LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Agis, Anica, Anac: tutti contro lo tsunami di Governo sul cinema
Gabriella Gallozzi
L'Unit 22/1/2005

L'intero mondo dello spettacolo, compresi i sindacati, ha bocciato la proposta di ripartizione annuale del Fondo unico dello spettacolo. Cio, di fronte ai tagli cos ingenti del governo ha detto no al ministro Urbani, senza neanche affrontare l'argomento. Ogni anno, infatti, il Ministro presenta di fronte al Comitato per i problemi dello spettacolo, presso il ministero dei Beni culturali la sua proposta di suddivisione del Fus, un tanto per settore, danza, cinema, teatro ecc. Stavolta, per, per la prima volta in 20 anni - da tanto esiste il Fondo unico per lo spettacolo - il voto del Comitato che raggruppa i rappresentanti di tutte le categorie e le associazioni dello spettacolo - dall'Agis all'Anica all'Anac, per intenderci -, stato contrario all'unanimit.
L'Agis in testa. Siamo stati costretti a dare voto contrario - ha spiegato il presidente dell'Agis, Alberto Francescani - per ribadire la denuncia dello stato di grave crisi del settore, che va ben oltre il pur devastante taglio degli stanziamenti complessivi dello spettacolo per il 2005. La situazione attuale frutto di una persstente disattenzione verso problemi dello spettacolo, componente essenziale della cultura e dell'identit nazionale. il risultato di una non politica, dell'assenza di una logica ordinata e continuativa degli interventi, in specie per lo spettacolo dal vivo. Per affrontare questa situazione abbiamo rilanciato la Vertenza Spettacolo che fin dai prossimi giorni si articoler su diverse manifestazioni in 100 citt italiane, che culmineranno a Roma a febbraio, in una clamorosa iniziativa pubblica di protesta.
A ribadire le ragioni del no anche Nino Russo in rappresentanza dell'Anac, la storica associazione degli autori. Qui il problema non riguarda soltanto la riduzione del fondo, ma l'intera politica del governo. Siamo di fronte, infatti, ad un vero e proprio genocidio culturale che si manifestato a partire dalle ingerenze sulla Rai. Per Nino Russo basta guardare la legge del cinema per avere la prova evidente. Una legge - sottolinea - che sembra ispirata al celebre adagio di Robin Hood, ma al contrario. Che cos' il reference System se non un sistema per dare ai pi ricchi e togliere ai pi poveri?. Certo, conclude ironizzando, questo governo ha ottenuto un risultato unico: riuscire a mettersi tutti contro compattando l'intero mondo dello spettacolo. Anche i sindacati - Slc-CGIL Fistel-Cisl e Uilcom-Uil- come si legge in un comunicato, sottolineano lo stato di profondo malessere e di grande delusione nei confronti di un governo e dell'attuale maggioranza che non considera la Cultura e lo Spettacolo come uno dei diritti fondamentali per la cittadinanza e come importante volano dell'economia nazionale. Ma anche nei confronti di un Ministero, conclude la nota, palesemente non pi in grado di difendere gli interessi degli operatori del settore. Mentre l'Agis chiede, oltre al totale reintegro degli stanziamenti complessin per lo spettacolo per il 2005 - scesi dai 500 milioni di euro del 2004 ai 464 circa -, l'adozione da parte del governo di provvedimenti urgenti, a cominciare dall'applicazione al settore degli ammortizzatori sociali.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news