LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIGURIA - Portofino, il Tar bacchetta l'Ente Parco
MARCO PREVE
la repubblica, 1° maggio 2012


La costruzione di una piscina prima bocciata poi riammessa dai giudici




L'ENTE Parco di Portofino "dimentica" di costituirsi in giudizio in una causa amministrativa spalancando così le porte della sanatoria all'ennesima piscina realizzata nella supervincolata (in teoria) e superesclusiva collina affacciata sulla perla del Tigullio.

Una colossale svista che costa agli amministratori dell'Ente una dura reprimenda dei giudici del Tar. Ma, se le bacchettate morali potrebbero non smuovere più di tanto i custodi del monte, qualche rimorso in più potrebbero ricavarlo dall'assai probabile indagine della Corte dei Conti per un presunto danno erariale.

Il Tribunale Amministrativo Regionale ha infatti condannato l'Ente Parco (il presidente riconfermato è il geologo Francesco Olivari) a rifondere interamente le spese processuali pari a 4mila euro, un costo che, solitamente, il Tar suddivide tra i contendenti.

Nella sentenza, il Tar Liguria sottolinea che «nel caso di specie, a fronte del progetto presentato dalla parte e dalla documentazione versata in atti, vi è l'assenza di costituzione dell'amministrazione che pure lamenta la compromissione di un bene tutelato» ma che, puntualizza seccamente il Tar «in oltre dieci anni non si è costituita né ha depositato documentazione integrativa a sostegno del provvedimento impugnato». Sgombrato il campo da eventuali sospetti di malafede - chè in questo caso i giudici avrebbero trasmesso gli atti alla procura della repubblica - l'unica spiegazione non resta che quella di una burocrazia quanto mai negligente e sbadata. Certo non si può tralasciare la circostanza che tale comportamento viene messo in atto da un Ente che dovrebbe sovrintendere ad uno dei paesaggi più tutelati e preziosi al mondo. Così, con una squadra sola in campo e l'altra rimasta chiusa negli spogliatoi, ha avuto gioco facile un esperto amministrativista come l'avvocato Giovanni Gerbi, che rappresentava Simonetta Costantini, la proprietaria di una villa e di un terreno privato di 17mila metri quadrati a poche centinaia di metri dalla Vetta di Portofino. Come spesso accade a queste latitudini la piscina prima la si costruisce e poi si chiedono i permessi. Questo accadeva addirittura nel 1995. Nel 1999 l'Ente Parco nega il nulla osta paesaggistico e parte la causa. Ma il Tar, pochi giorni fa, accoglie il ricorso dei proprietari sia per l'assenza dell'Ente e poi per le dimensioni ridotte (dieci metri per cinque), e per «la generica motivazione posta a supporto del diniego» poiché nessun valore possono avere «espressioni stereotipate, generiche, che non facciano riferimento ad elementi concreti della fattispecie considerata quali la visibilità o l'impatto del manufatto le dimensioni della piscina in relazione alla estensione del terreno circostante in cui la stessa è collocata».

Inoltre, il Tar Liguria ritiene «che le piscine in generale hanno la natura di opere pertinenziali che non implicano consumo dei suoli per le loro caratteristiche».

Che non è una posizione estrema come quella del Tar Campania che per Capri aveva addirittura ritenuto le piscine «un miglioramento dell'impatto ambientale» (una sentenza del 2008 che lo scorso anno è stata demolita dal Consiglio di Stato), ma è stata più che sufficiente a dare il colpo di grazia al parere negativo del 1999, espresso, e poi sepolto, dall'Ente Parco.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news