LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Dehors & C., lequilibrio (perduto) di una citt
Tomaso Montanari
Corriere Fiorentino 19/5/2012

Quando poi i risultati, al di l dell'indubbia buona volont, sono cos terrificanti, impossibile non chiedersi quale sia il rapporto interiore con la forma della citt. Il diffuso entusiasmo per la nuova illuminazione del Duomo mi pare un altro sintomo preoccupante. Non solo i padelloni sono una pesantissima inserzione nel paesaggio urbano diurno, ma soprattutto la quantit e la qualit della luce tagliano fuori il monumento dal contesto urbano: lo sovraespongono mediaticamente, distruggendo proprio la misura, il colloquio, il rapporto che unisce e cuce le emergenze architettoniche al tessuto continuo. Questa spettacolarizzazione luminosa ricorda molto la moda della mostra dei singoli capolavori: un identico esercizio di incomprensione. L'idea di far svolgere una sfilata di moda nei corridoi degli Uffizi mi pare, da ultimo, il colmo di questa sorta di amnesia collettiva. Non metto in discussione la qualit degli abiti presentati. Ma gli Uffizi sono troppo alti, e sono troppo importanti per noi tutti, per poterli legare ad un'impresa commerciale e privata. C' qualcosa di evidentemente sbagliato: ma se non lo si vede, quasi inutile spiegarlo. Le cose belle lo sono di meno, se sono fuori posto, ha scritto Jean de la Bruyre. Firenze l'ha insegnato a tutto il mondo. Oggi sembra averlo dimenticato. Mai come a Firenze tutto sta nella misura. Non il titanismo di Roma, non il sublime di Napoli, non il languore estenuato di Venezia. La bellezza di Firenze un fatto di rapporti: la scansione dei ponti, il rapporto con le colline, la scala dei colori, il gioco che lega le statue alle architetture. E non questione di gusto: questione di decoro. Nel senso classico: la giusta misura in ogni cosa: questa parte dell'onest contiene quella virt che i Greci chiamano prepon, e noi decoro (cos scrive Cicerone nel De officiis, cio nel trattato sui doveri). Essere fiorentini ha voluto dire, per secoli, imparare, interiorizzare e tramandare la capacit di leggere questo equilibrio. Di pi: il dovere di essere questo equilibrio. Un equilibrio in cui era impossibile distinguere l'estetica e l'etica: semplicemente perch l'una era misura e rappresentazione dell'altra. Sarebbe ingenuo e un po' patetico rammaricarsi che la modernit abbia lavato via, tra l'altro, anche questo modo di essere. Ma sarebbe grottesco fingere di non vedere che proprio questo accaduto. Il fatto che il Comune pensi di dover stabilire e prescrivere un canone estetico preventivo, anzi una forma precisa, per la copertura dei caff all'aperto, un segno (piccolo, ma eloquente) di questo smarrimento.



news

21-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news