LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TORINO - "Sindone, quel cantiere inutile". Laccusa dellingegnere che se n occupato alla fine del 2010
MARINA PAGLIERI
DOMENICA, 25 MARZO 2012 LA REPUBBLICA - Torino



La scheda




Di Lella: "Si sono buttati tanti soldi ma per venirne a capo occorre tornare a ragionare come faceva allora il Guarini"


La Cappella della Sindone? Sarebbe bello capire come siano trascorsi 15 anni e che cosa abbia aggiunto il famoso cantiere della conoscenza. Una situazione che urla vendetta, forse a nessuno interessa il patrimonio culturale, forse a qualcuno interessa non agire: siamo in Italia e lindifferenza verso i nostri monumenti ormai conclamata da nord a sud. Cos si legge in una lettera inviata a Repubblica da Giampiero di Lella, ingegnere che ha prestato tra il 96 e il 97 il servizio civile presso la Soprintendenza ai beni architettonici (aveva potuto ancora vedere il monumento integro, quasi alla fine del precedente restauro), laureatosi poi al Politecnico di Torino nel 99 con una tesi discussa con il professor Vittorio Nasc sugli aspetti strutturali e costruttivi della Cappella di Guarini, mentre ora svolge la professione nella nativa Puglia.
Sono passati anni, ma lui quel capolavoro - del quale ha fatto rilievi e raccolto una documentazione accurata, incluso un modello in gesso 1:20 della parte terminale dellinterno, depositato allArchivio di Stato - non lha dimenticato. Anche perch alla fine del 2010 viene contattato e richiesto di una consulenza dalla Corit spa, allora ditta appaltatrice dei lavori di recupero: Ritorno cos per la prima volta nellinterno della cappella della Sindone dopo lincendio. Un tonfo al cuore, un monumento ferito a morte e violentato - si legge ancora nella lettera. - Ma non violentato dallincendio, bens dallinconsistenza di quel cantiere della conoscenza che tanti fondi ha assorbito. Oggi si ha pure lardire di chiedere altri sei milioni di euro?. La consulenza poi non c stata, perch poco dopo il suo arrivo sono iniziate le procedure per la recissione dellappalto alla Corit, ritenuta inadempiente. Appalto ora affidato alla ditta torinese Arcas spa, che ha firmato a met marzo il nuovo contratto. Di Lella sar di nuovo a Torino il mese prossimo e ascoltato come testimone allinterno del contenzioso che la Corit ha aperto nei confronti del ministero dei Beni culturali, in seguito allinterruzione del contratto nel marzo di un anno fa.
Lingegnere non vuole entrare nel merito delle polemiche, bens creare allarme attorno a un bene straordinario che la collettivit rischia di perdere per sempre: Ma perch il mondo accademico tace, perch non si apre un dibattito internazionale tra studiosi, per cercare una soluzione? Perch la basilica di Assisi stata recuperata in pochi anni dopo il terremoto e qui dopo tre lustri siamo al punto di partenza? Guardi, io non sono nessuno, ho per la presunzione di conoscere il monumento come pochi, anche per essermi letto i trattati sulle tecniche costruttive utilizzate da Guarini e avere esaminato le pietre a una a una: e posso dirle che se si andr avanti sulla strada intrapresa, questo restauro non sar mai completato. O addirittura la cappella verr gi.
Parole grosse, che di Lella lega a due ordini di considerazioni. Il progetto degli ingegneri Napoli e Macchi, per come mi stato presentato, secondo me inadeguato. Perch non tiene conto del fatto che Guarini assemblava i conci in pietra secondo una tecnica portata allestrema perfezione dai francesi per le loro cattedrali. Lui arriva dalla Francia e spinge quella tecnica - la stereotomia - allestremo parossismo, perch conosce la geometria alla perfezione. Se non ci si spoglia della nostra cultura di ingegneri di oggi e non ci si immerge in quella di Guarini, non se ne viene a capo. Questo il peccato originale di questo restauro, lo dissi gi, nel discutere la mia tesi, al professor Nasc nel 99.
Laltro punto, collegato al primo, riguarda i marmi: Guarini utilizzava il marmo nero, o "bigio", di Frabosa, che ora scarseggia - oltretutto gi nel Seicento quelle cave si stavano esaurendo - o, se si trova, fratturato, fessurato. Eppure si fatto un progetto per riaprire quelle cave, si vuole addirittura attribuire a quel marmo una funzione portante, mentre per lautore della cappella doveva servire come paramento di rivestimento in molti casi autoportante. Ma perch snaturare la concezione strutturale del monumento? E come fanno ad affidare il progetto alla nuova ditta, se il marmo non c? Se si prosegue su questa strada, e lo dico con grande dolore, la cappella non la vedremo mai finita.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news