LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Impianti fuorilegge, 44 denunce c'è anche un dirigente comunale
FA.RO.
IL MESSAGGERO – 29 dicembre 2011

Il funzionario dell'ufficio affissioni avrebbe omesso le sanzioni.

Sono 44 le persone denunciate alla procura della Repubblica dal nucleo di polizia municipale, guidato dal vice comandante Antonio Di Maggio, che è stato incaricato da Gianni Alemanno di indagare sul fenomeno dei cartelloni abusivi nella Capitale. Un fenomeno definito recentemente «una vera e propria mafia» dallo stesso sindaco. Adesso saranno i giudici a decidere sull'iscrizione nel registro degli indagati e, quindi, sulla prosecuzione delle indagini a loro carico. L'inchiesta punta i riflettori su un panorama inquietante: su 32 mila impianti censiti dal Campidoglio, per le strade della Città eterna ce ne sono in realtà 40-50 mila. E le demolizioni fm qui fatte- 3.700 con l'attuale amministrazione - rappresentano una porzione ancora troppo piccola dell'illegalità diffusa. Gran parte delle persone denunciate sono titolari o amministratori di imprese che operano nel settore della cartellonistica pubblicitaria. Secondo i vigili urbani, queste 43 persone «tra il maggio del 2009 e il novembre del 2011» avrebbero «indotto in errore i competenti funzionari degli uffici comunali», in particolare dell'ufficio affissioni e pubblicità e del dipartimento attività produttive, per ottenere autorizzazioni non regolari. In dettaglio, i denunciati avrebbero «presentato false dichiarazioni sostitutive di atto notorio, attestanti la proprietà degli impianti pubblicitari, nonché la loro regolarità». I cartelloni, in particolare, erano stati installati in violazione dei vincoli storico-artistici e paesaggistico-ambientali, nonché delle norme comunali sulla pubblicità. Alla base delle irregolarità commesse, secondo la polizia municipale, ci sarebbero false autocertificazioni presentate agli uffici, «con l'aggravante di aver cagionato al Comune di Roma un danno patrimoniale di rilevante gravità, consistente nella deturpazione del territorio comunale di appartenenza». Denunciato alla magistratura anche il dirigente dell'ufficio affissioni e pubblicità del Campidoglio che, secondo gli investigatori, avrebbe omesso «di emettere atti di decadenza delle autorizzazioni» alle ditte che risultavano «avere tre o più impianti installati in violazione di norma, alcuni dei quali rimossi in un numero sicuramente maggiore di quattro, omettendo inoltre di diffidare le stesse alla rimozione» dei cartelloni illegali. Negli ultimi tempi, oltre alla deturpazione del panorama cittadino, è venuta a galla sempre di più la pericolosità degli impianti abusivi. In particolare con il recente incidente stradale in via Tuscolana, a due passi da Cinecittà, costato la morte di un motociclista.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news