LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Clini: tutto da rifare. Ecco il Piano Roma
IL TEMPO 29/03/2012








Ha bocciato tutte le ipotesi di discariche temporanee fatte a suo tempo dalla Regione e ha deciso di prorogare Malagrotta per altri sei mesi, fino al 31 dicembre. Ma ha chiesto anche una revisione completa della gestione dell'immondizia nella Capitale e ha intenzione di dare pi poteri al commissario Pecoraro per l'individuazione di un nuovo sito. In questa ricerca il prefetto potr avvalersi dell'aiuto della Provincia che di fatto assume il fardello che fino ad oggi gravava sulle spalle della Regione. Al vertice di ieri al ministero dell'Ambiente non erano presenti n Alemanno, n Polverini n Zingaretti. Al loro posto sono andati i rispettivi assessori Visconti, Di Paolo e Civita. C'era anche il prefetto Pecoraro in qualit di commissario per l'emergenza rifiuti. Clini stato chiaro: si riparte da zero con quello che stato ribattezzato Piano per Roma. Un piano che, per diventare operativo, dovr confluire in un accordo di programma con Campidoglio, Provincia e Regione, ma anche con le aziende coinvolte nel processo dei rifiuti (Ama, Gaia e Colari) e i consorzi del riciclo a partire dal Conai. Per far s che non ci siano ulteriori ritardi e rinvii il piano si tradurr in un decreto legge. Una mossa che di fatto accentra nelle mani del Governo la questione. la presa d'atto che gli enti locali in questi anni non sono stati in grado di individuare la soluzione del problema limitandosi a rinviare di continuo la chiusura della maxi-discarica di Malagrotta, ormai satura. Il piano redatto da Clini chiaro: Considerato l'interesse nazionale per la prevenzione dell'emergenza rifiuti a Roma - si legge - le misure indicate dovrebbero essere incluse in un provvedimento urgente, che consenta sia procedure accelerate che la dotazione di risorse adeguate. A questo fine intenzione del ministro dell'Ambiente di sottoporre alla valutazione del Consiglio dei Ministri la possibilit di adozione di un apposito decreto legge o diversa iniziativa finalizzata alla realizzazione in tempi certi e con procedure semplificate, incluso il rafforzamento e l'ampliamento della portata e dei termini del mandato commissariale. Il Ministero, quindi, ha scartato senza appello i sette siti selezionati dalla Regione: Quadro Alto e Pian dell'Olmo a Riano, Osteriaccia, Castel Romano, Corcolle, Monti dell'Ortaccio e Pizzo del Prete a Fiumicino. Il prefetto aveva optato per Quadro Alto e Corcolle, tanto che erano gi partiti i sopralluoghi dei tecnici. Niente da fare, i vincoli archeologici e ambientali sono stati considerati insormontabili. Anche l'ipotesi Allumiere (su cui grava un vincolo paesaggistico) sembra allontanarsi, dal momento che i terreni sono di propriet del ministero della Difesa e, essendo zona militare, servirebbe una bonifica troppo dispendiosa per trasformarli in discarica. Il dato praticamente certo, la proroga di Malagrotta fino al 31 dicembre 2012. Nel frattempo dovr essere costruita un'altra discarica temporanea pronta ad accogliere i rifiuti. Un sito provvisorio che potrebbe diventare definitivo. Lo ha confermato lo stesso ministro: Il sito che verr individuato a questo punto, se il sistema funziona, potrebbe essere anche la discarica di servizio residuale per le attivit a pieno regime. Per fugare ogni dubbio, il piano stilato dal dicastero dell'Ambiente, indica anche cosa si intende per sistema funzionante. Nel triennio 2012-2014 bisogner raggiungere il 50% di raccolta differenziata. Al termine di questa rivoluzione in discarica dovr arrivare solo il 20% dei rifiuti, che dovranno essere gi trattati. Se sar ridotta anche la quantit di immondizia da conferire negli impianti di trattamentento meccanico biologico (tmb) e nei termovalorizzatori, bisogner puntare invece sulla raccolta dell'umido da trasformare in compost. ci che oggi avviene solo in alcuni quartieri della Capitale, la cosiddetta differenziata spinta che viene effettuata attraverso il porta a porta o i punti mobili di raccolta. L'impianto che trasforma la frazione organica in concime si trova a Maccarese ed gestito dall'Ama. Il progetto di costruire un altro impianto di questo tipo, sempre a Maccarese, gi in cantiere. In discarica, invece, dovr arrivare non oltre il 40% dei rifiuti trattati negli impianti di Tmb. Spunta anche l'ipotesi di intervenire sulle tariffe per il conferimento dei rifiuti, mentre si sta pensando di attivare linee di credito agevolate con il coinvolgimento della banca partecipata dalla Regione Lazio e dalla Cassa depositi e prestiti.



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news