LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TRAPANI - Trapani, la Curia riordina l'archivio e saltano fuori tante curiosit.
MAX FIRRERI
GIORNALE DI SICILIA 23 dicembre 2011

In quasi due secoli di vita non ha mai avuto una fissa dimora e neanche una catalogazione che ne permettesse una rilettura precisa. Documenti trasmessi dalla Diocesi di Mazara del Vallo nelle anno in cui -1844 - fu eretta la novella sede vescovile trapanese e poi quelli che nei decenni si sono sedimentati nel tempo. Dal 2006 don Alberto Giardina, con la consulenza scientifica di Stefania La Via, ha iniziato a riordinare tutto, inventariare con metodo storico in base a tre principi guida: rispetto dell'integrit dei fondi, del principio di provenienza e dell'intangibilit delle serie. Cos nato l'Archivio storico diocesano che oggi alle 17 s'inaugura al Palazzo vescovile sul corso Vittorio Emanuele a Trapani, alla presenza del soprintendente archivistico per la Sicilia Aldo Sparti e del vescovo monsignor Francesco Miccich. Una fonte preziosa per la ricostruzione della storia religiosa e civile della citt e del suo territorio. Dentro ci sono 2.500 reperti, tra pergamene, buste, registri, rolli, mazzi, pacchi legati, volumi, che rileggono la storia degli anni remoti rispetto a quello di fondazione della Diocesi di Trapani. I documenti pi antichi sono quelli trasmessi dalla Diocesi di Mazara del Vallo, sino al 1844 unica sede vescovile in provincia. Il resto arriva dal Fondo della Curia di Trapani. Documenti unici per la prima volta resi pubblici. Come il frammento di pergamena in caratteri arabi con decorazioni in oro e in rosso che era la camicia originale di un quinterno contenente un elenco numerato dei contraenti matrimonio dal 1542 (I indizione) al 1544 (III indizione). L'elenco fu conservato nel Fondo Curia Vescovile di Mazara del Vallo (sezione Cancelleria Vescovile), all' interno della busta 2 della Serie Pratiche Matrimoniali e Stati liberi. Il frammento, ripiegato e con tracce di cucitura, doveva originariamente appartenere ad un codice perduto - spiega Stefania La Via -, i caratteri erano stati indicati approssimativamente come caratteri cufici del IV sec. dell'egira, ma sarebbe necessario un esame paleografico pi approfondito. In tal caso si tratterebbe di un frammento di codice di epoca normanna. Quello che si legge, secondo Titti De Simone, sono tre versetti coranici tratti dalla Sura delle api. Tra i documenti esposti anche la bolla di erezione della Diocesi di Trapani che, secondo Stefania La Via, lascerebbe spazio ad un' ipotesi storica straordinaria: Trapani sarebbe stata, sin dal IV secolo, sede di una chiesa particolare di rito bizantino. Seguendo il filo di tali ipotesi si potrebbe affermare che la conquista normanna e il successivo processo di latinizzazione non avrebbero soppresso il vescovado di Trapani il quale, avendo presumibilmente la sua sede nella chiesa di San Nicola, avrebbe continuato a vivere fino alla totale estinzione dei fedeli di rito greco. Si tratta di documenti che hanno non solo una valenza religiosa, ma anche civile e che danno la chiave di lettura per comprendere l'evoluzione nel tempo per il tessuto socio-economico e religioso delle nostre comunit - dice il vescovo monsignor Francesco Miccich -. La Chiesa di Trapani chiamata a vivere la convulsa stagione della storia contemporanea avendo presenti le proprie radici, riscoprendo la propria storia che parte da lontano. La nuova sede dell' Archivio dispone di 18 postazioni di studio (di cui due per diversamente abili), scaffalatura per 400 metri lineari, tre postazioni intenet e impianto wi-fi per tutta la sala lettura.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news