LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Campone, si tratta sui vincoli
L'Arena, 27/01/2005

Venduto il Campone, adesso si apre la trattativa sui vincoli. Da una parte il gruppo privato che ha acquistato l'ex carcere di via del Fante e che intende ristrutturarlo, dall'altra parte il Comune che chiede il rispetto della destinazione pubblica in base ai vincoli imposti con il decreto ministeriale dell'aprile 2004.
Ma sarà necessario trovare un punto d'accordo, una mediazione concordata modificando i vincoli esistenti? Destinazione pubblica può essere anche un parcheggio interrato, una delle ipotesi emerse per il riutilizzo della parte scoperta del complesso. Resta da capire, essendoci la volontà del Comune di destinare una parte dei 15 mila quadrati coperti agli uffici giudiziari, se dovrà consentire che nel resto dell'edificio si possano ricavare abitazioni o uffici o negozi. Perché c'è anche una «linea dura», in Comune: in presenza del vincolo, la destinazione dev'essere interamente pubblica.
La nuova era del Campone è solo all'inizio. E il punto di partenza è il decreto ministeriale con il quale il Campone è stato trasferito alla Patrimonio spa. Il senatore Luigi Viviani da Roma informa: «Ho verificato con il ministero (il sottosegretario all'Economia e Finanze Armosino, ndr) che i vincoli sono tuttora in vigore e non sono stati tolti. E se il contratto è stato fatto dalla Patrimonio spa, ha agito in difformità dalle regole. E siccome è prevista una destinazione pubblica dell'immobile, almeno una parte dev'essere garantita a questi fini».
C'è il rischio, quindi, sostiene Viviani, che «la Patrimonio spa abbia fatto il contratto senza rispettare i vincoli e il Comune a questo punto non dovrebbe ufficializzare nulla e anzi studiare se vi è la possibilità di ricorrere al Tar. Tra l'altro le esigenze giudiziarie sono molte e non è sufficiente una piccola parte degli spazi del Campone».
In dettaglio, il decreto ministeriale prevede questi vincoli: dovrà essere conservato l'impianto architettonico e l'unitarietà del costruito e dei cortili; eventuali interventi di manutenzione dovranno essere mirati alla salvaguardia degli elementi architettonici, non saranno ammesse variazioni pro-spettiche e aperture sulle falde di coperta. Anche gli interni dovranno mantenere l'attuale assetto distributivo. Non sono considerati compatibili gli usi abitativi e commerciali e, più in generale, qualsia-si uso che non consenta di mantenere la destinazione pubblica dell'immobile e che comporti la frammentazione degli interni».
I rappresentanti dei fratelli Magnoni. i nuovi proprietari del Campone, non negano l'esistenza di questi vincoli ma ritengono vi siano ampi margini di interpretazione e mediazione per trovare un accordo con il Comune, perché le opzioni restano comunque molte. Compresa quella della ristrutturazione da parte dei privati e successiva cessione - o affitto - a chi è interessato a uffici pubblici.
Ma ieri è spuntata un'altra ipotesi, che è in fase di verifica a Palazzo Barbieri. Dove viene comunque dato crescente credito alla possibilità che il Comune possa esercitare diritto di prelazione sull'acquisto del Campone.
È una norma legata alla legge Urbani sui Beni culturali vincolati, e potrebbe essere applicabile anche al caso dell'ex carcere. In particolare, il diritto di prelazione deve essere esercitato entro 60 giorni dalla comunicazione della vendita e interessa, in rigoroso ordine, Regione, Provincia e Comune. Palazzo Barbieri, insomma, sarebbe chiamato in causa solo se gli altri enti non fossero interessati. E a quel punto il Comune tornerebbe a proporre le condizioni dell'autunno scorso, stavolta con maggior forza contrattuale: compriamo il Campone solo se Roma dà a Verona la Corte d'Appello.



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news