LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quei 200mila libri che cercano casa
msn
Roma 22/1/2005

La biblioteca dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici si pone oggi come triste esempio di quale sia il luogo deputato alla cultura, in una citt che sembra aver dimenticato quel glorioso passato che la vide capitale della "Rpublique des Lettres". Infatti, a parte la sezione dedicata ai periodici e alle riviste, perfettamente ordinati ed utilizzabili, i restanti duecentomila volumi non sono accessibili al pubblico e si trovano in scatoloni, posti in locali che, data la loro umidit, ne mettono a rischio l'incolumit. Una situazione al limite del paradosso, nonostante vari appelli che hanno visto schierarsi numerosi intellettuali europei in favore della "causa" della biblioteca dell'Istituto, affinch, come dichiara quello del 1987, "gli interessi privati non prevalessero sulla necessit di provvedere a quell'organico sviluppo della cultura che fondamento della vita civile di una nazione". Infatti, in oltre trenta anni, le autorit competenti, cittadine e regionali, non hanno saputo, o voluto, far fronte all'esigenza di spazi adeguati all'interno dei quali il patrimonio librario della biblioteca potesse trovare degna sistemazione. Il susseguirsi di aspettative poi deluse e di promesse non mantenute comincia poco dopo la fondazione dell'Istituto per gli Studi Filosofici (1975), quando fu individuata nel complesso monumentale dei Girolamini la sede che avrebbe ospitato, oltre alla biblioteca dell'Istituto, una foresteria dove
avrebbero alloggiato studenti e professori. Il progetto, che avrebbe portato alla nascita di un grande polo culturale, fu per interrotto dall'emergenza provocata dal terremoto, che diede luogo ad una delle tante "eccezioni normali" di Napoli: i locali di quel grande monu
mento statale, infatti, furono occupati dai terremotati per sette anni. La soluzione della ''questione biblioteca" sembr presentarsi quando, nel 1999, la Regione promise, con tanto di comunicato stampa, l'acquisto dell'ex struttura del Coni, in Piazza Santa Maria degli Angeli, dove sarebbero stati adeguatamente collocati i duecentomila volumi. Si accesero nuovamente le illusioni, non solo da parte degli esponenti dell'Istituto, ma anche da parte dei tanti che consideravano intollerabile un tale spreco culturale. Illusioni che ben presto si mostrarono fuochi di paglia; infatti non solo la situazione non era risolta, ma la stessa Regione, si venne poi a sapere, in realt non aveva avviato neppure le trattative con il Coni. Oggi una nuova schiarita sembra voler chiudere, definitivamente, quella che per trenta anni stata una pagina "poco nobile" per la cultura napoletana. Secondo un protocollo d'intesa tra Regione, Comune, Istituto per gli Studi Filosofici e Scuola Militare Nunziatella, in seguito alla costruzione della cittadella della Polizia, i locali della odierna caserma Bixio verrebbero rioccupati, come era anticamente, dalla scuola militare. Il progetto quello di unire al fondo librario della Nunziatella, costituito da circa undicimila volumi, i pregiati volumi della Biblioteca dell'Istituto, dando cos vita ad un grande polo culturale a Napoli, degno della sua pi alta tradizione culturale.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news