LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ales, trovati 60 milioni per gli ex Lsu
c.gr.
Il Mattino, 20/01/2005

VERTENZA ALES, sindacati e governo si sono incontrati a Roma, per cercare una soluzione che fermi le lettere di licenziamento degli ex Lsu che da 14 anni garantiscono servizi indispensabili a siti archeologici e musei. Lavoratori per i quali la Finanziaria non ha trovato i fondi e la cui graduale espulsione sta per scattare: fra nove giorni, se nulla cambiasse, partirebbero le prime 22 lettere di licenziamento. Un'ipotesi contro la quale i sindacati sono disposti a battersi in ogni modo. Con l'appoggio della Regione che, in una lettera al presidente del consiglio del presidente Bassolino, definisce questi dipendenti lavoratori indispensabili in un settore strategico.
Una soluzione è stata messa sul tappeto. Il neo viceministro ai Beni Culturali Antonio Martusciello ed il sottosegretario Nicola Bono, presente anche l'onorevole Marcello Taglialatela, hanno assicurato che i fondi per gli ex Lsu sono stati reperiti e che (60 milioni di euro più 37 di fondi Cipe) possono coprire il triennio. Il problema è con quale formula assegnare i fondi in un decreto legge che sarà presentato al prossimo consiglio dei ministri. Quella che è detta vertenza Ales, infatti, riguarda anche i lavoratori di altre cinque società. Se Ales, però, è a partecipazione pubblica, le altre società sono private. Le leggi europee imporrebbero, per i progetti affidati a privati, gare d'appalto. «Una lotteria» per centinaia di dipendenti. La soluzione più agevole sarebbe l'assegnazione di tutti i progetti, e fondi, ad Ales che, poi, garantirebbe il lavoro anche agli altri precari. L'appuntamento è per mercoledì, con il testo del decreto legge. Un appuntamento troppo a ridosso di quel 29 gennaio che per 22 persone già vorrebbe dire tornare a casa: Bruno Esposito, amministratore delegato di Ales, aspetta un segno contrario dall'assemblea dei soci. Ma se non dovesse arrivare procederà. Ventidue drammi umani come quello di Ciro Monaco, 44 anni, due figli, imbianchino. Ha tentato il suicidio, volando di sotto. È finito al Cto, in grado di sopravvivere e di ricevere una lettera di licenziamento.
Marcello Taglialatela è ottimista. «Capisco la prudenza altrui - dice - ma ho ascoltato con attenzione e sono ragionevolmente ottimista: l'aspetto economico è risolto, il governo ha trovato fondi per il triennio, credo che anche i sindacati l'abbiano ben recepito». C'erano, al tavolo, Cgil, Cisl, Uil, Ugl e rappresentanze sindacali di base. Dice Giuseppe Pinto, della Rsa di Palazzo Reale: «Non accettiamo le lotterie degli appalti. Dopo 14 anni, sia chiaro che o ci affidano direttamente i progetti o ci assumono». Stessa musica ad ascoltare Alfredo Chegai, dell'Ugl. «Non accetteremo in nessun caso la clausola sociale. Obbligherebbe sì gli eventuali vincitori di un appalto a far lavorare i precari. Ma esaurito il triennio, sarebbe tutto finito. Altri tre anni prima del lastrico? No grazie».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news