LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI - Distruggere il Madre, atto di stupidit
PAOLO DE LUCA
LUNED, 13 AGOSTO 2012 LA REPUBBLICA - Napoli




Tatafiore: Ho ritirato le mie opere, non avevano senso in una struttura vuota



TATAFIORE, che cos cambiato in questi ultimi mesi al Madre?
Basta guardare il suo secondo piano, tristemente vuoto: stiamo assistendo a un lento depauperamento delledificio intero, n abbiamo segnali positivi sul futuro. Cerano anche i miei lavori l, affiancati da quelli di Nino Longobardi, o opere provenienti dalla collezione americana Sonnabend, nonch altri grandi artisti di respiro locale e internazionale. Una volta, un mio amico gallerista tedesco ne rimase talmente impressionato da paragonare il museo a una galleria di Parigi, Londra o Bruxelles.
Spieghi meglio questo depauperamento.
Lo sfascio attuato dalla Regione rischia di inficiare irrimediabilmente la cultura. Eppure, un politico, di destra o sinistra che sia, poco importa, dovrebbe piuttosto valorizzare certe risorse. Soprattutto quando funzionano. Non accaduto per il Madre. E si preferito distruggerlo. Stupidamente. il termine pi appropriato .
Ma la Regione ha dichiarato che investir 5 milioni nella struttura.
Cicelyn stato per costretto ad andarsene proprio per la mancanza di fondi, che non gli ha consentito pi di andare avanti. Tra laltro, i progetti del futuro potranno anche essere eccezionali, non so, ma perch avviarli distruggendo quelli precedenti, che gi funzionavano perfettamente? Uno spreco di energie e intelligenze. Non dimentichiamo poi che Cicelyn ha lavorato anche con Lucio Amelio, uno dei pi grandi, durante gli anni doro dellarte contemporanea a Napoli.
Ci sono possibilit che un domani le sue opere ritornino al museo?
Al momento mancano le garanzie. Sono due tele e una scultura rappresentante un Robespierre angelo in ferro e carta. Il progetto iniziale prevedeva che il Madre le acquisisse, ma per ora preferisco preservarle da questopera distruttiva che avvolge il museo .
Sul caso del Madre interviene anche lex direttore Eduardo Cicelyn, in risposta alle affermazioni del professor Spinosa ieri su
Repubblica:
Vorrei precisare che la collezione Sonnabend al Madre oggi sparpagliata in parte al museo Reina Sofia di Madrid e in parte al Correr di Venezia. Stando agli accordi iniziali, avrebbe potuto essere in realt trasferita al museo di Capodimonte se il soprintendente al Polo museale Fabrizio Vona non fosse stato ostacolato dalle manovre della Regione Campania presso il ministero, come ha personalmente dichiarato in unintervista su
Repubblica.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news