LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - Piazza Minghetti, giallo sui permessi dopo labbattimento delle magnolie
ELEONORA CAPELLI ROSARIO DI RAIMONDO
MARTED, 27 DICEMBRE 2011 LA REPUBBLICA - BOLOGNA



A tre mesi dallinizio dei lavori la Grifoni chiese un diverso piano del verde






Altro pasticcio su Piazza Minghetti. Il via libera della Soprintendenza ai lavori di riqualificazione infatti arrivato solo a novembre, quando il cantiere era gi aperto da tre mesi. Nellatto la responsabile per i Beni architettonici di Bologna Paola Grifoni chiedeva di riconsiderare il progetto del verde, ma a quella data tredici alberi della piazza, pruni e due magnolie, erano gi stati abbattuti. La Soprintendente frena la giunta anche sul nuovo piano dehors. Il sindaco vorrebbe concedere autorizzazioni pi lunghe, ma i gazebo dei locali devono essere temporanei. A gennaio e febbraio vanno smontati dice la Grifoni.


Dehors si, ma a precise condizioni. A partire dai limiti di tempo, non pi di dieci mesi lanno, e dalle caratteristiche estetiche in armonia con larredo urbano. La soprintendente della provincia di Bologna Paola Grifoni fissa paletti ben precisi sui gazebo e frena sul "piano" messo in cantiere dal sindaco Merola, che auspica per i locali regole chiare da seguire senza chiedere il permesso ogni anno.
Il percorso per trovare una linea comune tra lamministrazione e la soprintendenza sar impegnativo e prevede "tappe" intermedie da qui a giugno. La questione dei gazebo a disposizione degli esercizi commerciali, del resto, tiene banco da diversi anni e ha attraversato pi di un governo della citt. Da Flavio Delbono allex commissario Anna Maria Cancellieri fino a Virginio Merola. I colloqui con il sindaco sono frequenti assicura la Grifoni, che su alcuni punti molto chiara: I dehors sono strutture temporanee, e come tali devono essere smontate per un paio di mesi lanno. Ad esempio tra gennaio e febbraio, quando fa pi freddo. I motivi? Esigenze di pulizia e manutenzione: quello che si fa in tutte le altre citt, dove i regolamenti prevedono determinati limiti.
Se da un lato la giunta preme sullacceleratore, dallaltro la soprintendente accende lautovelox: Tratteremo con lamministrazione, sicuramente si trover un accordo. Del resto Palazzo dAccursio che deve farsi carico delle scelte, ma la legge in questo campo ci d delle competenze ben precise. Capisco che i volti del Codice sono infiniti e possono essere interpretati in tanti modi.
A parte i colloqui, Comune e Soprintendenza hanno segnato sul calendario una data approssimativa per fare il punto della situazione. In primavera verificheremo se le autorizzazioni rilasciate finora per i dehors corrispondono alle regole, ad esempio per quanto riguarda le dimensioni. E per questo sono in atto molti controlli. Inoltre, molti gazebo sono in condizioni poco belle: dalle tende di plastica mezze rotte a quelle di colori diversi, in completo contrasto con lo stile della citt
Ma a preoccupare la Grifoni non ci sono soltanto i gazebo fuori dai locali e tutte le regole da mettere a punto con Merola. Sono molte le cose che, a suo giudizio, non vanno e non si dovrebbero vedere in una citt come Bologna. Ad esempio le sedie e i tavolini di bar e ristoranti, che quando sono chiusi o in ferie vengono lasciati fuori, per strada, legati con le catene. L attorno si accumula cos la spazzatura. Dovrebbero essere sistemati allinterno del locale, si tratta di unabitudine molto brutta che in altre citt non avviene. Lo stesso discorso vale per i "funghi" per il riscaldamento esterno, brutti da vedere.
Al di l delle regole da seguire, oltre i tira e molla da una parte e dallaltra, la principale ricetta della Grifoni per una Bologna pi bella semplice sulla carta ma difficile da realizzare: Tutti dovremmo trattare la citt come se fosse casa nostra. Molti comportamenti che abbiamo sarebbero impensabili tra le quattro mura in cui viviamo. Ecco, pensare in questo modo, forse, potrebbe aiutare tutti.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news