LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Scavi, mancano i fondi
Graziano Fonsino
Corriere del Giorno, 13/01/2005

MASSAFRA - Una presunta tomba a camera, uno strato medievale, fornito dal tempo tramite quella che dovrebbe essere stata una grande alluvione nel 1300 circa, capace di spostare una enorme massa di detriti a fondo valle, là dove sorgevano un tempo due gravine, ora corrispondenti a via Muro e via La Terra. Poi le scoperte più importanti: alcune tombe, contenenti ossa umane e corredo funerario di età ellenica, come di età magno greca, ma anche medievali, sono i tanti
cocci ritrovati nello scavo. Infine quello che sembra essere uno strato roccioso derivante da un possibile crollo, anche se le ipotesi sono anche in questo caso innumerevoli. Infatti potrebbe trattarsi anche di una sacca di pietra molto ampia, di cui si ignorano per il momento le funzioni, oppure potrebbe corrispondere ad un piano calpestìo, supposizione abbastanza remota, data la vicinanza stratigrafica alle tombe ritrovate. Ma le supposizioni maggiormente importanti, e ormai quasi del tutto certe, sono due. La prima e, pare, la più rilevante, è che Massafra non sia nata come città medievale, come in tanti libri si è detto e si dice, ma che la città ionica abbia radici molto più indietro nel tempo, sino all'età rea, circa 2mila, 2500 anni prima della venuta di Cristo. L'altra riguarda invece l'importanza della città massafrese nel passato. Prima di tutto bisognerebbe tener bene a mente che Massafra è posizionata molto vicina a Tarante, la capitale della Magna Grecia. Inoltre la presenza di cocci di ceramica magrebina, proveniente cioè dalle regioni del Magreb, potrebbero testimoniare la potenza commerciale di Massafra anche in tempi
antichi, in quest'ultimo caso nel medio evo, ma perché no, anche nell'era ellenistica. Poi tanto altro ancora da verificare. Infatti c'è ancora da far chiarezza sul ritrovamento di alcune lastre in pietra, che potrebbero riportare alla luce il perimetro di quello che poteva un tempo essere un tempio o un luogo comunque di culto. Insomma, tante curiosità, tante supposizioni, ma ancora nessuna certezza intorno alla necropoli massafrese. Ciò che più sconforto è che i fondi messi a disposizione dalla Sovrintendenza ai Beni Archeologici stanno per esaurirsi, e di conseguenza, senza l'intervento tempestivo del Comune di Massafra, i lavori si bloccheranno, rischiando di
rimandare le risposte definitive sui ritrovamenti a chissà quando. La speranza è che la promessa fatta dal sindaco di Massafra, l'architetto Cofano, e dall'Assessore al turismo, Patrizia Frassanito, siano mantenute, e che almeno si fornisca l'indispensabile a chi sta lavorando negli scavi per conto della Sovrintendenza e dello stesso Comune di Massafra. "E’ una scoperta importantissima", continuano a sottolineare gli esperti al lavoro nello scavo, "perché darebbe a Massafra un nuovo delineamento storico". Intanto negli ultimi giorni si è provveduto a ripulire l'area interessata dalle macerie, mentre nei prossimi giorni si provvedere a continuare lo scavo là dove le macchine non avevano "messo cingolo". La speranza di tutti è quella di scovare nuove tombe, questa volta intatte. Resta aperta la questione fondi, che man mano che passano i giorni diventa sempre più l'argomento di maggiore importanza. I soldi non fanno la felicità, ma in questo caso lo scavo sì.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news