LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Albertini incontra Castelli e Urbani: trasferire San Vittore
Corriere della Sera, 18/1/2005

Un comitato tecnico per decidere il futuro di San Vittore. Decidere cio se lasciarlo dov', se invece spostarlo in periferia, e in questo caso cosa fare al suo posto: tuttalpi lasciandoci - giusto per andare incontro alla Sovrintendenza - un pezzetto della vecchia struttura magari accanto a un grattacielo o a un giardinetto pubblico, a mo' di vestigia storica, per ricordare il carcere che fu.
questa la conclusione cui giunta la riunione avvenuta ieri a Palazzo Marino fra il sindaco Gabriele Albertini, il ministro della Giustizia, Roberto Castelli, e quello ai Beni culturali Giuliano Urbani. L'incontro, di per s, voleva rappresentare pi che altro una ripresa ufficiale dei confronti istituzionali su un argomento che al sindaco in particolare sta a cuore da molto tempo: vale a dire, appunto, il progetto di trasferire il carcere cittadino di San Vittore in altra zona pi decentrata e usarne l'area per farci qualcos'altro. Castelli e Urbani, gi in passato, si erano espressi, almeno a grandi linee, favorevolmente rispetto all'idea del sindaco. Ma all'abbattimento della storica prigione di piazza Filangieri si sempre opposta con decisione la Sovrintendenza regionale ai Beni artistici, che considera tuttora San Vittore un patrimonio architettonico da tutelare. E se alcuni, come la Lega gi un anno e mezzo fa, avevano appoggiato l'idea del sindaco, c'erano altri, come il comitato di quartiere Pattinano, a sottolineare che questa parte di citt ha preso forma intorno al carcere e noi ci batteremo contro le ruspe; o altri ancora, che vorrebbero un trasferimento dei detenuti altrove, ma anche la salvaguardia dell'edifico e della sua famosa struttura radiale; per non parlare naturalmente di quanti dentro San Vittore vivono e lavorano, e che da un trasloco vedrebbero compromessa tutta una serie di fattori che rendono San Vittore piuttosto unico: dalla relativa vicinanza al tribunale fino alla relativa comodit dei colloqui per i parenti dei detenuti.
Fra i progetti esposti a pi riprese dal sindaco c' quello di farci un parco. Nel 2002 il Comune aveva anche individuato l'area dove spostare la prigione, trasformandola in una cittadella della giustizia: 36 ettari in via Forze Armate, vicino alla caserma Perrucchetti. Ma la vecchia struttura non si tocca, disse la Sovrintendenza. E il vincolo ancora l.
L'ex direttore del carcere, Luigi Pagano, oggi provveditore di tutte le carceri lombarde, non si mai schierato per un fronte o per l'altro: Quel che conta non sono i simboli ma i progetti concreti. su quelli che bisogna esprimersi. Senza contare che dentro San Vittore, da anni, in corso una ristrutturazione gi approdata finora al rifacimento di uno dei sei raggi; lavori il cui seguito procede a rilento, ma che un trasloco vien fatto notare vanificherebbe del tutto anche nella loro parte gi conclusa.
Ora la riunione di ieri ha deciso che, per valutare tutte le ipotesi in campo, si insedier appunto un comitato tecnico di cui faranno parte Comune, Regione, nonch i due ministeri della Giustizia e dei Beni culturali. Un'idea di cui si iniziato a discutere, per accontentare la Sovrintendenza, sarebbe quella accennata all'inizio: spostare il carcere, ma lasciandone l qualche pezzo di muro come ricordo. Baster?



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news