LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Soldi solo per le grandi opere- La denuncia di Legambiente: Finanziate solo autostrade e alta velocit
GIU. MA.
il manifesto - 13 Gennaio 2005


BOLOGNA Pu essere una lampadina a decidere della vita e della morte delle persone? Legambiente ha messo nero su bianco le sue valutazioni sul disastro ferroviario di Crevalcore in un mini dossier denso di cifre e date significative. Si parte dal 1989 e dalle promesse dell'allora ministro dei Trasporti Carlo Bernini sul raddoppio dei binari sulla rete nazionale. Invece come dice Roberto Della Seta che di Legambiente il presidente nazionale in Italia da anni la politica dei trasporti ha assunto due sole priorit: nuove autostrade e alta velocit, due obiettivi che assorbono la stragrande maggioranza delle risorse con costi ingenti sottraendo risorse da obiettivi pi urgenti come l'adeguamento della rete ferroviaria regionale. La sintesi delle cifre parla chiaro. In Italia nel 2004 sono stati investiti 6,4 miliardi di euro nelle infrastrutture ferroviarie, 4 miliardi sono andati all'alta velocit che in prospettiva un decimo della rete, solo 2,4 miliardi sono stati investiti per i restanti nove decimi. Per l'organizzazione ambientalista anche un problema di visione complessiva. Non ci sono assicurazioni per il futuro che linee frequentate e storiche come Taranto-Reggio Calabria, 473 km, e 164 km della Roma-Bari verranno raddoppiati. L'ipoteca per l'Alta Velocit costituir un vincolo strettissimo. Se, come scritto nel dossier, solo Torino, Milano e Bologna sono interessate ogni giorno dal transito di circa due milioni di pendolari che viaggiano in condizioni davvero critiche, le briciole che rimangono dall'Alta Velocit servono veramente poco. Le tratte in costruzione ingoiano risorse moltiplicando i costi di previsione. L'elaborazione di Legambiente sui dati forniti da Tav mostra che anche solo per i 78 km della Firenze-Bologna se il costo previsto nel primo contratto del 1991 era superiore al milione di euro, l'ultimo contratto del 2003 lievitato a quasi cinque milioni di euro. I consorzi di costruzione sono scelti senza gara, i rischi sono minimi rispetto ai ritardi e la spesa per lo Stato su questa lievitazione di costi sar altissima. Naturale che in questo scenario la cenerentola sia costituita dal resto della rete. Nel dossier vengono definiti i cantieri lumaca, le tratte nazionali da raddoppiare e da mettere in sicurezza, tra queste c', ovviamente, la linea Bologna-Verona. Altri numeri significativi anche per l'asfalto che la fa da padrone nella destinazione delle risorse per la Legge Obiettivo: ben il 70% degli investimenti. Ovviamente la priorit non va a quelle strade dove per carente sicurezza c' un alto tasso di incidenti. Ovviamente.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news