LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Cave, le opposizioni all’attacco: disattesi i piani di coltivazione
di Francesco Rossi
GIOVEDÌ, 02 FEBBRAIO 2012 il Tirreno Piombino - Elba




Polemica dopo l’esame del rapporto sulle attività estrattive Soffritti: spettacolo indecoroso da parte della Lista civica




CAMPIGLIA Netta diversità di vedute tra maggioranza ed opposizione sulla valutazione delle attività estrattive e soprattutto su quella di ripristino. Nel corso del consiglio comunale il collegio delle attività estrattive, ente che coadiuva il Comune nel controllo, nella verifica della coltivazione di cava e del ripristino ambientale, ha presentato il suo rapporto. Questa la situazione. Cava di Monte Calvi. La quantità complessiva da estrarre dal 2002 al 2018 è di 8.507.000 mc. La duplice attività di estrazione-ripristino avrebbe rispettato i tempi fino al 2008, ma dal 2009 una variante al piano di coltivazione si è resa necessaria a causa dell'ammontare delle quantità di materiali di scarto. Cava di Monte Valerio. 8.380.000 mc è il volume da estrarre in venti anni (l'autorizzazione alla coltivazione è del 2000). Il dato parziale alla fine del 2011 è di 2.965.000 mc estratti. E' cominciata la fase due del progetto, anche se manca da completare la prima fase. Miniera di "Botro ai Marmi". L'estrazione ha interessato la zona orientale dove il ripristino sarebbe a buon punto. Miniera "Montorsi" (Sales). La coltivazione avanza tra le quote 170 e 190 m s.l.m., il ripristino è stato effettuato sopra i 230 m. Sulle scarpate, già rimodellate, il ripristino non sarebbe ancora completo. Le concessioni per le miniere scadranno alla fine del 2012. Il rapporto, che non doveva essere sottoposto a una votazione del Consiglio comunale, ha comunque suscitato forti reazioni nelle opposizioni, Comune dei Cittadini e Pdl. In particolare, per la lista civica «non basta che ci sia raccontato cosa è successo in questi 11 anni. Chiediamo che sia detto cosa prevedevano i progetti approvati nel 2000 e quanto la realtà si discosti da quelle previsioni. Se a Campiglia i fronti delle cave di Monte Calvi e di Monte Valerio sono desolate pareti rocciose lo si deve al fatto che sono stati disattesi i piani di coltivazione approvati dal Comune 11 anni fa. In quei piani era previsto che le escavazioni dovessero avvenire per gradoni discendenti, dall'alto verso il basso, rinverdendo i gradoni più alti man mano che si passava alla coltivazione di quelli più bassi. Erano previste precise fasi, tempi, volumi scavabili e modalità per i ripristini paesaggistici». Secondo Comune dei Cittadini, in entrambe le cave, Monte Calvi e Monte Valerio, alla luce dei metri cubi scavati, lo stato dei lavori doveva corrispondere alla fase tre e dovevano essere già concluse la coltivazione ed il ripristino paesaggistico della prima e della seconda fase. La prova di questo sfasamento sarebbe nella variante approvata a fine 2011, «con la quale le fasi di coltivazione e ripristino sono state posticipate: quelle del 2004 al 2011, quelle del 2009 al 2013 e così via fino al 2018. In sostanza si adegua il piano a quello che è accaduto in cava». La conclusione della lista civica è che «l'amministrazione sembra essere stata più sensibile ad assecondare le esigenze delle imprese estrattive che a garantire che procedessero di pari passo le escavazioni e i ripristini paesaggistici». La reazione delle opposizioni avrebbe suscitato le ire del sindaco, che secondo la lista civica avrebbe minacciato di non permettere più discussioni in consiglio sulle attività estrattive. «Tutto falso – dichiara Rossana Soffritti – quello che è vergognoso è il modo in cui è stata effettuata questa discussione. Il tono della lista civica è poco adatto al dibattito politico, figurarsi nel confronto con dei tecnici, che ovviamente si sono risentiti per l'uso di parole pesanti e inaudite come collusione. Si fanno i dibattiti in consiglio comunale, non si mettono in scena spettacoli indecorosi come l’ultimo che certamente non permetterò più».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news