LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Edifici nei dintorni di Ibla, la Regione boccia le lottizzazioni dell'altopiano
Antonio La Monica
LA SICILIA Domenica 05 Febbraio 2012



Costruire nei dintorni di Ibla, in zona di verde agricolo? Non è possibile. E' quanto ha stabilito l'assessorato regionale - Servizio piano paesaggistico, a seguito di un esposto presentato dall'associazione Tutela terre d'Oriente. L'associazione, si legge nel sito difendiamoilterritorio.it, vuole portare all'attenzione la situazione di grave pericolo per il territorio dell'Altopiano ragusano. Il riferimento è alle numerose concessioni rilasciate dalla Soprintendenza, non solo in zona di tutela 2 ma anche in zone di tutela 3, dove vige il vincolo di immodificabilità assoluta dei luoghi. «Le numerose lottizzazioni - scrivono - stanno devastando lo straordinario paesaggio agrario dell'altipiano e siti di altissimo pregio come il costone di fronte a Ragusa Ibla in contrada Santo Cono (dove sono state appena gettate le fondamenta di una concessione rilasciata, in piena zona di tutela 3 del Piano paesaggistico e di vincolo di rispetto della forestale)».
Le concessioni per la realizzazione di villette, proseguono da Tutela terre d'Oriente, sarebbero state rilasciate a società immobiliari straniere, a singoli cittadini stranieri che non sembrano svolgere l'attività agricola. «Com'è d'altronde evidente - scrivono - considerato che i titolari delle concessioni edilizie sono cittadini stranieri e che i lotti di terreno sono di estensione minima (1 ettaro) dove nessun tipo di agricoltura può essere praticata in un'area di pascolo dove le aziende più piccole hanno di media 30 ettari».
La svista nella quale sarebbe caduta la Soprintendenza è quella di avere rilasciato le concessioni senza richiedere l'asseverazione da parte dell'Ispettorato agrario (secondo l'articolo 42 delle norme di attuazione del piano paesaggistico) o altro ente preposto circa il possesso del requisito di imprenditore agricolo professionale da parte del richiedente la concessione edilizia.
«La Soprintendenza - confermano nel medesimo comunicato - nel rilasciare i pareri positivi ha condizionato non alla coltivazione ma alla manutenzione del fondo senza verificare il possesso del requisito di imprenditore agricolo professionale. Ma la manutenzione è altro rispetto alla conduzione». Ma simili concessioni erano già state rilasciate anche prima dell'adozione del piano paesaggistico per edifici plurimi o singoli in zona agricola. «In contrasto - sottolineano gli ambientalisti - con il Piano regolatore di Ragusa». Tutela terre d'Oriente, dunque, ha chiesto chiarezza sia all'amministrazione che alla Soprintendenza specificando una «evidente speculazione sui territori agricoli protetti dal Piano paesaggistico per la lottizzazione e la costruzione di villette spacciate per costruzioni agricole al servizio del fondo ed invece vendute ad altissimo prezzo sul mercato immobiliare internazionale, segnatamente maltese, francese e inglese». Una denuncia che ha trovato una pronta risposta nell'assessorato regionale. Da Palermo, infatti, giunge l'ordine alla Soprintendenza di sospendere e revocare le concessioni in autotutela. Ha inoltre richiesto che la Soprintendenza svolga, "con l'urgenza del caso" una istruttoria finalizzata al ritiro, in autotutela, del parere erroneamente emesso.


05/02/2012



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news