LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli, Chiesa di S. Agostino, incendiata la facciata
Marisa La Penna
Il Mattino, Napoli, 18/1/2005

La guerra dei cippi di Sant'Antonio quest'anno ha una vittima innocente: una delle tre porte della magnifica chiesa trecentesca di Sant'Agostino alla Zecca. L'altra notte una banda di ragazzini ha dolosamente incendiato la legna accatastata in una enorme pira sul sagrato del tempio - chiuso al culto dal terremoto dell'80 e attualmente sottoposto a restauro - dalla «banda rivale» di Forcella. Le fiamme, oltre a distruggere tronchi d'albero, vecchi mobili, abeti di Natale rinsecchiti, hanno aggredito e distrutto anche il portale laterale della chiesa. Uno scempio. Che rischia di restare impunito. La distruzione della porta ha creato un accesso alla chiesa, tant'è che nel pomeriggio, la banda dei ragazzini di Forcella, dieci anni il più piccolo e quattordici il più vecchio, è penetrata nel luogo sacro, e si è impossessata delle tavole di legno dell'impalcatura sistemata per il restauro. Inascoltate le telefonate ai carabinieri, alla polizia, e ai vigili urbani: il saccheggio del legno è proseguito per oltre due ore tant'è che la piccola gang ha realizzato una nuova catasta di legno per un falò che si è rivelato poi tanto maestoso quanto pericoloso. Ma torniamo all'incendio del portale, appiccato poco dopo le tre del mattino di ieri, «dalla banda di San Gaetano», come hanno riferito i ragazzini di Forcella al consigliere circoscrizionale Wurzburger, il primo che si è recato sul posto dopo i vigili del fuoco.
Il rogo ha distrutto la parete esterna della monumentale chiesa, ha rovinato marmi antichi e, soprattutto, ha letteralmente incenerito la porta in legno. La prima denuncia è stata fatta da Gianfranco Wurzburger e dal consigliere circoscrizionale Salvatore Castiello.
Secondo il racconto dei due rappresentanti del parlamentino, la parete esterna della monumentale chiesa è stata completamente invasa dalle fiamme e dal fumo ed il portone laterale in legno è stato totalmente distrutto. I due consiglieri hanno quindi presentato una denuncia ai carabinieri. La chiesa di Sant'Agostino alla Zecca venne chiusa al culto all'indomani del terremoto dell'80. Molti anni dopo fu avviato il restauro sospeso due anni fa per esaurimento dei fondi. «I cittadini del quartiere manifestano quotidianamente la loro amarezza per lo stato di abbandono in cui versa la chiesa » ha detto Wurzburger.
C'è da sottolineare che Sant'Agostino alla Zecca è di proprietà del Fondo Edifici di Culto, del ministero degli Interni. Molte delle più belle chiese della nostra città appartengono a quel fondo.
Accusa Gianfranco Wurzburger: «II ministero degli Interni è inadempiente per la parte che gli compete, in quanto non ha provveduto a stanziare i fondi indispensabili al completamento dei lavori di restauro e al consolidamento delle strutture. Oggi esistono tante forme di finanziamento a sostegno dei Beni Culturali e monumentali, il Ministero ha costituito una società per azioni, l'Arcus, che è deputata ad elargire contribuiti per il recupero di questo patrimonio; il gioco del Lotto che da Napoli attinge enormi quantità di denaro attraverso le giocate dovrebbe prevedere finanziamenti a tutela del patrimonio artistico e culturale».
Ora che il portone è andato distrutto la chiesa è ulteriormente esposta sia ad atti di vandalismo che a veri e propri saccheggi. Da ieri sera la chiesa è presidiata dalla polizia.



news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news