LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

E Roma fa mostra di sè ai Musei capitolini - Anno boom con Escher: 12% in più dei biglietti. E a febbraio arriva Imago Urbis
Danilo Maestosi
Il Messaggero, Mercoledì 19 Gennaio 2005


di DANILO MAESTOSI

Il 2004 è stato l’anno di Escher. Mai, da quando nel 2000 i Musei capitolini sono stati riaperti dopo il restauro, una mostra aveva registrato tanta affluenza. Oltre 85 mila visitatori, la metà dei quali ha varcato le porte del palazzo dei Conservatori solo per rendere omaggio al geniale disegnatore olandese. Una salutare ventata di ossigeno, perché a mettersi in coda è stata in gran parte una platea vergine e giovanissima, più difficile a farsi sedurre. E un’impennata di pubblico che a partire da ottobre si è riversata al botteghino facendo lievitare di un buon 12 per cento il totale delle presenze: «Passato da 382 mila a 430 mila persone», tira le somme l’assessore Gianni Borgna, soddisfatto dell’esperimento di gestione integrata, affidato alla società Zetema, che ha notevolmente contribuito al rilancio dei palazzi capitolini. E dell’essere riuscito a salvare, nonostante i tagli e la crisi, il budget per le mostre del Comune.

Logico dunque che il cartellone espositivo, con cui i Capitolini affrontano il nuovo anno, si apra ancora nel segno di Escher, con una proroga a grande richiesta, concordata con l’istituto olandese di cultura, che farà slittare fino a tutto febbraio la mostra in corso nelle salette di villa Caffarelli. Un richiamo in più per un programma che offre altri tre grandi appuntamenti di qualità.

Il primo, in scena dall’11 febbraio al 15 maggio nei saloni del piano nobile, si intitola Imago Urbis ed è stata curata da Cesare Della Seta: è una passerella di vedute , un’ottantina di capolavori prestati da vari musei, che ricostruisce le trasformazioni che dal Seicento a oggi hanno fissato nella memoria collettiva l’identità e la fortuna della Capitale.
Il secondo appuntamento,dal 5 giugno al 25 settembre, è un omaggio a Leon Battista Alberti , il geniale umanista del Rinascimento che , prendendo a modelli i grandi monumenti in rovina della Roma imperiale,codificò in architettura il ritorno all’antico, inaugurando una straordinaria stagione creativa. Grande risalto sarà dato in questa rassegna agli edifici che ispirarono il celebre tratto dell’Alberti, De re aedificatoria , e agli studi con cui i maggiori artisti del Quattrocento si cimentarono nello studio delle rovine.
Il terzo, dal 6 ottobre in poi, è dedicato al Tempio di Giove , e alle recenti scoperte, avvenute nel corso dei lavori di ristrutturazione , che ne hanno riempito di pagine inedite la storia. «Un luogo sacro abitato dall’età del ferro e poi edificato all’epoca di Tarquinio il superbo che è stato per dieci secoli, fino alle spoliazioni in epoca bizantina che ne decretarono il declino, l’epicentro della città», spiega la curatrice Anna Sommella.
Tra aprile e maggio l’intervallo del Festival della fotografia , che farà tappa anche in altri musei comunali: leit motiv di quest’edizione, ancora da definire, l’Oriente.







news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news