LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ORBETELLO - «No all’impianto a biomasse». Wwf e Colli e Laguna contro l’inceneritore delle alghe a Patanella
EL. GI.
SABATO, 24 DICEMBRE 2011 IL TIRRENO Grosseto







ORBETELLO. Un impianto a biomasse per il trattamento delle alghe? No, grazie. Da parte del Wwf e dell’associazione Colli e Laguna di Orbetello si infuoca la protesta per i possibili scenari in arrivo nella laguna, dove sorgerà un inceneritore a biomasse per il trattamento delle alghe, voluto dal commissario di governo - l’ex-sindaco Rolando Di Vincenzo, ex-An legato ad Altero Matteoli - e per il quale esiste un decreto del governo Berlusconi. Il sindaco del Pd Monica Paffetti è contraria. Intanto la settimana scorsa un attentatore anonimo appiccò il fuoco a un capannone destinato allo stoccaggio delle alghe, di proprietà del commissariato di governo per la laguna.
Ora il Wwf alza le barricate. «L’intenzione di realizzare un impianto industriale per lo smaltimento delle alghe e altri rifiuti nell’area contigua al bosco di Patanella, oltre ad avere un forte impatto ambientale, ci conferma che 18 anni di commissariamento non hanno insegnato nulla. La raccolta delle alghe è sicuramente appariscente ma non è efficace. Studi scientifici hanno dimostrato che l’unico vero beneficio apportato dai “mangia alghe” consiste nella risospensione dello strato superficiale del fondo e nella mineralizzazione del detrito vegetale che ne segue». Il dubbio del Wwf è che si utilizzi la scusa dello smaltimento di alghe «per poter smaltire altro materiale. Un impianto del genere non può e non deve essere realizzato, nell’interesse della collettività e non ultimo della conservazione del bosco di Patanella, protetto dal 1971 e simbolo della conservazione naturalistica in Italia».
Stesso no arriva dall’associazione Colli e Laguna di Orbetello, convinto che «la costa orbetellana non possa sostenere infrastrutture impattanti come l’autostrada Tirrenica e un impianto a biomasse, poiché questa fascia territoriale rappresenta una delle quinte naturali più particolari d’Italia ed è vincolata dal punto di vista ambientale, paesaggistico e archeologico». Per quanto riguarda l’impianto a biomasse, dice l’associazione Colli e laguna, «non si capisce come sia possibile anche solo ipotizzarne la costruzione lungo le sponde della Laguna che accoglie un’oasi Wwwf. Una centrale di questo tipo disturberebbe l’avifauna e minaccerebbe il delicato ecosistema lagunare». I cittadini chiedono chiarimenti. Ma i dubbi sono molti. «Per rimanere in funzione smaltirebbe solo alghe o anche altro materiale biologico?» Per l’associazione, c’è il pericolo che «sia utilizzato per smaltire rifiuti umidi, la cui gestione andrebbe a incrementare ulteriormente l’inquinamento di un ambiente unico come quello lagunare, e come tale delicato e vulnerabile. Ogni percolato o sversamento che si verificasse con modalità regolamentate o accidentali provocherebbe un danno ambientale, amplificato dalla scarsa circolazione delle acque in laguna». Comprendendo la necessità di reperire soluzioni per far passare la laguna di Orbetello dalla gestione straordinaria a quella ordinaria, l’associazione Colli e Laguna chiede «che questo avvenga nel rispetto dell’ambiente e nella salvaguardia della vita futura della laguna». Si dice «ppreoccupata per l’incendio dei capannoni di alghe situati nelle aree protette, perché la vicenda accresce il timore per i rischi che corre il territorio». E si augura «che la figura del commissario eserciti i poteri conferiti eccezionalmente per gestire l’emergenza».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news