LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Agis, Anica, Anac: tutti contro lo tsunami di Governo sul cinema
Gabriella Gallozzi
L'Unit 22/1/2005

L'intero mondo dello spettacolo, compresi i sindacati, ha bocciato la proposta di ripartizione annuale del Fondo unico dello spettacolo. Cio, di fronte ai tagli cos ingenti del governo ha detto no al ministro Urbani, senza neanche affrontare l'argomento. Ogni anno, infatti, il Ministro presenta di fronte al Comitato per i problemi dello spettacolo, presso il ministero dei Beni culturali la sua proposta di suddivisione del Fus, un tanto per settore, danza, cinema, teatro ecc. Stavolta, per, per la prima volta in 20 anni - da tanto esiste il Fondo unico per lo spettacolo - il voto del Comitato che raggruppa i rappresentanti di tutte le categorie e le associazioni dello spettacolo - dall'Agis all'Anica all'Anac, per intenderci -, stato contrario all'unanimit.
L'Agis in testa. Siamo stati costretti a dare voto contrario - ha spiegato il presidente dell'Agis, Alberto Francescani - per ribadire la denuncia dello stato di grave crisi del settore, che va ben oltre il pur devastante taglio degli stanziamenti complessivi dello spettacolo per il 2005. La situazione attuale frutto di una persstente disattenzione verso problemi dello spettacolo, componente essenziale della cultura e dell'identit nazionale. il risultato di una non politica, dell'assenza di una logica ordinata e continuativa degli interventi, in specie per lo spettacolo dal vivo. Per affrontare questa situazione abbiamo rilanciato la Vertenza Spettacolo che fin dai prossimi giorni si articoler su diverse manifestazioni in 100 citt italiane, che culmineranno a Roma a febbraio, in una clamorosa iniziativa pubblica di protesta.
A ribadire le ragioni del no anche Nino Russo in rappresentanza dell'Anac, la storica associazione degli autori. Qui il problema non riguarda soltanto la riduzione del fondo, ma l'intera politica del governo. Siamo di fronte, infatti, ad un vero e proprio genocidio culturale che si manifestato a partire dalle ingerenze sulla Rai. Per Nino Russo basta guardare la legge del cinema per avere la prova evidente. Una legge - sottolinea - che sembra ispirata al celebre adagio di Robin Hood, ma al contrario. Che cos' il reference System se non un sistema per dare ai pi ricchi e togliere ai pi poveri?. Certo, conclude ironizzando, questo governo ha ottenuto un risultato unico: riuscire a mettersi tutti contro compattando l'intero mondo dello spettacolo. Anche i sindacati - Slc-CGIL Fistel-Cisl e Uilcom-Uil- come si legge in un comunicato, sottolineano lo stato di profondo malessere e di grande delusione nei confronti di un governo e dell'attuale maggioranza che non considera la Cultura e lo Spettacolo come uno dei diritti fondamentali per la cittadinanza e come importante volano dell'economia nazionale. Ma anche nei confronti di un Ministero, conclude la nota, palesemente non pi in grado di difendere gli interessi degli operatori del settore. Mentre l'Agis chiede, oltre al totale reintegro degli stanziamenti complessin per lo spettacolo per il 2005 - scesi dai 500 milioni di euro del 2004 ai 464 circa -, l'adozione da parte del governo di provvedimenti urgenti, a cominciare dall'applicazione al settore degli ammortizzatori sociali.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news