LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAPOLAVORI - La dimora pi amata dallimperatore. Sfregio al patrimonio dellUnesco
di Silvia DOnghia
Il Fatto Quotidiano, 24 mag. 2012





Sempre dritti per il Canpo, a sinistra per le Grandi terme e il palazzo residenziale, per la discarica invece in fondo a destra. Chiss se tra qualche anno le guide di Villa Adriana daranno questo tipo di indicazione, magari col naso tappato per evitare di respirare la puzza.

E chiss cosa avrebbe detto il grande imperatore nel vedere che dal luogo da lui pi amato sulla faccia della terra si scorgeranno qualora la decisione dovesse essere confermata montagne di immondizia accanto allincredibile distesa di Roma. Rifiuti ed eternit, a poche centinaia di metri gli uni dallaltra. Evidentemente a distruggere il patrimonio mondiale dellUnesco non bastavano incuria e mancanza di fondi, tagli ai beni archeologici e abbandono. Se i rifiuti ci saranno, e con loro la puzza insopportabile (chi abita vicino a Malagrotta pu confermarlo), i pochi turisti stranieri che oggi visitano Villa Adriana di certo sceglieranno altri siti. E lultima dimora dellimperatore romano morir definitivamente. Si torner alla tarda antichit, quando la Villa fu usata come enorme cava di mattoni e marmi per la costruzione della vicina citt di Tivoli. Gi adesso, come il Fatto ha documentato, larea archeologica vasta pi di Pompei versa in quasi totale stato di abbandono, con volte e muri pericolanti, accessi interdetti e mosaici lasciati marcire sotto la pioggia. Le Piccole terme sono chiuse, ogni camminamento sotterraneo vietato (persino il portico sotto la Peschiera, volte affrescate e incisioni storiche come la firma dellarchitetto Piranesi). Il Teatro marittimo, una piccola villa isolata da un canale circolare, diventata dimora tranquilla per le tartarughe. Eppure Villa Adriana , inserita nel 1999 nellelenco dei patrimoni mondiali dellUnesco, definita come uno straordinario complesso di costruzioni, non ancora sufficientemente studiato da Ranuccio Bianchi Bandinelli nel suo testo sullarcheologia romana che si studia alluniversit. Lavoro qui da nove anni e quel muretto lho sempre visto crollato, spiegano le guide davanti ai turisti increduli.

Cos come increduli e indignati si dicono i comitati di quartiere, che ora chiedono una mobilitazione istituzionale da parte di tutte le forze politiche contrarie alla discarica. E se la direttrice di Villa Adriana, Benedetta Adembri, non vuole commentare la direzione in cui sta andando il governo, Gianni Innocenti sa bene cosa dire: La discarica potrebbe essere esiziale anche per il complesso archeologico. Sappiamo bene che non sar provvisoria perch prevede un investimento, da parte dello Stato, pari a quello per i terremotati. Eppure il Prefetto Pecoraro vuole andare avanti a tutti i costi. lunico sito a non essere di Cerroni (il proprietario di Malagrotta, ndr). Evidentemente si vuole togliere a Cerroni una larga fetta del giro daffari, visto che il piano rifiuti prevede di andare avanti con le discariche ancora per molti anni. Ricordo che tra meno di un mese lUnesco ha messo allordine del giorno la possibilit di togliere il prestigioso sigillo a Villa Adriana nel caso la discarica venisse aperta, spiega il principe Urbano Barberini annunciando una protesta bianca, una campagna internazionale di stampa per salvare il luogo pi amato dallimperatore.



news

16-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news