LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Monumenti negati alla pubblica fruizione
LA SICILIA Mercoled 16 Maggio 2012





Ripuliti, ma pur sempre negati. Non solo ai fruitori, ma anche a chi vorrebbe gestirli e valorizzarli. Non quindi un caso se, per consentire ai propri dipendenti di eliminare le erbacce dai resti della Villa romana, l'assessorato comunale all'Ecologia e all'Ambiente ha dovuto richiedere l'autorizzazione alla Soprintendenza circa un mese fa. A poche settimane di distanza dalla ripulitura del Dolmen Ciancio, ieri stata la volta del sito archeologico del Lungomare Tremoli. Interventi, entrambi, voluti dall'assessore alla Cultura e ai Beni culturali, Michele Favaccio. Ed effettuata su disposizione dell'assessore all'Ecologia e all'Ambiente, Salvatore Iacono. Oltre alla eliminazione delle sterpaglie che coprivano totalmente i resti della Villa romana - spiega Favaccio - sono stati anche gettati dei diserbanti che rallentino la fase di crescita della vegetazione incolta. Nessuna soluzione, invece, per gestire autonomamente questo sito archeologico. Una richiesta pi volte avanzata sia dal Comune sia dal presidente della Pro Loco, Peppino Corsico. In pi occasioni, quest'ultimo ha avanzato alla Soprintendenza la proposta di consegnare le chiavi del sito e alla Provincia regionale di Siracusa di mettere a disposizione il personale. Il tutto al fine di inserire, questo come altri siti archeologici della zona, in un circuito turistico pi ampio. Sebbene venga, sporadicamente, ripulita dalle sterpaglie, com' accaduto ieri, la recinzione che delimita i resti di quella Villa Romana risalente al II secolo avanti Cristo resta, infatti, sempre chiusa. Chi volesse semplicemente osservare gli scavi non pu che farlo dalle fessure dell'inferriata. Se poi si volesse conoscere la ricostruzione storica dello scavo, allora si pu solo dare libero sfogo all'immaginazione: nessuna guida, nessun cartello. Solo un'insegna. Quella che denomina il posto. Poggiata, tra l'altro, alla meno peggio sulla recinzione che circoscrive i resti.
Ma c' chi vorrebbe fare qualcosa per valorizzare e rendere fruibile questo posto. Ed il presidente della Pro Loco, Peppino Corsico. Disponendo, infatti, delle chiavi e del personale si potrebbero inserire i resti della Villa Romana in un circuito turistico che li affiancherebbe alla loro sorella maggiore, la Villa del Tellaro di Noto. Peppino Corsico non disdegna, inoltre, l'idea di dotare l'area di bacheche in cui vengano illustrati i cenni storici del sito. Soltanto disponendo delle chiavi del cancello, del personale della Provincia e di bacheche che illustrano la storia di questo sito archeologico, l'associazione turistico-culturale potr organizzare visite guidate ai tanti turisti che visitano la citt dell'Esagono.
Emanuela Tralongo


16/05/2012



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news