mostre, conferenze e performance per sensibilizzare la cittadinanza sulla riqualificazione degli edifici dismessi, o in via di dismissione come il vecchio Mercato coperto. Gi, perch il destino del capannone di via Boccanale di S. Stefano - almeno fino a pochi mesi fa - sembrava segnato: chiuse le ultime attivit commerciali, sarebbe divenuto un parcheggio privato. Gli urbanisti di Canap-cantieri aperti e i volontari del centro studi Dante Bighi per non si sono rassegnati immaginando invece un futuro diverso per uno stabile che, in mezzo secolo, stato luogo di scambi e socializzazione per intere generazioni di ferraresi e a cui molti sono inevitabilmente legati. A sostenerli, sabato sera, intervenuto persino Philippe Daverio. Eccentrico e geniale critico d'arte, Daverio soprattutto un grande comunicatore che ha portato l'arte nelle case degli italiani con il fortunato programma televisivo "Passpartout". Non poteva dunque deludere le aspettative dei ferraresi, accorsi in massa per ascoltarlo. Il suo ingresso, in un mercato gremito all'inverosimile, stato un vero e proprio coup de thtre con parmigiano e gin tonic alla mano. Poi la lunga intervista condotta con altrettanta bravura dal professor Gianfranco Franz. E qua non sono mancate le stilettate al mondo politico, imprenditoriale e culturale del nostro Paese che hanno suscitato anche qualche polemica in sala. Daverio stato un fiume in piena. Ha attaccato l'ipocrisia e il pressapochismo imperanti in Italia e l'ottusit delle Soprintendenze ai Beni culturali: In Francia l'alta densit abitativa ha salvato le economie dei centri storici, in Italia quasi impossibile cambiare le destinazioni d'uso degli immobili dismessi per fame abitazioni. Eppure, per secoli, abbiamo metabolizzato gli edifici del passato riconvertendoli a nuovi usi. Il patrimonio artistico-monumentale, che il mondo c'invidia, nato cos. Ma non ditelo alle Soprintendenze, potrebbero fulminarvi. Ci vorrebbe una vera rivoluzione concettuale: Meglio parlare di "eredit culturale, anzich di "patrimonio". Un'eredit da conservare e tenere viva, magari trasformandola un po' com' awenuto al Mercato Coperto di Ferrara. Secondo Daverio per lo Stato ha fallito, meglio ripartire dal coraggio dei piccoli imprenditori che hanno sfondato sul mercato globale (vedi Luxoctica), dalle comunit locali e dalla creativit dei giovani: Fare architettura oggi significa ripensare l'Italia, ci sar da lavorare per i prossimi 40 anni. Infine alcuni scambi di battute col pubblico sullo stato dell'arte contemporanea ed un breve cenno alla sua ultima fatica letteraria: "Museo immaginato" (Rizzoli, 2011).



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news