LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Elettrodotti, paesaggio pi tutelato
Ilaria Guidantoni
Sole 24 ore, Edilizia e Territorio, 24/1/2005

Intesa tra il Grtn e il ministero dei Beni culturali per lo sviluppo della rete elettrica nel rispetto dell'ambiente. Il protocollo d'intesa prevede l'attivazione di un tavolo tecnico di confronto permanente per l'applicazione della valutazione ambientale strategica (Vas) ed il primo del genere firmato dal Gestore della rete elettrica nazionale (che gi lavora a stretto contatto con l'Ambiente e le Attivit produttive) e si inserisce nella nuova politica di cooperazione promossa dal gestore, dopo l'intesa conclusa con sette Regioni e gli enti locali competenti in materia di energia.
Con la firma del protocollo le due parti si impegnano a verificare e aggiornare i criteri da adottare per la procedura della Vas, il nuovo strumento introdotto dalla direttiva europea n. 42 del 2001 (obbligatoria dallo scorso luglio) che prevede l'integrazione di parametri ambientali nell'elaborazione di piani e programmi. Per ridurre al minimo l'impatto visivo e paesaggistico delle nuove opere elettriche il gestore recepir e integrer in fase di progettazione le linee guida per il rispetto dei beni culturali e paesaggistici e gli indicatori di sensibilit che saranno definiti dai Beni culturali. Al Ministero in particolare spetta la valutazione della verifica di tollerabilit delle trasformazioni con possibilit di pronunciarsi in merito a varianti del tracciato, interramento cavi, suggerimenti in materia di opere di mitigazione, come la stessa qualit architettonica delle opere (gi insite nel progetto) e di opere di compensazione, dove l'incompatibilit tra lo sviluppo della rete e la tutela del paesaggio inevitabile. Fermo restando che lo sviluppo delle infrastrutture elettriche un'esigenza prioritaria per migliorare l'utilizzo della capacit installata - dice Luca d'Agnese, amministratore delegalo del Grtn -, il nuovo accordo si impegna a diffondere un utilizzo pi incisivo e capillare della Vas come strumento di concertazione e localizzazione nuovi elettrodotti.
L'iniziativa si inserisce nel piano strategico 2004-2006, approvato lo scorso aprile (che sar aggiornato in primavera) e che prevede 1.700 milioni di euro di investimenti per lo sviluppo della rete, oltre 1.900 km di nuovi elettrodotti e 51 stazioni di trasformazione: punti principali del programma la necessit di rispondere a una domanda crescente di energia, soprattutto con lo sviluppo della rete nel Mezzogiorno, il potenziamento dell'interconnessione con l'estero, insieme con la riduzione delle strozzature della rete. La logica di sviluppo - continua d'Agnese - il rispetto dei vincoli paesaggistici, l'incremento dell'efficienza energetica e la promozione di innovazione tecnologica ai fini della sicurezza.
Ai Beni culturali sottolineano gli aspetti di semplificazione che deriveranno dall'applicazione dell'accordo. necessaria - spiega Anna Di Bene, dirigente del Ministero - la partecipazione a tutte le fasi di concertazione per interventi di trasformazione del paesaggio, a cominciare dall'individuazione dei corridoi (localizzazione), perch rappresenta un valido presupposto per arrivare presso le direzioni regionali e le soprintendenze alla semplificazione delle valutazioni di impatto ambientale dei singoli progetti. Obiettivo principale: evitare il pi possibile gli stop imposti dalle soprintendenze e la conseguente lievitazione dei costi delle opere.
A servizio dell'accordo prevista anche la condivisione di informazioni cartografiche digitalizzate: il Grtn fornir l'atlante delle linee ad alta e altissima tensione e consentir al dipartimento per i Beni culturali e paesaggistici di integrare nel Sitap, un database geografico specifico per la tutela dei beni paesaggistici e architettonici, i nuovi dati che saranno via via elaborati dal gestore. La banca dati Sitap e quelle degli istituti di settore del Ministero, con tutte le informazioni, i dati e le cartografie relative ai valori paesaggistici e storico-archeologici a livello nazionale e locale, saranno consultabili anche dal Grtn per i suoi fini istituzionali.




news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news