LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Nuovo palazzo dissequestrata l'area dell'alveo
LA SICILIA Gioved 27 Settembre 2012






Dissequestrata ieri mattina l'area di via Trani interessata dalla costruzione di un palazzo, che, allogato in una zona in cui insiste un canale di scorrimento delle acque piovane di parte della Sorda, aveva destato la preoccupazione di alcuni residenti del quartiere. Questi temevano un possibile rischio idrogeologico in zona.
Il Tribunale del Riesame di Ragusa ha accolto la richiesta presentata dal legale dei proprietari del terreno in cui deve sorgere l'edificio, disponendo la restituzione dell'area, che era stata sottoposta a sequestro lo scorso 2 agosto da parte della polizia provinciale di Ragusa, cui stata affidata l'inchiesta dalla Procura della Repubblica di Modica al fine di verificare la presenza o meno di rischio idrogeologico o geomorfico.
A far scattare l'inchiesta era stato un esposto presentato alla Procura della Repubblica di Modica il 15 maggio scorso dall'avvocato di alcuni residenti di un condominio limitrofo al costruendo palazzo, in cui si palesavano le preoccupazioni dei cittadini in merito alla possibilit che l'edificazione dell'immobile in questione potesse far insorgere dei rischi alle abitazioni limitrofe dovuti al passaggio violento dell'acqua piovana che da via Trani si getta nel terreno sottostante, in cui, al sopraggiungere del sequestro dell'area, era stato gi effettuato lo sbancamento per la costruzione dell'edificio. I residenti temevano, infatti, che l'acqua piovana, non trovando il terreno che l'assorbisse, e dove in parte si sarebbe infiltrata, mentre in gran parte sarebbe stata convogliata in un canale artificiale sito nell'area in questione, potesse incombere sulla zona circostante il rischio idrogeologico.
Come detto, ieri mattina la polizia provinciale ha rimosso i sigilli restituendo il terreno ai proprietari, ed ora i lavori potranno proseguire regolarmente, come sottolineato nello stesso dispositivo del Tribunale di Ragusa, sezione penale, dal momento che la ditta proprietaria in possesso gi da tempo di tutti i permessi necessari richiesti dalla legge per poter effettuare i lavori.
Proprio nei giorni scorsi la polizia provinciale ha effettuato nuovi controlli e prelievi. L'inchiesta, infatti, prosegue, ma il giudice del Tribunale del Riesame di Ragusa ha ritenuto di annullare il decreto di sequestro probatorio ordinando l'immediata restituzione del cantiere agli aventi diritto.
I lavori, come detto, potranno proseguire regolarmente, dal momento che la ditta proprietaria in possesso di tutti i pareri favorevoli, compreso quello della Sovrintendenza ai Beni culturali e ambientali di Ragusa e quello dell'Ispettorato ripartimentale delle Foreste.
V. R.


27/09/2012



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news