LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Beni culturali con pi risorse
A. Che. - M. Fri.
Il Sole 24 ore 22/1/2005

ROMA ■ Le risorse a disposizione di Arcus, la Spa che si occupa di beni culturali e di spettacolo, aumentano. Ieri il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che porta da tre a cinque la percentuale in base alla quale calcolare la parte delle spesa per le infrastnitture da destinare ai progetti di Arcus. Il Dl, che riguarda soprattutto misure per l'Universit, concede inoltre alla societ per azioni la possibilit di operare, anche per il 2005, in "regime transitorio". Manca, infatti, il regolamento che dovrebbe fissare le modalit per utilizzare le risorse destinate alla societ. L'Esecutivo ha anche varato in via preliminare la Comunitaria 2005. E sempre ieri, il ministro dei Beni culturali, Giuliano Urbani, ha deciso la ripartizione del Fondo unico per lo spettacolo (Fus).
Il decreto legge. Passa, dunque, dal tre al cinque la percentuale da applicare sulla spesa per le infrastrutture per calcolare la quota di risorse da destinare a interventi in campo culturale e dello spettacolo. Il tentativo era gi stato fatto con la Finanziaria, ma era stato rispedito al mittente, insieme a un'altra serie di norme, perch estraneo all'oggetto della manovra di fine anno. Arcus gi oggi pu contare su una dote di partenza di otto milioni e su un fondo aggiuntivo, derivante proprio dal 3%, di oltre 51 milioni. Fondo che, grazie al decreto legge, ora destinato a lievitare in maniera sensibile, dato che il Cipe ha anche ampliato i fondi per i lavori pubblici. Il DI prevede, inoltre, che anche
per il 2005 Arcus possa continuare a operare in regime transitorio. Si attende, infatti, il regolamento dei ministeri dei Beni culturali e delle Infrastrutture che dovr indicare i criteri e le modalit per utilizzare le somme del tre (ora cinque) per cento.
Fus. Grazie all' aumento delle risorse di Arcus, il ministro Urbani conta di ripianare anche il taglio che c' stato ai danni del Fondo unico per lo spettacolo, di cui stata annunciata ieri la ripartizione per il 2005: agli enti lirici vanno 226,5 milioni, al cinema 91,6, alla prosa 89, alla musica 68,6, alla danza 8,3, ai circhi 7.
La Comunitaria 2005. Mentre la Comunitaria 2004 si attarda a tagliare il traguardo definitivo di Palazzo Madama, ha preso l'avvio il tredicesimo disegno di legge "a targa Ue" per il 2005. Il provvedimento, che reca le disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunit europee, verr trasmesso alla conferenza Stato-Regioni per il parere e proseguir il suo iter approdando nuovamente al Consiglio dei ministri.
Soltanto dopo il varo definitivo dell'Esecutivo, le Camere potranno esaminare il testo apportando modifiche che da quest'anno, per, (grazie al varo della nuova legge La Pergola) dovranno essere ancora pi attinenti a risolvere le problematiche europee, e non, come gli anni passati, a costituire un "carro" su cui far viaggiare interessi di vario genere. Intanto, sulla Comunitaria 2004 da registrare che la commissione Politiche dell'Unione europea del Senato ha fissato alle 18 di marted 25 gennaio il termine per la presentazione degli emendamenti.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news